Home / Economia / La rete di Edge computing Macrometa raccoglie 20 milioni di dollari

La rete di Edge computing Macrometa raccoglie 20 milioni di dollari

Macrometa , un cloud di edge computing e una rete di dati globale per sviluppatori, ha annunciato oggi di aver raccolto 20 milioni di dollari in un round di serie A guidato da Pelion Venture Partners. Le fonti riportano una valutazione post-soldi compresa tra $ 100 milioni e $ 500 milioni. L’aumento porta il finanziamento totale di Macrometa fino ad oggi a $ 30 milioni e sarà destinato all’espansione delle operazioni in tutto il mondo, afferma il cofondatore e CEO Chetan Venkatesh.

La domanda di infrastrutture perimetrali sta accelerando in un mondo post-pandemia. Secondo l’edizione più recente del rapporto annuale State of the Edge della Linux Foundation , le aziende stanno ridefinendo le priorità dei loro sforzi di trasformazione digitale per tenere conto di una forza lavoro più distribuita e di una maggiore necessità di automazione. Ciò potrebbe intensificare l’implementazione di nuove tecnologie come il 5G wireless e i veicoli autonomi, ma avrà anche un impatto su quasi tutti i settori dell’economia, dalla produzione industriale all’automazione e all’assistenza sanitaria.

 

Fondata nel 2017 da Venkatesh e Durga Gokina, Macrometa con sede a Palo Alto, in California, mantiene una rete cloud serverless, simultanea e basata su eventi in 175 regioni periferiche a livello globale. L’azienda alimenta database in tempo reale, analisi dei flussi, query istantanee e funzionalità di ricerca per app e backend API, consentendo agli sviluppatori di suddividere in livelli, memorizzare nella cache, elaborare e servire i dati dall’edge.

“Venkatesh e Gokina sono veterani di diverse startup di infrastrutture dati negli ultimi 20 anni e hanno lavorato insieme per quasi un decennio. Hanno collaborato alla creazione di uno dei primi acceleratori di dati di storage software-defined del settore presso la precedente startup di storage dei dati di Chetan, Atlantis Computing”, ha detto un portavoce a VentureBeat via e-mail. “Chetan, Durga e una manciata di primi ricercatori e ingegneri hanno trascorso diversi anni a ricercare e convalidare nuove strutture di dati … e un approccio che utilizza una tecnica chiamata tipi di dati replicati senza conflitti (CRDT) per creare copie di dati per un’elaborazione più rapida a livello globale. Questo costituisce la base per il servizio cloud di Macrometa.”

Tecnologia
Fondamentalmente, l’architettura di Macrometa è una sorgente di eventi distribuita con un motore di visualizzazione e replica. La rete fornisce un modello adattivo che consente agli sviluppatori di definire la coerenza con granularità per ottenere diversi livelli di isolamento, a seconda delle proprie esigenze. Macrometa gestisce e unisce le modifiche apportate attraverso la rete per mantenere un’unica versione della verità, rispondendo alle richieste di lettura e aggiornamento pur mantenendo viste coerenti dei dati in tutto il mondo.

Macrometa afferma di poter migliorare le latenze e scalare in modo elastico per soddisfare le esigenze delle app “web-scale”, consentendo letture e scritture localmente in tutte le posizioni in parallelo. La rete non richiede all’utente di sapere quali dati devono essere collocati in quale posizione o di riprogettare l’intero schema ogni volta che desidera aggiungere o rimuovere una posizione. Macrometa afferma di poter servire query, letture e scritture su app con meno di 50 millisecondi di tempo totale di andata e ritorno dal client a un database edge e viceversa.

“Le odierne architetture cloud sono troppo costose e troppo lente per gestire le esigenze in tempo reale dell’analisi rapida dei dati aziendali. E quindi potrebbe essere necessaria un’architettura basata su nuove strutture di dati per risolvere questo problema… L’edge cloud di Macrometa consente a qualsiasi applicazione cloud di essere eseguita in centinaia di data center regionali in parallelo più vicino a fonti di dati e utenti e dispositivi che eseguono app basate sui dati invece di in una lontana regione nuvolosa”, ha aggiunto il portavoce. “Siti web, e-commerce e clienti di media e contenuti utilizzano Macrometa per ridimensionare le loro applicazioni con analisi dei dati in tempo reale per far fronte all’aumento della domanda e ai cambiamenti secolari nel consumo dei loro servizi con una frazione del ridimensionamento della stessa app nel cloud”.

 

Venkatesh afferma che Macrometa, che impiega circa 61 persone, nell’ultimo anno ha visto un’adozione “significativa” da parte di clienti aziendali globali, fornitori di telecomunicazioni 5G e fornitori di servizi web e software-as-a-service. Nel 2020, le entrate ricorrenti annuali (ARR) erano dei “milioni a una cifra” e Venkatesh afferma che sono aumentate di 3 volte nel 2021.

“Abbiamo avviato Macrometa con la profonda convinzione che le odierne architetture e piattaforme cloud iperscale centralizzate non siano abbastanza buone per risolvere le sfide di un mondo basato sui dati in tempo reale”, ha detto Venkatesh a VentureBeat. “È necessaria una nuova architettura dei dati per trasformare istantaneamente i dati in conoscenza, intuizione e saggezza: un cloud edge. Il mondo merita un cloud migliore, un cloud perimetrale per queste nuove esigenze e Macrometa è il nuovo cloud perimetrale”.

Anche gli investitori esistenti DNX Ventures, Benhamou Global Ventures, Partech Partners, Fusion Fund, Sway Ventures e Shasta Ventures hanno partecipato all’ultimo round di finanziamento di Macrometa.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi