Home / APP Ai / Facebook Horizon Workrooms

Facebook Horizon Workrooms

Facebook svela Horizon Workrooms per il coworking remoto in VR 

Facebook sta lanciando la sua open beta per Horizon Workrooms , un modo per le persone di lavorare insieme in remoto in gruppi con i visori per realtà virtuale Oculus Quest 2 o altri modi di connessione.

I lavoratori possono utilizzare il sistema di creazione di avatar (costruito per la piattaforma di gioco virtuale di Facebook Horizon) per creare personaggi simili a cartoni animati in spazi di lavoro animati in 3D e comunicare con i colleghi in riunioni virtuali. Non è proprio il metaverso , l’universo dei mondi virtuali tutti interconnessi. Ma uno di questi giorni probabilmente lo sarà, se il CEO di Facebook Mark Zuckerberg manterrà la sua promessa che Facebook è una società del metaverso . E aiuterà la realtà virtuale a trovare le sue basi mentre si sforza di diventare la prossima piattaforma di elaborazione universale, come spera certamente che il team di Oculus di Facebook.

 
Horizon Workrooms può essere scaricato gratuitamente su Oculus Quest 2 nei paesi in cui Quest 2 è supportato.

Puoi ottenere tutti i vantaggi della piattaforma gratuita indossando un visore Oculus Quest 2 VR mentre lavori. Ma altre persone possono partecipare tramite smartphone, desktop o laptop e partecipare con diversi livelli di interazione.


“Sei effettivamente nella demo”, ha dichiarato Andrew “Boz” Bosworth, vicepresidente di Facebook Reality Labs, in una conferenza stampa. “Parliamo da tempo del futuro del lavoro. Ecco perché siamo in AR/VR. La pandemia che ha colpito negli ultimi 18 mesi ci ha dato maggiore fiducia in questa tecnologia”.

Ha notato che abbiamo trascorso quel tempo facendo il nostro lavoro in videoconferenza. Molte persone vogliono passare a qualcos’altro, ha detto.

Mike LeBeau, direttore di FRL Work Experiences su Facebook, ha aggiunto: “Abbiamo guardato alle nostre ambizioni di questo come metaverso e il futuro delle piattaforme di elaborazione. Pensiamo che questo sia un punto di svolta per la realtà virtuale. Questo è il momento in cui stiamo adattando il mezzo per quel fine. Ci stiamo evolvendo oltre i giochi, verso qualcosa in cui puoi essere produttivo per il lavoro. Per farlo funzionare, abbiamo riunito molte tecnologie necessarie per il lavoro. Stiamo progettando i paradigmi necessari per quella nuova piattaforma informatica”.

Cambiare lavoro

Facebook ha affermato di aver progettato Workrooms riconoscendo che il modo in cui lavoriamo sta cambiando. Sempre più persone lavorano da remoto, desiderano opzioni di lavoro flessibili e stanno ripensando a cosa significa essere in un ufficio. Ma senza i giusti strumenti di connettività, il lavoro a distanza può essere davvero impegnativo e isolante.

Il brainstorming con altre persone non è lo stesso se non sei nella stessa stanza, sostengono i sostenitori del lavoro in ufficio.

Workrooms consente alle persone di riunirsi per lavorare nella stessa stanza virtuale, indipendentemente dalla distanza fisica. Ho provato una breve demo di questa settimana. Mi ci è voluto un po’ per scaricare l’app e accedere, ma una volta fatto, è stato facile entrare in una stanza a cui ero stato invitato a partecipare.

Funziona sia nella realtà virtuale che sul Web ed è progettato per migliorare la capacità del tuo team di collaborare, comunicare e connettersi in remoto. Puoi sederti a un tavolo e guardare gli avatar virtuali dei tuoi colleghi impegnarsi in gesti fisici mentre parlano. Puoi guardarli mentre digitano o alzarsi e camminare verso una lavagna dove possono usare le loro mani (virtuali) per disegnare o annotare un documento. Puoi vedere chi ti sta ascoltando mentre ti guardi intorno nella stanza, o vedere chi sembra essere lontano dalla stanza in quel momento, anche se il loro avatar è ancora lì.

La qualità del suono era buona e potevo sentire le cose che accadevano nella stanza e vedere dai gesti del corpo quando qualcuno si stava preparando a parlare. Quindi ho potuto vedere che era più facile evitare di parlare l’uno sull’altro, come accade nelle app solo audio. I gesti erano espressivi e non sembravano casuali, quindi quella parte dell’esperienza è stata piacevole.

La tecnologia
Sopra: Facebook Workroom ti consente di progettare avatar di cartoni animati semirealistici in 3D.

Image Credit: Facebook
La tecnologia è piuttosto impressionante quando usi un Quest 2. Puoi unirti con i controller manuali o semplicemente usare le mani per navigare tra le funzionalità. Puoi alzare una mano e pizzicare in aria per premere un pulsante. Puoi creare una “scrivania di realtà mista”, in cui ti siedi a una scrivania fisica, esegui la scansione nella stanza e quindi consenti ad altre persone di vedere che sei seduto a una scrivania. Possono prendere documenti virtuali e lasciarli cadere sulla tua scrivania virtuale. E poiché puoi sederti a una vera scrivania e usare il tuo computer, non devi lasciare indietro i tuoi normali strumenti di lavoro per essere in VR.

Puoi anche accoppiare il tuo laptop e portarlo nella stanza, permettendoti di condividere cose sul tuo computer con altre persone. In questo modo puoi condividere mazzi di diapositive o documenti. Workrooms dispone dell’integrazione della videoconferenza. Ha un audio spaziale, quindi puoi rilevare da quale direzione sta arrivando un suono e quindi capire più facilmente chi sta parlando (questo è utile quando 16 persone sono nella stanza virtuale).

“Questo è il software che spinge maggiormente le cuffie”, ha affermato Bosworth. “È un merito per la squadra. La domanda era cosa fosse necessario per l’esperienza per convincere le persone a indossare un auricolare”.

I nuovi avatar di Oculus sono stati lanciati all’inizio di quest’anno e ti offrono molte opzioni di personalizzazione in modo che tu possa ottenere il tuo look giusto. L’audio spaziale consente conversazioni a bassa latenza. Quando ero alla riunione, potevo sentire le persone senza problemi audio, anche se una persona si è ritirata e ha dovuto rientrare. È qualcosa a cui molti di noi sono abituati da cose come Clubhouse e Zoom.

“Puoi cambiare il tuo abbigliamento molto rapidamente”, ha affermato Saf Samms, responsabile del programma tecnico di Facebook, nel nostro briefing con la stampa. “Se mi allontano lontano, puoi sentire che la mia voce diventa più calma.”

Inoltre, può filtrare molti rumori, come la digitazione. Puoi effettivamente sentire alcuni tipi di digitazione, ma non è travolgente come può essere in altri tipi di eventi online. Se un bambino piange in sottofondo, le persone potrebbero non sentirlo, ha detto Samms.

Il sistema utilizza un’app complementare Oculus Remote Desktop per Mac e Windows per darti l’accesso con un clic all’intero computer dalla realtà virtuale. Puoi prendere appunti durante la riunione, portare i tuoi file in VR, appuntare immagini dal tuo computer sulla lavagna e persino condividere il tuo schermo con i colleghi, se lo desideri. Quando hai finito, puoi esportare la lavagna fuori dalla realtà virtuale per condividerla come immagine sul tuo computer.

Puoi anche sincronizzare Outlook o Google Calendar per semplificare la pianificazione delle riunioni e l’invio di inviti. Come ho notato, mi sono semplicemente iscritto a Workrooms e ho toccato un invito del calendario per partecipare a una riunione per cui ero in ritardo.

Puoi anche modificare l’ambiente e configurare il layout della stanza virtuale in base alle tue esigenze. Ci siamo seduti a una tavola rotonda con una parte aperta dove potevamo vedere le persone sintonizzarsi tramite videoconferenza o smartphone su uno schermo virtuale. Un totale di 16 persone possono partecipare insieme alla realtà virtuale, mentre fino a 50 possono partecipare a una chiamata, inclusi i partecipanti video.

Iniziare

Se sei il primo dei tuoi colleghi a provare Workrooms, puoi iscriverti per creare un nuovo team di Workrooms su workrooms.com. E se i tuoi colleghi stanno già utilizzando Workrooms, possono inviarti un’e-mail di invito per entrare a far parte del loro team Workrooms esistente. Dovrai accettare i termini, confermare di avere almeno 18 anni e scegliere un nome da visualizzare in Workrooms.

Dopo aver creato un account, puoi scaricare e installare Horizon Workrooms dall’Oculus Store sul tuo Quest 2, quindi seguire le istruzioni nell’app per associare il visore al tuo account e iniziare.

Mi è capitato di essere così di fretta che ero in piedi nel mio soggiorno quando ho creato la mia “scrivania virtuale” usando i miei controller manuali. Fondamentalmente dovevo disegnare prima lo spazio sicuro. Poi ho dovuto indicare dov’era la scrivania e quanto era alta. Ho fatto questa parte velocemente, e così quando mi sono presentato alla riunione, la gente ha notato che ero seduto su una sedia, piuttosto che seduto a un tavolo virtuale come tutti gli altri. Lebeau ha dovuto spiegare a tutti gli altri perché avevo l’aspetto che avevo. Mi sentivo un po’ imbarazzato.

Sicurezza e privacy negli ambienti di lavoro
Sopra: lavorare in un laboratorio di Facebook Horizon. Queste erano in realtà persone reali che parlavano con me.

Image Credit: Facebook
Quando scegli di collaborare con i tuoi colleghi in Workrooms, dovresti avere il controllo della tua esperienza, ha affermato Facebook.

I laboratori non utilizzeranno le tue conversazioni e i tuoi materiali di lavoro per informare gli annunci su Facebook. Inoltre, Passthrough elabora localmente immagini e video del tuo ambiente fisico dai sensori del dispositivo. Facebook e le app di terze parti non accedono, visualizzano o utilizzano queste immagini o video per indirizzare gli annunci.

Infine, altre persone non sono in grado di vedere lo schermo del tuo computer in Workrooms a meno che tu non scelga di condividerlo e le autorizzazioni che concedi per l’app Oculus Remote Desktop vengono utilizzate solo allo scopo di consentire lo streaming dal tuo computer al tuo visore.

Chiunque si iscriva a Workrooms deve accettare di seguire gli standard e la condotta della community di Facebook nelle Norme sulla realtà virtuale. Se altri membri o contenuti nel workroom violano queste norme, gli utenti possono contattare l’amministratore del team che può intraprendere azioni come rimuovere qualcuno dal team di Workrooms. Puoi anche segnalare un intero team di Workrooms se ritieni che non stia seguendo le norme. E se sei in VR con persone che
ti infastidiscono, puoi segnalarle utilizzando lo strumento di segnalazione Oculus e includere prove che Facebook possa esaminare.

L’utilizzo di Workrooms richiede un account Workrooms, che è separato dai tuoi account Oculus o Facebook, sebbene in alcuni casi il tuo nome utente Oculus possa essere visibile ad altri utenti, ad esempio se qualcuno ti segnala per violazione delle norme e il tuo nome utente appare nello strumento. E per provare Workrooms in VR, dovrai accedere all’app su Quest 2, che richiede un accesso a Facebook. L’utilizzo di Workrooms non effettuerà alcun aggiornamento al tuo profilo Facebook o alla tua cronologia a meno che tu non scelga di farlo.

Riassumendo
Samms ha detto che una cosa degna di nota è che sei in grado di ricordare le riunioni che hanno avuto luogo in Workrooms. Non so se è perché è così nuovo, ma sarebbe fantastico per cose come l’istruzione se è davvero vero che possiamo ricordare di più tali interazioni perché coinvolgono l’interazione visiva e anche solo l’ascolto delle persone che parlano.

Bosworth ha detto che è stato in alcune riunioni e si è sentito a suo agio per mezz’ora. Ma un incontro noioso è ancora un incontro noioso, ha detto.

“Questo non è il metaverso, ma è un passo nella direzione del metaverso”, ha detto Bosworth.

Penso che l’accesso alla realtà virtuale sia ancora un po’ goffo rispetto all’utilizzo del tuo smartphone. Ma questo è un ottimo passo nella parte “lavoro” della ricerca per consentirci di “vivere, lavorare e giocare” nel metaverso.

 

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi