La società di sviluppo di farmaci britannica AI Exscientia ha raccolto 60 milioni di dollari in un round di finanziamento di serie C . È stato guidato dalla danese Novo Holdings, che è un nuovo investitore, insieme agli investitori esistenti Evotec, Bristol Myers Squibb e GT Healthcare Capital.

Il round di finanziamento arriva in quanto vi è un crescente interesse per la scoperta di farmaci basati sull’intelligenza artificiale e aiuterà l’azienda a espandersi a livello internazionale, con particolare attenzione alla presenza negli Stati Uniti.

Il prof. Andrew Hopkins è CEO e fondatore di Exscientia.

“Questo investimento evidenzia il crescente impegno nei confronti del potenziale dell’intelligenza artificiale per trasformare la scoperta di droghe e l’eccitazione che abbiamo raccolto attorno al lavoro innovativo che stiamo svolgendo in Exscientia”, ha affermato Hopkins. “Ora abbiamo dimostrato più volte che la nostra piattaforma può accelerare il tempo che intercorre tra l’inizio di un’idea e un nuovo candidato candidato ai farmaci per i pazienti che necessitano di trattamenti, monitorando rapidamente l’intero processo di ricerca e sviluppo.”

Robert Ghenchev è Senior Partner e Head of Novo Growth, che è il braccio azionario di crescita di Novo Holdings.

“Fino ad oggi, grazie alla sua impressionante esperienza, Exscientia ha dimostrato il valore di combinare una profonda competenza scientifica con capacità tecnologiche all’avanguardia per accelerare significativamente la scoperta di farmaci”, ha affermato Ghenchev. “L’investimento di Novo Holdings sottolinea il nostro interesse nel supportare le aziende tecnologiche che consentono la ricerca e l’innovazione nelle scienze della vita e il nostro impegno in questo settore. Vediamo una significativa opportunità per l’azienda di aumentare ulteriormente la sua partecipazione all’ecosistema di scoperta di farmaci e siamo entusiasti di lavorare con il team di Exscientia nella realizzazione di questa visione “.

Il Dr. Werner Lanthaler è Amministratore delegato di Evotec.

“Evotec è stato il primo investitore strategico e operativo in Exscientia e siamo estremamente lieti che da quel momento abbia compiuto progressi così notevoli da far parte di questa significativa raccolta di fondi. Evotec ed Exscientia, insieme, non vedono l’ora di realizzare un ulteriore potenziale sinergico nella scoperta di nuovi farmaci “, ha affermato Lanthaler.

La società ha raccolto $ 26 milioni, 18 mesi fa, da investitori tra cui Bristol Myers Squibb ed Evotec.

Che cos’è Exscientia?
Exscientia ha sede a Oxford e l’azienda utilizza l’intelligenza artificiale per la scoperta di farmaci a piccole molecole. All’inizio di quest’anno, la società ha collaborato con Sumitomo Dainippon Pharma (DSP) per sviluppare il primo farmaco ingegnerizzato di precisione progettato utilizzando l’IA . Il farmaco funge da trattamento per il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) ed è entrato in studi clinici di fase 1 sull’uomo. L’intero progetto è durato meno di 12 mesi, in un processo che tradizionalmente richiede 4,5 anni con metodi convenzionali.

Da allora, Exscientia ha stretto collaborazioni multi-progetto con Bristol Myers Squibb, Bayer, Rallybio e GT Apeiron.

COVID-19
La società è stata anche coinvolta nello sviluppo di trattamenti per COVID-19. In tutto il mondo, le aziende farmaceutiche e le industrie biotecnologiche hanno collaborato per concentrarsi sullo sviluppo di un vaccino e sul trattamento del virus.

A marzo Exscientia ha annunciato che la società stava collaborando con Diamond Light Source, una struttura scientifica con sede nell’Oxfordshire e con lo sviluppatore di farmaci Calibr, al fine di elaborare trattamenti antivirali per COVID-19.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi