Inoltre: come l’IA sta già mettendo fuori mercato gli interior designer
wbenvenuti a The Cusp : notizie all’avanguardia sull’IA (e le sue implicazioni) spiegate in un inglese semplice.

Nel numero di questa settimana:

I risultati sono in : Google distrugge ufficialmente i contenuti generati dall’IA. Ma di quanto — ed è ancora redditizio da usare?
Nuovi sviluppi di intelligenza artificiale destinati a decimare l’industria dell’interior design in pochi anni.
Sei in 3D? Aziende come Quixel subiranno un grande shock grazie a questa IA.
Immergiamoci.

1. Google penalizza i contenuti generati dall’IA di almeno il 20%, probabilmente di più
L’anno scorso, modelli linguistici di grandi dimensioni come GPT-3 hanno fatto notizia per la loro capacità di generare testo stranamente simile a quello umano. Naturalmente, i marketer di affiliazione e gli autori di contenuti (me compreso) si sono affrettati a provare a giocare con il sistema.

Ma si scopre che Google ha reagito.

Neil Patel , un famoso blogger di marketing su Internet, ha appena annunciato il primo vero test della nuova posizione di Google sulla scrittura generata dall’IA. E i risultati sono definitivi: i contenuti generati dall’IA distruggono il tuo traffico di ricerca.


Neil ha preso 50 siti web e li ha separati in due gruppi. Un gruppo è stato generato solo dall’intelligenza artificiale: per l’altro, ha fatto scrivere, modificare o eseguire un mix di entrambi gli approcci da parte di umani.

Poi ha aspettato che Google li indicizzasse. I risultati? I contenuti puramente generati dall’intelligenza artificiale hanno subito una penalità del 20% , e questa è solo la media. In alcuni casi, la sanzione arrivava fino al 60%.

Molti di voi penseranno: 20%… tutto qui? Perché questo è un grosso problema?

Perché ci sono guadagni enormi e asimmetrici più in alto sei nella ricerca di Google. Il traffico aumenta esponenzialmente più ti avvicini alla vetta.

Se sei al primo posto, ottieni il doppio di quello che otterresti al secondo. Se sei al secondo posto, ricevi quasi sei volte più clic che se sei all’ottavo.

Quindi essere scalfito solo del 20% per l’utilizzo dell’IA è quasi sempre sufficiente per spostarti verso il basso di almeno un paio di posizioni, il che significa che stai perdendo il 75% o più del tuo traffico.


C’è qualche lato positivo, però. I contenuti generati dall’IA, ma *modificati* dagli esseri umani, sono diminuiti in media solo del 6%.

Poiché la scrittura dell’IA fornisce regolarmente accelerazioni di 4x-5x, questo è probabilmente ancora un investimento molto utile, specialmente per le parole chiave a bassa concorrenza.

Come possiamo trarne vantaggio?
Gestisci un sito web e vuoi classificarti meglio?

Non provare a generare automaticamente contenuti: è una corsa al ribasso.
Invece, aumenta i tuoi attuali scrittori capaci con AI come GPT-3 o Jurassic-1 .
Assicurati che modifichino il risultato per chiarezza, stile e tono di voce.
Dollaro per dollaro, aumenterai la produzione di circa il 400% con una perdita di potenziale in classifica di appena il 6%. Se stai prendendo di mira parole chiave a coda più lunga senza molta concorrenza, è più che sufficiente per compensare la diminuzione e darti un grande vantaggio in termini di volume.

di Nick Saraev

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi