Home / Economia / IDC : si spenderanno 342 milioni di dollari per l’intelligenza artificiale

IDC : si spenderanno 342 milioni di dollari per l’intelligenza artificiale

IDC: la spesa per l’IA raggiungerà i 342 miliardi di dollari nel 2021 

Le imprese potrebbero spendere quasi $ 342 miliardi per AI software, hardware e servizi nel 2021. Quel secondo l’ultima edizione del Tracker Worldwide semestrale Intelligenza Artificiale di IDC, che prevede che il mercato AI accelererà nel 2022, con il 18,8% di crescita, e rimanere su pista per superare la soglia dei 500 miliardi di dollari entro il 2024.

  

Per il suo rapporto, IDC ha intervistato oltre 700 grandi imprese in un totale di 27 paesi e cinque altre regioni. Sebbene il rapporto suggerisca che il panorama competitivo dell’IA rimane altamente frammentato, il 2020 è stato l’anno che ha rafforzato il valore dell’IA aziendale, secondo Ritu Jyoti di IDC.

“La rottura è inquietante, ma può anche fungere da catalizzatore per l’innovazione e la trasformazione. Ora siamo entrati nel dominio del lavoro e delle decisioni potenziati dall’intelligenza artificiale in tutte le aree funzionali di un’azienda”, ha affermato in una nota Jyoti, vicepresidente del gruppo per la ricerca sull’intelligenza artificiale e l’automazione. “La creazione e l’uso responsabili di soluzioni di intelligenza artificiale in grado di rilevare, prevedere, rispondere e adattarsi rapidamente è un importante imperativo aziendale”.

 

Tra software, servizi e hardware di intelligenza artificiale, il software, che include applicazioni come la gestione del ciclo di vita e soluzioni di gestione delle relazioni aziendali, piattaforme e controlli dell’infrastruttura di sistema, occupa l’88% del mercato complessivo dell’IA, secondo IDC. Si prevede che il software per il ciclo di vita dell’IA crescerà più rapidamente all’interno del segmento delle piattaforme di intelligenza artificiale, riflettendo la crescente necessità di soluzioni di governance, sviluppo e manutenzione. Tuttavia, in termini di espansione, si prevede che il mercato dell’hardware AI crescerà più rapidamente nei prossimi anni, mentre si prevede che i servizi AI diventeranno la categoria in più rapida crescita dal 2023 in poi.

Crescita nei servizi di intelligenza artificiale
IDC stima che il mercato dei servizi di intelligenza artificiale e le sue sottocategorie, servizi IT e servizi aziendali, abbiano raggiunto un valore di 19,4 miliardi di dollari nel 2020, rappresentando l’aumento più significativo relativo all’hardware e al software. Ad esempio, IBM, Accenture e Tata Consultancy Services hanno registrato ricavi per oltre 1 miliardo di dollari nel 2020. Per il 2021, i servizi di intelligenza artificiale dovrebbero crescere del 19,3%, secondo IDC, raggiungendo un tasso di crescita annuale composto (CAGR) di 21% nei prossimi cinque anni.

L’hardware AI, in particolare server e storage, rappresenta la porzione più piccola del mercato AI più ampio, con una quota del 5%, secondo IDC. Tuttavia, si prevede che crescerà più velocemente nel 2021, al 29,6% anno su anno, e manterrà il miglior punto di crescita nel 2022. Nei prossimi cinque anni, IDC stima che l’hardware AI raggiungerà un CAGR del 19,4%, con aziende come Dell, HPE, Huawei, IBM, Inspur e Lenovo erano pronti ad essere i grandi vincitori. Nel 2020, ciascuna delle società ha generato oltre $ 500 milioni nel mercato dei server AI, osserva il rapporto IDC.

 

Altri rapporti concordano con la scoperta di alto livello di IDC: le tecnologie AI stanno diventando prevalenti nelle imprese di tutto il mondo. Mentre il tasso di adozione varia tra le imprese, la maggior parte di loro – 95% in un recente Globale S & P rapporto – considera AI di essere importante nei loro sforzi di trasformazione digitale. I vantaggi potrebbero essere enormi. McKinsey prevede che la sola automazione potrebbe aumentare la crescita della produttività a livello globale dallo 0,8% all’1,4% all’anno.

“L’IA è emersa come una componente essenziale dell’impresa futura, alimentando la domanda di partner di servizi per aiutare le organizzazioni a superare i numerosi ostacoli che si frappongono tra i progetti pilota e l’IA aziendale”, ha dichiarato in un comunicato stampa il responsabile della ricerca IDC Jennifer Hamel. “La richiesta da parte dei clienti di competenze nello sviluppo di soluzioni AI di livello produttivo e nello stabilire la giusta organizzazione, piattaforma, governance, processi aziendali e strategie di talento per garantire l’adozione sostenibile dell’AI su larga scala guida l’espansione sia nei servizi IT che nei segmenti dei servizi aziendali”.

 

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi