Home / AI tecnologia / I migliori prodotti di Google Assistant al CES 2019

I migliori prodotti di Google Assistant al CES 2019

Era prima su telefoni Android, poi su altoparlanti intelligenti, e ora Google Assistant è compatibile con qualsiasi cosa, dai televisori alle docce. Di fatto, l’assistente vocale di Google è diventato così popolare che la società ha recentemente annunciato che si aspetta che la funzione venga installata presto su un miliardo di dispositivi .

Quel numero è 10 volte più grande dei 100 milioni di dispositivi Alexa annunciati recentemente da Amazon . Ma Google sta contando milioni di telefoni Android in cui le persone potrebbero non utilizzare effettivamente Assistente. La domanda più grande è: quali tipi di dispositivi vengono forniti con Assistente a bordo come caratteristica chiave? Questa settimana ne abbiamo visti di nuovi.

Ecco le nostre scelte per i dispositivi più interessanti con Assistant che sono stati annunciati al CES 2019.

ALTOPARLANTI INTELLIGENTI TRADIZIONALI
Iniziamo con gli altoparlanti intelligenti, perché è lì che i voice assistant hanno trovato una casa dopo aver fatto il salto dagli smartphone.

Il più grande annuncio è venuto da Sonos, che era finalmente pronto a mostrare il supporto di Google Assistant sui suoi ultimi oratori. Sebbene l’integrazione sia ancora in beta, sembra funzionare , e verrà aggiunta a Sonos Beam in aggiunta a Sonos One.

Sonos ha mostrato il tanto atteso supporto di Google Assistant durante lo show. Foto di Amelia Holowaty Krales / The Verge
Quando Sonos ha annunciato il suo primo oratore intelligente, Sonos One, a ottobre 2017, ha promesso di essere il primo a supportare sia Alexa sia Google Assistant sullo stesso dispositivo. Sonos One è stato lanciato con Alexa e Sonos ha dichiarato che prevede di aggiungere Google Assistant tramite un aggiornamento nel 2018, che è stato rinviato a quest’anno. Non ci sono parole per una data esatta di rilascio, ma con i beta test che stanno accadendo ora, l’aggiornamento gratuito di Sonos spera non sarà troppo lontano.

L’altoparlante di debutto di House of Marley è realizzato in bambù e alluminio. Immagine: House of Marley
Nel frattempo, The House of Marley Get Together Mini è un altro dispositivo tradizionale di Google Assistant. Fondamentalmente, è un altoparlante intelligente alimentato a batteria. Puoi impostare il tuo assistente vocale per ascoltare una parola sveglia, e c’è una porta USB Type-A sul retro se vuoi che si carichi uno degli altri tuoi dispositivi.

Il punto in cui la Get Together Mini differisce è nella sua costruzione, che consiste in bambù, alluminio e un tessuto fatto di canapa, cotone e plastica riciclata. House of Marley sostiene che l’oratore è composto da alcune delle più alte percentuali di materiali sostenibili di qualsiasi oratore intelligente di Google Assistant.

DISPLAY INTELLIGENTI
Google ha annunciato per la prima volta l’iniziativa Smart Display al CES 2018 e nel 2019 sono stati annunciati una serie di nuovi dispositivi, ognuno con un caso d’uso specifico in mente.

Smart Clock di Lenovo è un display intelligente più compatto progettato per le camere da letto. Il suo schermo da 4 pollici potrebbe non essere il tipo di cosa su cui guarderai i video di YouTube, ma ha le dimensioni giuste per impostare allarmi, ottenere informazioni sugli eventi del calendario o mostrarti semplici informazioni sul tuo tragitto giornaliero. Fondamentalmente, non ha una fotocamera, a differenza del Amazon Echo Spot .

Smart Clock di Lenovo è fatto per la camera da letto. Foto di Nick Statt / The Verge
Nel frattempo, KitchenAid ha debuttato un display intelligente progettato per la cucina con un grado di resistenza all’acqua che dovrebbe proteggerlo da quasi tutte le fuoriuscite di cibo che è possibile inviare. Avrà accesso alle ricette integrate della sorella di marca Yummly. Per lo più, siamo qui solo per la rassicurazione che non dovremo sostituire il nostro costoso gadget da cucina ogni volta che un frullatore trabocca.

Attaccando al tema della cucina, GE ha prodotto un touchscreen da 27 pollici che è stato realizzato per essere montato sopra la stufa. Come dispositivo Android più o meno completo, il touchscreen può essere utilizzato per qualsiasi cosa, dalla ricerca di ricette a un po ‘di Netflix mentre cucini. Il suo prezzo parte da $ 1,199, ma sfortunatamente manca della resistenza all’acqua dello Smart Display di KitchenAid.

TV E SOUNDBAR
Un sacco di televisori come LG e Sony hanno già Google Assistant integrato, ma Samsung ha resistito fino ad ora, preferendo mantenere le cose in famiglia con il proprio assistente Bixby. Per fortuna, con i suoi modelli 2019, ora è cambiato , e ora entrambi gli assistenti sono supportati su tutta la gamma.

Se non vuoi dover acquistare una TV completamente nuova solo per ottenere supporto per Assistente Google, un aggiornamento del set-top box esterno potrebbe avere tutto ciò che ti serve. Dish ha annunciato che i suoi ricevitori e DVR di Hopper avranno presto integrato l’assistente vocale , il che significa che è possibile utilizzare il telecomando vocale per cercare contenuti TV o controllare altri dispositivi intelligenti.


La JBL Link Bar non è stata effettivamente annunciata al CES quest’anno – abbiamo avuto il primo assaggio di questo ritorno all’I / O di Google nel 2018 – ma la compagnia ha finalmente annunciato il prezzo e la data di uscita alla fiera di quest’anno. Parte altoparlante intelligente e set-top box parziale, l’audio della soundbar non può essere controllato solo da Assistente Google, ma può anche mostrare video su una TV collegata, e può anche sovrapporre le informazioni di Google in cima. La barra di collegamento JBL sarà finalmente disponibile nella primavera del 2019 per $ 399,95.

Insieme a JBL, Klipsch e LG avevano anche alcune soundbar di supporto di Google Assistant. La Klipsch Bar 40G è una soundbar da 40 pollici che dispone di una porta HDMI per il collegamento alla TV. C’è anche il 48-inch Klipsch 48W, ma questo è “compatibile con” l’assistente vocale piuttosto che averlo integrato. Ciò significa che la sua funzionalità intelligente si estende solo fino a far sì che l’Assistente di Google riproduca la musica in streaming. Nel frattempo, la gamma di soundbar LG SL10, SL9 e SL8 includerà anche l’assistente.

Klipsch non ha annunciato esattamente quanto costerà ogni soundbar quando inizieranno a vendere questa primavera, ma ha detto che i prezzi per la formazione inizieranno a $ 299, mentre i prezzi della soundbar di LG non saranno ancora annunciati.

Le soundbar (come questo modello di Klipsch) sono diventate una casa sempre più popolare per gli assistenti vocali. Immagine: Klipsch
ASSISTENTI VOCALI PER LA TUA AUTO
Sebbene la maggior parte di questi prodotti sia progettata per utilizzare Google Assistant per controllare i dispositivi nella tua casa, JBL Link Drive e Anker Roav Bolt sono progettati per portare l’assistente vocale nella tua auto. Entrambe si collegano all’accendisigari per caricare e trasmettono l’audio allo stereo della tua auto tramite Bluetooth o un tradizionale jack da 3,5 mm.

Il JBL Link Drive si ricarica dall’accendisigari dell’auto e invia l’audio allo stereo. Foto: JBL / Harman
Una volta collegati, potrai accedere alla piena funzionalità di Assistente Google, il che significa che puoi controllare la tua musica, la navigazione e persino inviare alcuni messaggi, il tutto senza togliere le mani dal volante o gli occhi dalla strada.

Il Roav Bolt costerà $ 50 quando verrà lanciato il mese prossimo, mentre il Link Drive di JBL è leggermente più costoso a $ 60 e dovrebbe essere rilasciato questa primavera.

ASSISTENTI VOCALI PER IL TUO BAGNO
Kohler aveva un intero bagno intelligente da esibire al CES di quest’anno, ma sfortunatamente, il suo WC intelligente Numi 2.0 è compatibile solo con Alexa, quindi dovremo limitare la discussione al suo mirror a comando vocale, che ha un modello di Assistente Google lancio a breve. Sarà disponibile a partire da $ 1,249 per il modello da 24 pollici o $ 1,624 per il modello da 40 pollici completo.

Lo specchio di Kohler ha luci che possono essere controllate con la tua voce. Immagine: Kohler
Un altro specchio intelligente ci viene da Capstone , ma a differenza del modello di Kohler, questo in realtà include un touchscreen, che lo rende qualcosa di un ibrido tra uno specchio intelligente e uno schermo intelligente. Oltre a guardare i video e a controllare il meteo, lo schermo del mirror è anche sensibile al tocco, quindi puoi anche comporre e-mail mentre inizi al lavandino del tuo bagno.

Non si sa ancora quale sarà il costo previsto per gli specchi, ma ci saranno modelli da 19 pollici e 22 pollici e saranno disponibili entro la fine dell’anno.

Infine, Mirror Hi-Fi di Simplehuman è la terza gamma di mirror intelligenti equipaggiati da Google Assistant che è stata annunciata al CES quest’anno. Non ha il touchscreen completo presente su Capstone Smart Mirror, ma è anche una frazione del costo con prezzi che partono da $ 350. Lo specchio è inoltre dotato di luci che la compagnia sostiene siano in grado di simulare la luce del sole.

Moen ha aggiunto il controllo Google Assistant alla sua doccia intelligente. Immagine: Moen
Infine, la doccia intelligente U by Moen ha ottenuto il supporto di Google Assistant quest’anno , dopo l’aggiunta di Alexa nel 2018. Oltre a attivare e disattivare la doccia, puoi anche impostarla alla temperatura desiderata usando solo la tua voce.

IL RIPOSO…
C’erano molti altri gadget di Google Assistant che non rientrano in nessuna categoria chiara. Lutron aveva un nuovo controller per i fan che può essere controllato con l’Assistente Google , Daikin aveva un termostato intelligente , Gourmia annunciò tre nuovi elettrodomestici da cucina compatibili con Assistant e Orbit aggiunse il supporto di Google Assistant per il suo sistema di irrigazione intelligente .

Google ha avuto un prototipo di schermo E Ink che può ricevere comandi da un altoparlante intelligente. Foto di Dieter Bohn / The Verge
Esiste già una vasta gamma di diversi dispositivi Google Assistant, ma un piccolo prototipo di Google ha suggerito che presto potrebbero essere in arrivo molti altri. Alla fiera, la compagnia stava mostrando un piccolo schermo E Ink , che è un prototipo di ciò che Google spera un giorno sarà una nuova classe di dispositivi intelligenti.

Piuttosto che riempire le smart direttamente, l’idea è che saranno in grado di prendere input da uno speaker intelligente Google Assistant a tutti gli effetti. Chiedete a un oratore del vostro tragitto giornaliero, e uno schermo a bassa potenza montato sul vostro frigorifero potrebbe dirvi del traffico che probabilmente incontrerete, per esempio.

Potremmo aver visto un sacco di hardware di Google Assistant al CES di quest’anno, ma abbiamo appena scalfito la superficie per ciò che Google ha pianificato per il suo assistente vocale.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi