TealBook per alimentare la visibilità della catena di approvvigionamento con l’intelligenza artificiale e gli ultimi $ 50 milioni
 
La catena di approvvigionamento – che colpisce le aziende dai singoli rivenditori ai mercati, così come i venditori di prodotti – non mostra alcun segno di allentamento nel mezzo di venti contrari storici provocati dalla pandemia. In un recente sondaggio Oracle , l’87% delle persone ha affermato di essere stato influenzato negativamente dai problemi della catena di approvvigionamento nell’ultimo anno, con molti che non sono stati in grado di acquistare determinati articoli a causa di carenze, costretti ad annullare gli ordini e persino a razionare gli elementi essenziali. Statista riporta  che le interruzioni della catena di approvvigionamento costeranno alle organizzazioni di tutto il mondo una media di $ 184 milioni all’anno se le tendenze attuali resistono.

I problemi della catena di approvvigionamento sono spesso esacerbati dalla mancanza di dati di qualità sui fornitori. Nonostante i pesanti investimenti nella trasformazione digitale, le aziende sono state messe alla prova con informazioni sui fornitori che sono isolate, bloccate, incomplete o inutilizzabili. Solo il 6% delle aziende riporta la piena visibilità sulla propria catena di approvvigionamento, secondo Zippia, motivo per cui oltre il 40% ha dichiarato a Statista di voler investire nelle tecnologie della catena di approvvigionamento.TealBook, una piattaforma di dati della catena di approvvigionamento con sede a Toronto, in Canada, è uno dei fornitori di queste tecnologie. Fondata diversi anni fa, l’azienda ha guadagnato terreno nel mercato del software per la visibilità della catena di approvvigionamento, assicurando clienti tra cui Dropbox, LinkedIn, Virginia Tech University, Rutgers University e il governo del Regno Unito.

“La visione di TealBook è far progredire il mondo attraverso i dati dei fornitori”, ha dichiarato il fondatore e CEO Stephany Lapierre a VentureBeat via e-mail. “Tealbook utilizza tecnologie avanzate come l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico per raccogliere e aggregare grandi quantità di dati dei fornitori attraverso milioni di fonti per creare un profilo fornitore universale che diventi la fonte affidabile dei dati dei fornitori. Quando attivato da un’azienda, arricchisce, sincronizza e unifica in modo autonomo i dati di tutti i fornitori”.

AI per approfondimenti sulla catena di approvvigionamento
TealBook utilizza l’intelligenza artificiale per aggiornare i dati tra i fornitori, offrendo una visione della base di fornitori di un’organizzazione e delle capacità di sensibilizzazione. Per ogni fornitore, la piattaforma mette in evidenza descrizioni, prodotti e servizi e fornitori simili. Fornisce informazioni di contatto delle vendite e dei dirigenti, pratiche etiche e sostenibili, proiezioni di entrate e recensioni.

TealBook esegue la scansione di oltre 400 milioni di siti Web, catalogando e aggregando dati mentre raccoglie informazioni da fonti sul Web. La rete di partner dell’azienda esamina oltre 600 database e organizzazioni “nascosti” come Ivalua, Jaggaer, Beroe e Noosh, impegnandosi al massimo per acquisire e mantenere le informazioni sui fornitori in continua evoluzione.”Con un’implementazione minima richiesta, TealBook offre una visione avanzata e consolidata dell’intera base di fornitori di un’organizzazione, informazioni preziose, reportistica, ricerca dei fornitori e capacità di sensibilizzazione”, ha aggiunto Lapierre. “TealBook può integrarsi con le soluzioni esistenti di gestione delle risorse aziendali e di e-procurement per automatizzare l’arricchimento dei dati, riducendo i costi e le risorse associati a servizi ricorrenti, integrazioni e portali autoaggiornati dai fornitori. TealBook può anche essere distribuito agli acquirenti in tutta l’organizzazione per accedere a informazioni aggiornate e complete sui fornitori esistenti, nonché per trovare rapidamente fornitori nuovi, diversificati, sostenibili e locali per soddisfare i requisiti sempre più complessi della loro organizzazione.

Concorrenza in crescita
TealBook compete con aziende come Altana AI , una startup che costruisce una base di conoscenza per le reti globali della catena di approvvigionamento. Ha un altro rivale in Paxafe, che offre visibilità nelle catene di approvvigionamento business-to-business con una piattaforma che utilizza l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico per classificare e contestualizzare i dati della catena di approvvigionamento.

Secondo McKinsey & Company, l’adozione dell’IA nelle catene di approvvigionamento può potenzialmente generare un’attività economica globale aggiuntiva di circa 13 trilioni di dollari entro il 2030.

“La pandemia ha messo a nudo le questioni critiche che incidono sugli appalti, poiché le imprese e i governi avevano bisogno di trovare dispositivi di protezione individuale e produzione pivot. Sebbene abbiano speso milioni di dollari in software, non sono stati in grado di accedere ai dati sui fornitori esistenti o alternativi per rispondere abbastanza rapidamente al mercato e alle richieste commerciali esacerbate dalla pandemia”, ha aggiunto Lapierre. “TealBook ha l’opportunità di essere un leader di mercato, aiutando le organizzazioni a ottenere visibilità e approfondimenti sui fornitori con una soluzione pronta all’uso per risolvere il problema dei dati scadenti dei fornitori che influiscono sia sui profitti che sui profitti”.

In una dimostrazione di fiducia degli investitori, TealBook ha raccolto oggi 50 milioni di dollari in finanziamenti di serie B (di cui 10 milioni di dollari di debito) guidati da Ten Coves Capital, BDC Capital, Grand Ventures, RBC Ventures, Reciprocal Ventures, Refinery Ventures, S&P Global, Stand Up Ventures, RTP Global, Workday Ventures, CIBC Ventures e Good Friends. Porta il capitale totale dell’azienda di circa 100 persone raccolto a più di 73 milioni di dollari, che secondo il fondatore e Lapierre verrà utilizzato per accelerare la roadmap dei dati di TealBook, introdurre partnership e integrazioni ed espandere il team per alimentare l’espansione.


“Negli ultimi 12 mesi, TealBook ha visto una crescita del doppio dei clienti aprendo nuovi settori tra cui tecnologia, immobiliare, assicurazioni, beni di consumo confezionati, produzione alimentare, energia e servizi pubblici, a ulteriore dimostrazione che TealBook è una soluzione agnostica del settore”, disse Lapierre. “TealBook ha anche visto una significativa crescita di nuovi e in espansione nei servizi finanziari e nei prodotti farmaceutici”.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi