Il 2021 è l’anno dei veicoli autonomi

Mentre il 2020 è stato un anno di successo per l’Intelligenza Artificiale (AI), in particolare i sottocampi del Machine Learning (ML) che sono Deep Learning e Reinforcement Learning , c’è un settore che è all’apice dell’adozione da parte del mercato di massa ed è quello dei veicoli autonomi.

Sebbene l’autopilota di Tesla sia stato introdotto per la prima volta nel settembre 2014 , non si qualifica ancora per la guida autonoma di livello 5 completo. Il livello 5 è definito come Full Driving Automation. Il livello 4 è definito come automazione di guida elevata e la versione corrente dell’autopilota Tesla sarebbe meglio definire come automazione della guida condizionale di livello 3. Ciò richiede ancora che l’essere umano sia vigile per prendere il controllo del veicolo.

Pietre miliari del 2020
Il 2020 è stato un anno estremamente positivo per i veicoli autonomi, da ottobre 2020 Waymo consente ai clienti di chiamare veicoli senza conducente utilizzando un servizio chiamato WAYMO ONE e il feedback dei motociclisti è stato straordinariamente positivo. Non sono stati segnalati incidenti di guida pericolosa o anche di strani errori. Per essere precisi, WAYMO ONE è la guida autonoma di livello 5 completo. Questi servizi consentono a chiunque in Metro Pheonix di scaricare l’app Waymo e fare un salto . Questo non è diverso dal guidare su un Uber o un Lyft, con la differenza principale che non c’è nessun guidatore, e in particolare non c’è nessun guidatore di sicurezza da prendere in consegna in caso di problemi.

A differenza di Tesla, Waymo sfrutta la tecnologia Lidar . I vantaggi di Lidar sono che offre un campo visivo di 95 gradi rispetto alle telecamere tradizionali che offrono un campo visivo di 30 gradi. Lo svantaggio di Lidar è che è più costoso delle fotocamere tradizionali. Analogamente a qualsiasi altra nuova tecnologia, maggiore sarà l’adozione da parte del mercato di massa, più il costo di Lidar diminuirà a causa delle economie di scala.

Mentre Waymo ha implementato con successo una delle prime reti di condivisione di corse senza conducente, anche altre società hanno compiuto progressi significativi nel 2020, tra cui AutoX di Alibaba. Questo dicembre hanno riferito per la prima volta che la flotta di 25 veicoli autonomi nella città cinese di Shenzhen non ha autisti di sicurezza al seguito. Sono stati inoltre segnalati i piani di espansione entro sei mesi in 10 città a livello globale.

Un altro traguardo importante è che Amazon ha acquistato Zoox per $ 1,2 miliardi all’inizio del 2020. Amazon ha dichiarato che le due società lavoreranno insieme per progettare veicoli autonomi per il trasporto di auto da zero, dando priorità prima alle esigenze dei passeggeri.

Proiezioni del settore 2021
Le notizie per il 2021 si stanno dimostrando promettenti sul fronte dei veicoli autonomi, alcune delle principali notizie includono Walmart che annuncia l’inizio di operazioni veramente senza conducente nella loro città natale di Bentonville, Arkansas a partire dal 2021. Ciò è dopo che avevano percorso in precedenza 70.000 miglia operative in modalità autonoma con un driver di sicurezza. Per iniziare, pianificano una flotta senza conducente su una rotta specifica in Arkansas, per poi espandere le operazioni in una seconda località in Louisiana. Non ci vuole molto a pensare in avanti per rendersi conto che questo si espanderà presto al resto del paese, con l’unico probabile ostacolo che sono le normative statali e cittadine locali.

Più importante per l’adozione da parte del mercato di massa è stato l’annuncio che Tesla rilascerà la sua funzione di “guida completamente autonoma” come abbonamento all’inizio del 2021. La guida completamente autonoma è ancora una beta molto precoce che consente ai conducenti di gestire automaticamente le strade della città, i semafori , rotatorie e svolte stradali. Dalla nostra impressione si tratta di una tecnologia di livello 4 (High Driving Automation) vicina al livello 5 (full driving automation).

Un altro esempio di potenziale concorrente nello spazio è GreenPower Motor Company Inc, un produttore e distributore leader di veicoli elettrici medi e pesanti a emissioni zero. Recentemente hanno annunciato la consegna della prima stella elettrica completamente autonoma alla Jacksonville Transportation Authority (JTA) in collaborazione con Perrone Robotics. L’inizio della guida è previsto all’inizio del 2021.

Pericoli di livello 4
Senza dubbio i veicoli senza conducente sono molto più sicuri dei veicoli guidati da persone. Statisticamente parlando, avere un veicolo impegnato con il pilota automatico provoca collisioni con un’incidenza di gran lunga inferiore rispetto agli operatori umani. Gli incidenti con pilota automatico Tesla sono segnalati 1 su 4.530.000 miglia guidate; rispetto agli incidenti negli Stati Uniti Media: 1 su 479.000 Miglia guidate.

Poiché i veicoli autonomi utilizzano l’apprendimento per rinforzo profondo e altre tecnologie di apprendimento automatico proprietarie, più miglia si percorrono, più dati vengono raccolti e più l’algoritmo migliora se stesso. A differenza degli umani che imparano solo dalla propria esperienza personale passata, una Tesla impara sempre. Un Tesla può apprendere un nuovo caso limite nel Wyoming e applicare la logica di quell’esperienza appresa a un nuovo incontro in Delaware. In altre parole, più Tesla sono in viaggio, più l’IA avanza a un ritmo esponenziale.

A questo punto sappiamo che i veicoli autonomi sono più sicuri, a differenza degli umani non consumano alcol, non si arrabbiano né si sonnolenza. Il pericolo attuale è il periodo di transizione tra il disinserimento di un sistema di autopilota e l’assunzione da parte di un uomo del compito di guidare. E qui sta il pericolo della guida autonoma di livello 4, il fatto che ci sia un guidatore umano nel veicolo che ad ogni aggiornamento del software sta diventando più dipendente dall’IA e più compiacente delle proprie responsabilità. Il pericolo è la tendenza umana ad appisolarsi, a non prestare attenzione, ad addormentarsi o ad essere distratti.

L’attuale pericolo dietro ai veicoli autonomi è la transizione avanti e indietro tra AI e conducente, ecco perché presto vedremo un’industria spingere per una rapida transizione dal livello 4 al livello 5 di autonomia al fine di migliorare la sicurezza stradale per tutti. Prima ciò accade, meglio è, dopo tutto perché una città dovrebbe scegliere di mettere in pericolo i passeggeri avendo a bordo un autista umano, quando un anti-pilota è molto più sicuro e meno capriccioso?

Sommario
I veicoli senza conducente sono più convenienti a causa di vari fattori convergenti. Una riduzione del numero di conducenti è la riduzione dei costi più evidente, ma ci sarà una riduzione delle tariffe assicurative per le aziende. Le imprese inizieranno presto a richiedere premi assicurativi ridotti a causa degli enormi vantaggi in termini di sicurezza di avere un veicolo autonomo. Le città alla fine offriranno anche vantaggi premium ai proprietari di veicoli autonomi, poiché ogni collisione evitata è una potenziale degenza ospedaliera in meno. Questo è particolarmente vero nei paesi più socialisti come il Canada e le nazioni europee che offrono assistenza sanitaria gratuita.

Alla fine le imprese si affretteranno a rimuovere dall’equazione la più grande responsabilità in una flotta, l’autista. Senza il conducente, l’IA può quindi navigare nelle strade nel modo più efficiente dal punto di vista energetico, con una significativa riduzione degli incidenti e un miglioramento della velocità di consegna.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi