Guardio ottiene 47 milioni di dollari per un’estensione del browser basata sull’intelligenza artificiale che protegge dalle minacce informatiche 

Le app Web sono un vettore di attacco in crescita nell’azienda. Secondo una  recente ricerca di Verizon, oggi sono coinvolti nel 43% di tutte le violazioni dei dati. Ciò è in parte dovuto al fatto che non è sempre facile dire che un sito Web è dannoso. Un rapporto ha rilevato che un URL dannoso su quattro è ospitato su un sito altrimenti sicuro e non dannoso.

Sebbene la sfida sia vasta, gli esperti affermano che le aziende possono proteggersi investendo in un approccio a più livelli per difendere la propria rete interna. Due delle tecniche più efficaci sono il filtraggio e l’isolamento. Il filtraggio protegge i dispositivi connessi a Internet eseguendo la scansione del codice Web e bloccando gli URL potenzialmente pericolosi, mentre l’isolamento insabbia le attività degli utenti in un ambiente sicuro e separato dalla rete locale.

 
Startup come Guardio stanno sviluppando tecnologie che mirano a sfruttare sia il filtraggio che l’isolamento per una maggiore protezione. In particolare, Guardio afferma che il suo primo prodotto, un’estensione di Google Chrome, è in grado di rilevare e prevenire le minacce online utilizzando una combinazione di apprendimento automatico e algoritmi proprietari.

L’approccio di Guardio
Fondato nel 2018 dai veterani della Israel Defense Force Amos Peled, Daniel Sirota e Michael Vainshtein, il software di Guardio offre protezione anti-phishing, monitoraggio della posta elettronica, blocco delle notifiche, rimozione di estensioni dannose e altro ancora. Tel Aviv, con sede in Israele, Guardio è la seconda azienda fondata da Peled, Sirota e Vainshtein. La loro precedente impresa, Arpeely, era specializzata in aste di media in tempo reale tramite tecnologie di machine e deep learning.

 
“Oggigiorno, ogni manager IT ha in mente la sicurezza informatica. Dal loro punto di vista, i dipendenti navigano in Internet, caricano e consumano una combinazione di dati personali e di lavoro in vari… servizi dallo stesso ambiente di navigazione. Sebbene siano disponibili molte soluzioni aziendali che coprono diversi sottoinsiemi di problemi, per le microimprese sono troppo costose o troppo complesse, il che rende Guardio una soluzione amichevole e facilmente implementabile”, ha dichiarato il CEO di Guardio Peled a VentureBeat via e-mail. “A causa dei blocchi, molte attività che altrimenti avrebbero potuto essere svolte di persona sono state spostate nell’ambiente cloud e browser. Il maggiore utilizzo dei servizi online dalla navigazione quotidiana ad attività sensibili come acquisti, operazioni bancarie e lavoro da casa ha aumentato la necessità di prodotti di protezione informatica come Guardio.

Sopra: l’estensione per la sicurezza informatica di Guardio per Google Chrome.

Credito immagine: Guardio
Il software di Guardio offre protezione anti-phishing da e-mail e pagine Web che tentano di rubare informazioni personali o di pagamento. Può tenere traccia degli account di posta elettronica per inviare avvisi su violazioni e disattivare le notifiche indesiderate, nonché bloccare estensioni dannose che controllano le impostazioni del browser e installano malware, spyware o adware.

 
“L’infrastruttura di Guardio consente aggiornamenti in tempo reale per bloccare firme, regole ed euristiche”, spiega l’azienda sul proprio sito web. “[Il nostro sistema basato su cloud] mappa, archivia e indicizza regolarmente l’intero ecosistema di estensioni di Chrome… Metadati e impronte digitali, come WHOIS, record DNS e provider di hosting, vengono costantemente raccolti e presi in considerazione nel nostro motore decisionale. Alcuni metodi [aggiuntivi] utilizzati da Guardio includono modelli di deep learning lato client al fine di rilevare elementi visivi in ​​siti Web fraudolenti … [I nostri] algoritmi ed euristiche setacciano continuamente grandi quantità di dati alla ricerca di anomalie e segni di attività dannose.

Opportunità di mercato in crescita
Secondo il report Gone Phishing Tournament 2020 di Terranova, è probabile che quasi il 20% di tutti i dipendenti clicchino sui link di phishing inviati via e-mail e, di questi, il 67,5% inserisce le proprie credenziali su un sito Web di phishing. Anche le campagne di estensioni dannose hanno spesso successo, con uno studio Avast che rivela che più di tre milioni di utenti Internet hanno installato 15 estensioni Chrome e 13 Microsoft Edge contenenti codice dannoso.

Per questi motivi, Peled ritiene che Guardio sia ben posizionato per la crescita, nonostante esistano estensioni del browser rivali, tra cui Guardbly. (Vale anche la pena notare che Google ha cambiato il modo in cui le estensioni accedono ai dati e rimosso i componenti aggiuntivi dannosi del browser dal Chrome Web Store, il suo marketplace ufficiale delle estensioni, in risposta alle minacce emergenti.) Quasi un milione di persone utilizza il software di Guardio ogni giorno, l’azienda sinistri, tra cui le prime 10 società di S&P e “decine di migliaia” di altri clienti paganti. E Guardio prevede che le sue entrate annuali raggiungeranno le “decine di milioni” di dollari nel 2022.

 
È vero che i potenziali clienti non mancano. Secondo una stima , le aziende spendono quasi 6 milioni di dollari all’anno solo per il ripristino di e-mail aziendali compromesse, che include circa 1,17 milioni di dollari in pagamenti illeciti effettuati agli aggressori ogni anno.

“L’esperienza combinata del team in cyber, prodotti e go-to-market li posiziona perfettamente per rivoluzionare e innovare in questo mercato. La loro trazione durante il bootstrap ne è una testimonianza”, ha dichiarato in un comunicato stampa il partner di Tiger Global John Curtius, un investitore di Guardio.

Con circa 30 dipendenti nel suo centro di ricerca e sviluppo con sede a Tel Aviv, Guardio afferma che utilizzerà i proventi del round di finanziamento più elevato, annunciato oggi, per espandere la propria forza lavoro e perfezionare le proprie tecnologie. Guardio ha completato un round di finanziamento di 47 milioni di dollari guidato da Tiger Global, con la partecipazione di Vintage Investment Partners, Cerca Partners, Union Tech Ventures e Samsung Next.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi