H2O.ai , con sede a Mountain View, California , che fornisce una piattaforma cloud per lo sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale, ha annunciato oggi di aver raccolto $ 100 milioni in un round di serie E guidato dalla Commonwealth Bank of Australia (CBA) con la partecipazione di Goldman Sachs, Pivot Investment Partners , Crane Venture Partners, Celesta Capital e altri. Porta il totale di H2O raccolto a oltre $ 251 milioni e valuta l’azienda a $ 1,6 miliardi, poiché H2O collabora con CBA per potenziare le capacità di intelligenza artificiale di quest’ultima e generare “risultati migliori per i clienti e la comunità a un ritmo e … scala più rapidi”.

H2O (originariamente Oxdata) è stata fondata nel 2012 da Sri Satish Ambati, che in precedenza ha lavorato come assistente di ricerca presso l’Indian Space Research Organization. È nato da un progetto open source progettato per integrarsi con i flussi di lavoro di data science scritti nel linguaggio di programmazione R. Costretta a licenziare una parte della sua forza lavoro all’inizio, H2O è passata nel 2016 a lavorare a stretto contatto con alcuni importanti clienti e lanciare servizi cloud che potrebbe essere promosso attraverso i canali di vendita e marketing convenzionali.

  
I prodotti di H2O oggi sono progettati per semplificare l’implementazione dell’apprendimento automatico in settori verticali come servizi finanziari, assicurazioni, assistenza sanitaria, telecomunicazioni, vendita al dettaglio, farmaceutica e marketing. L’azienda offre modelli e app predefiniti per casi d’uso come la previsione dell’abbandono dei clienti, il targeting delle vendite, l’ottimizzazione della spesa, il punteggio del rischio di credito, l’antiriciclaggio, la manutenzione predittiva, il monitoraggio dei clienti, il rilevamento di domini dannosi e altro ancora.
“La nostra piattaforma cloud AI offre una vasta gamma di funzionalità che non solo aiutano gli scienziati dei dati a valutare i loro modelli … ma aiutano anche a spiegare [i] modelli agli utenti aziendali e ai dirigenti. Inoltre, la piattaforma integrata ospita e monitora i modelli costruiti e compresi in modo etico, per garantire un successo aziendale continuo”, ha detto Ambati a VentureBeat via e-mail. “Lavoriamo a stretto contatto con i nostri clienti per garantire il successo delle loro iniziative di intelligenza artificiale e siamo in grado di aiutare i nostri clienti a passare da “esperimenti di laboratorio” a un vero valore aziendale”.

AutoML
Il prodotto di punta di H2O, che può essere utilizzato per creare una gamma di modelli e algoritmi statistici, viene eseguito sui cluster di data center esistenti. La sua funzionalità AutoML esegue automaticamente i modelli e i relativi parametri per produrre una classifica dei migliori modelli, sfruttando tecnologie come i sistemi distribuiti e l’elaborazione in memoria per accelerare l’elaborazione dei dati.

H2O guida i clienti attraverso il processo di creazione delle proprie app e servizi basati sull’intelligenza artificiale. Possono creare ricette che estendono la piattaforma e aggiungere funzionalità di amministrazione e collaborazione per la gestione e l’implementazione del modello, come i controlli di integrità e le metriche di data science relative al rilevamento della deriva, al degrado del modello, ai test A/B e agli avvisi per la ricalibrazione e la riqualificazione.

Sopra: dashboard di sviluppo e monitoraggio del modello di H2O.
Per i clienti con requisiti specifici, H2O offre supporto aziendale con formazione, account manager e risoluzione prioritaria dei problemi. I piani di abbonamento includono l’accesso a strumenti per l’orchestrazione di modelli di machine learning su cluster di data center più grandi.

 
H2O ha recentemente collaborato con AT&T per creare e lanciare un feature store AI che gestisce e riutilizza i dati, ospitando e distribuendo le funzionalità necessarie per creare modelli AI. (Nell’apprendimento automatico, le funzionalità – variabili che agiscono come dati di input – vengono utilizzate dai modelli per fare previsioni.) H2O ha anche recentemente annunciato integrazioni della piattaforma con il fornitore di strumenti di analisi dei dati Teradata e la piattaforma di intelligenza artificiale KNIME per consentire “la gestione del flusso di lavoro durante l’intero ciclo di vita della scienza dei dati ”, nelle parole di H2O.

Crescita nell’adozione dell’IA
Man mano che le aziende affrontano i venti contrari della pandemia, tra cui la carenza di lavoratori e le interruzioni della catena di approvvigionamento, si rivolgono sempre più all’intelligenza artificiale per aumentare l’efficienza. Secondo un recente sondaggio di Algorithmia, il 50% delle aziende prevede di spendere di più per l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico nel 2021, con il 20% che afferma che aumenterà “significativamente” i propri budget. In un rapporto del 2020, gli analisti di McKinsey hanno scritto: “[S]alcune aziende stanno acquisendo valore dall’intelligenza artificiale a livello aziendale e molte stanno generando entrate e riduzioni dei costi almeno a livello di funzione”.

Ma le sfide principali relative all’AI rimangono, in particolare quando si tratta di assimilare, elaborare e gestire i dati di addestramento. Gli scienziati dei dati trascorrono la maggior parte del loro tempo a pulire e organizzare i dati . E gli intervistati dell’ultimo rapporto trimestrale sullo stato della cultura dei dati di Alation hanno  affermato che i pregiudizi intrinseci nei dati utilizzati nei loro sistemi di intelligenza artificiale producono risultati discriminatori che creano rischi di conformità per le loro organizzazioni.

ANNUNCIO

Questo è uno dei motivi per cui le piattaforme di sviluppo AI gestite e automatizzate come H2O hanno guadagnato terreno negli ultimi anni. (Il mercato globale di AutoML ha generato $ 270 milioni di entrate nel 2019.) I concorrenti di H2O includono Amazon SageMaker, Azure Cognitive Services e Google Cloud AutoML, nonché startup come DataRobot e Abacus.ai . Ma fino ad oggi H2O è riuscita a conquistare oltre 20.000 organizzazioni come clienti, inclusa oltre la metà delle Fortune 500.

Ad esempio, l’assicuratore di gioielli Jewelers Mutual sta utilizzando la piattaforma di H2O per costruire modelli in grado di identificare quali clienti hanno bisogno di personale di sicurezza fisico aggiuntivo per proteggere il loro inventario durante gli incendi in California. Nationwide, un altro cliente, ha sfruttato gli strumenti di H2O per creare sistemi per la fidelizzazione dei clienti, l’instradamento delle chiamate e la prevenzione delle frodi. E İşbank, una banca privata in Turchia, ha sviluppato modelli per la previsione del reddito, la previsione della liquidità e la previsione del default degli assegni sfruttando le soluzioni di H2O.

Il CEO di CBA Matt Comyn ha affermato che l’investimento in H2O, con 300 dipendenti, aumenterà la capacità della banca di offrire prodotti e servizi basati sull’intelligenza artificiale ai clienti. Nello specifico, prevede che rafforzerà le capacità di analisi della banca e contribuirà a migliorare l’accuratezza predittiva dei suoi modelli esistenti, in modo che CBA possa offrire “soluzioni più personalizzate e mirate” a un ritmo più rapido.

“Uno dei punti di forza di CBA, con la sua ampia quota di mercato e un’ampia copertura in tutti gli aspetti dell’economia australiana, è la grande quantità di dati che conserva in modo sicuro e l’infrastruttura tecnologica di cui dispone per acquisire i dati”, ha affermato Comyn in una stampa pubblicazione. “I clienti si fidano di noi per usarlo a fin di bene e questa partnership ci aiuterà ad accelerarlo”.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi