Home / AI in Azienda / Google News e Google Maps nuove implementazioni IA

Google News e Google Maps nuove implementazioni IA

L’intelligenza artificiale è l’arma segreta di Google per rifare le sue app più antiche e popolari

Google ha scioccato la folla alla sua conferenza degli sviluppatori I / O martedì quando ha dato il via a un’affascinante discussione sull’etica dell’IA con Duplex, un sistema vocale simile ad un umano per il suo prodotto Assistant che effettua telefonate per conto degli utenti . Ma mentre Duplex rimane uno sforzo più sperimentale e lontano – uno di cui discuteremo probabilmente nelle settimane e nei mesi a venire – l’approccio più misurato di Google all’intelligenza artificiale in merito allo sviluppo del prodotto legacy non ha raccolto molti titoli. Tuttavia, sono questi sottili cambiamenti basati sull’intelligenza artificiale a prodotti esistenti e pervasivi che avranno un impatto molto più visibile sul modo in cui utilizziamo il software per interagire con il mondo nel prossimo futuro.

Prendiamo ad esempio i modi in cui Google utilizza l’intelligenza artificiale per migliorare sia i prodotti di Maps che quelli di Google News, piattaforme che sono state utilizzate rispettivamente per 13 e 15 anni. Martedì, i dirigenti di Google sul palco dell’I / O hanno introdotto una serie di modifiche che renderanno ogni più utile, personalizzato e sociale, tutto grazie a algoritmi di autoapprendimento che sono ora più adatti alla digestione e all’affiorare delle informazioni rispetto agli umani.

GOOGLE MAPS E GOOGLE NEWS OTTENGONO ENTRAMBI REVAMPING BASATI SU AI
Grazie a questi progressi nell’IA, Google Maps creerà presto guide visive in stile Street View per le istruzioni passo-passo sovrapposte al mondo reale, visualizzate attraverso la fotocamera dello smartphone. Facendo un ulteriore passo avanti, la società prevede di integrare il suo Assistente, dotato della piattaforma di visione artificiale Google Lens, in Maps. In questo modo, potrai scorrere su una strada cittadina e vedere i popup che evidenziano ristoranti e altre località in tempo reale. È effettivamente il sogno di Google Glass, ma comprensibilmente più realizzato, grazie alla fotocamera per smartphone più che a una controvoglia della tecnologia indossabile.

Google afferma che sta persino sviluppando un nuovo sistema per geolocalizzare gli oggetti in un ambiente, chiamato Visual Positioning System o VPS, che prenderà in considerazione qualsiasi cosa, dalle vetrine di un negozio alla cartellonistica per aiutare a tracciare una rotta con maggiore precisione. “Il GPS da solo non lo taglia”, spiega Aparna Chennapragada, responsabile del prodotto per Google Lens, durante il keynote. “VPS utilizza le caratteristiche visive di un ambiente per capire esattamente dove sei e esattamente dove devi andare.”

Questi cambiamenti, sebbene non abbiano una data di rilascio concreta, indicano che Google Maps, già una delle tecnologie di realtà aumentata più potenti del mondo, conterrà una rappresentazione ancora più ricca del mondo reale. Ben presto, Maps sarà in grado di aumentarlo in modo più significativo utilizzando il nuovo motore di suggerimenti della piattaforma e la sezione “For You” per spingere le persone a visitare nuovi posti, mangiare in nuovi ristoranti e provare nuove esperienze. L’intelligenza artificiale è persino alla base del nuovo “punteggio di corrispondenza” di Google Maps, che è una sorta di metrica in stile app di appuntamenti per quanto pensi che ti piacerà un determinato luogo, sia esso un punto di riferimento, un museo o un luogo dove mangiare.

Google News, sebbene necessariamente meno pervasivo rispetto a Maps, ha ricevuto una sua revisione focalizzata sull’IA presso il keynote di martedì. Le modifiche potrebbero avere un effetto misurabile sulla capacità degli utenti di Google di dare un senso a informazioni contrastanti, discernere il vero da notizie false e rimanere informati.

La società afferma che Google News ora utilizza un approccio incentrato sull’apprendimento automatico per “prendere un flusso costante di informazioni mentre raggiunge il web, analizzarlo in tempo reale e organizzarlo in trame”, ha spiegato Trystan Upstill , il prodotto leader di Google News, in un post pubblicato il blog martedì. “Questo approccio significa che Google News comprende le persone, i luoghi e le cose coinvolti in una storia mentre si evolve e collega il modo in cui si relazionano tra loro”.

Ciò si manifesta in modo più visibile nella nuova funzione di copertura totale di Google News. Per le grandi storie – Google ha utilizzato l’interruzione di corrente di Porto Rico come esempio – Google News digerirà tutte le informazioni del web in un flusso non personalizzato e generato da algoritmi con una cronologia degli eventi mentre la storia si interrompe e si sviluppa nel tempo, opinione e pezzi di analisi delle conseguenze, tweet e video da YouTube, tra le altre notizie e informazioni non elaborate.

Google spera che questo sia un modo imparziale per affrontare storie complesse, basandosi sull’intelligenza artificiale per catturare l’intera portata di una storia e presentare ai lettori quante più informazioni possibili. “Se vuoi avere una visione più profonda di una storia, la funzione” Full Coverage “fornisce un quadro completo di come viene raccontata la storia da una varietà di fonti”, spiega Upstill. “Con un semplice tocco potrai vedere i titoli più importanti di diverse fonti, video, notizie locali, FAQ, commenti sociali e una cronologia per le storie che si sono susseguite nel tempo.”La società sta anche avviando un nuovo formato multimediale che chiama Newscast che “riunirà una raccolta di articoli, video e citazioni su un singolo argomento”, utilizzando tecniche di elaborazione del linguaggio naturale che aiutano il software a comprendere il parlato e il testo umano. L’obiettivo è quello di offrire ai lettori più punti di vista su una storia, eliminando l’idea che la maggior parte dei consumatori di notizie è nutrita con una dieta di notizie o informazioni auto-affermative senza il contesto necessario per comprendere appieno un problema o un evento. Questo è pressante per Google, considerando il problema di notizie false che dilaga non solo su Facebook e Twitter, ma anche su YouTube e soprattutto in seguito a eventi di cronaca in rapida evoluzione. Quasi tutte le società della Silicon Valley pensano che l’intelligenza artificiale possa aiutare con questo problema, ma l’approccio di Google con le notizie qui è una delle sole soluzioni concrete che abbiamo visto al di là della semplice moderazione algoritmica standard.

Queste modifiche a Maps e News non ricevono la stessa attenzione di Duplex, né i miglioramenti più generali apportati a Google Lens, la piattaforma di visione artificiale dell’azienda per il riconoscimento di oggetti e testo. Ciò ha senso. Sia Duplex che Lens sono progetti di intelligenza artificiale più trasparenti e all’avanguardia che spingono davvero l’attenzione su quanto il software possa dare un senso a immagini e testo e persino a emulare la visione e il linguaggio umani, a un livello spaventoso nella mente di molti critici della tecnologia.

Ma sono i progressi dell’IA realizzati su prodotti come Google Maps e Google News che gli utenti si sentiranno più immediatamente nella loro vita di tutti i giorni e si serviranno di nuovi modi per migliorare il modo in cui ci spostiamo, esploriamo nuovi posti e digeriamo le informazioni su la rete. Ciò non rende certo la questione pubblica la natura distopica del nostro futuro futuro di intelligenza artificiale.

Ma certamente è il caso che Google sappia come usare questa tecnologia che cambia il mondo in modi produttivi e significativi per produrre benefici tangibili per il pubblico. Google è già discutibilmente la migliore piattaforma per aiutare le persone a trovare informazioni su Internet e muoversi nel mondo reale. Ora è chiaro che un po ‘di intelligenza artificiale può fare molto per aiutarci a raggiungere entrambi questi obiettivi in ​​modi nuovi e più notevoli.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi