Home / Economia / Le previsioni sul 2021 di Micron Technology su 5G AI e Scienza dei Dati

Le previsioni sul 2021 di Micron Technology su 5G AI e Scienza dei Dati

Previsioni Micron per il 2021 per 5G, AI e Data Science

Micron Technology è leader mondiale nell’innovazione di soluzioni di memoria e archiviazione che accelerano la trasformazione delle informazioni in intelligenza, ispirando il mondo a imparare, comunicare e avanzare più velocemente che mai.

I Thought Leaders di Micron avevano le seguenti previsioni per il 2021 da condividere:

Steve Pawlowski, Vicepresidente aziendale di Micron per le soluzioni di elaborazione avanzata e le soluzioni di memoria emergenti
L’intelligenza artificiale diventerà più precisa e più onnipresente e, inizieremo a vederla colmare più lacune per compiti semplici in cui le persone tradizionalmente direbbero “Perché mai dovrei usare un algoritmo di intelligenza artificiale per questo?” Ad esempio, i negozi di alimentari potrebbero utilizzare telecamere abilitate AI che controllano periodicamente se uno scaffale è vuoto e, in tal caso, avvisa un impiegato di rifornire. In un mondo post-COVID, vedremo più aziende che adottano l’intelligenza artificiale per casi d’uso come questi per creare esperienze contactless che riducono le interazioni faccia a faccia non necessarie. Vedremo anche l’IA che si sposta in infrastrutture come data center e stazioni base di telecomunicazioni man mano che gli algoritmi di rete neurale diventeranno più abili nella correzione e nel recupero degli errori.

Avrai algoritmi di intelligenza artificiale per compiti semplici e singolari e algoritmi sofisticati per mappare il cervello umano. L’intelligenza artificiale così agile richiede una quantità significativa di larghezza di banda della memoria e, quando si aggiunge larghezza di banda della memoria, si aggiunge potenza: i ricercatori hanno scoperto che l’addestramento di un singolo modello di intelligenza artificiale può emettere 5 volte le emissioni di carbonio a vita di un’auto americana (inclusa la produzione) .

Questi immensi requisiti di alimentazione non sono sostenibili se l’intelligenza artificiale deve essere pervasiva nella nostra società, sia in termini di data center che del nostro pianeta. Nei prossimi anni, vedremo i giocatori dell’ecosistema esplorare nuovi modi per potenziare l’IA in modo efficiente dal punto di vista energetico. Ciò potrebbe prendere l’architettura AI e spostarla più vicino alla memoria impilando la memoria in un pacchetto 3D in cima alla logica. Al di là dell’hardware, oggi c’è molta larghezza di banda e dati che stiamo lasciando sul tavolo, il che significa enormi quantità di energia sprecata. Quindi, negli anni a venire, vedremo un aumento dei tecnologi che analizzano come perfezionare gli algoritmi di intelligenza artificiale per ottenere le prestazioni più elevate possibili, ma con livelli di potenza estremamente avari. Fondamentalmente, sta estraendo informazioni da ogni bit di dati per garantire che non vada sprecato.

Raj Talluri, Senior Vice President e General Manager della Mobile Business Unit di Micron
Il 5G prende il volo in un nuovo e coraggioso mondo socialmente distante: nel 2021, vedremo vantaggi a breve termine nei dispositivi mobili, in particolare con l’implementazione delle reti 5G quest’anno, che accelererà a livello globale. Le alte velocità e le basse latenze consentiranno alle persone di fare davvero il multitasking con i loro telefoni come hub. I consumatori saranno in grado di riprodurre in streaming un videogioco multiplayer ad alta definizione sul proprio televisore mentre chattano video, inviano messaggi di testo e lavorano contemporaneamente sul telefono. Con tutte queste esigenze mobili ricche di dati, nel 2021, assisteremo a una maggiore richiesta di memoria a basso consumo come LPDDR5, che sarà fondamentale per tenere il passo con comportamenti ad alta intensità di calcolo senza scaricare la batteria.

Più avanti nei prossimi anni, vedremo il 5G abilitare la telemedicina, il tele-apprendimento e l’intrattenimento virtuale nuovi e migliorati. La pandemia ci ha già costretti ad abbracciarli, ma è chiaro che l’infrastruttura ottimale non c’è. Man mano che il 5G diventa una realtà e il cambiamento culturale verso l’allontanamento sociale persiste, potremmo vederlo abilitare video ad alta risoluzione 4K / 8K per la telemedicina, insegnanti personalizzati basati su IA in classi virtuali e riunioni Zoom senza ritardi. Nel 2021 e oltre, il 5G potrebbe alimentare esperienze contactless creative nel settore della vendita al dettaglio e dell’ospitalità, nonché esperienze interattive di sport e intrattenimento. Immagina esperienze di calcio coinvolgenti, a 360 gradi e virtuali, tutte abilitate da sei telecamere che riprendono la stessa scena,

D’altro canto, la promessa che il 5G rivoluzionerà le nostre vite immediatamente o addirittura entro la fine del prossimo anno è sovrastimata. Lo sviluppo di casi d’uso dirompenti richiederà tempo, forse cinque anni. Innanzitutto, l’infrastruttura 5G di base, la memoria e lo storage devono essere presenti, quindi arriveranno quelle applicazioni dirompenti.

Raj Hazra, Vicepresidente senior Micron per i prodotti emergenti e la strategia aziendale
La pandemia ha permesso di dimostrare la validità dell’ipotesi catalizzando la trasformazione digitale. Mentre le riunioni diventano virtuali, i dati in streaming sono esplosi. E all’improvviso, i modelli di autoapprendimento dell’IA sembrano meno rischiosi. In passato, un CIO diceva: “Sarebbe fantastico farlo, ma non posso assumermi questi rischi”. Questa tolleranza al rischio è cambiata perché hanno dovuto apportare le modifiche.

Nel 2021, la prevalenza del lavoro remoto, anche post-pandemia, continuerà ad accelerare le capacità nel cloud. Ciò stimolerà un interesse senza precedenti per i sistemi componibili disaggregati, quindi non ci sono risorse sprecate in un ambiente con over-provisioning. Questo passo verso la razionalizzazione delle risorse sarà fondamentale per ridurre il crescente impatto ambientale dell’IT. Ad esempio, si prevede che la tecnologia dell’informazione e della comunicazione utilizzerà già il 20% dell’elettricità mondiale entro il 2030 . Mentre le aziende cercano di incorporare la sostenibilità nella strategia aziendale e ridurre l’OpEx per carichi di lavoro ad alta intensità di calcolo come l’intelligenza artificiale e il calcolo ad alte prestazioni, assisteremo all’aumento della domanda di memoria e storage a risparmio energetico.

I confini tra memoria e archiviazione si confonderanno: nel 2021 l’AI-as-a-Service diventerà mainstream, l’intelligenza migrerà verso i confini e il 5G prenderà vita. Questo promuoverà cambiamenti fondamentali nel modo in cui i sistemi server sono progettati. La memoria si estenderà in più zone e diventerà una risorsa condivisa. E archiviazione e memoria si fonderanno. Non penserai più “DRAM per la memoria e NAND per l’archiviazione”, perché una NAND più veloce creerà la capacità di usarla come memoria.

Le secolari richieste di “Otteniamo una generazione in più di DRAM più veloce” o “Otteniamo memoria meno costosa a capacità più elevate” stanno scomparendo. Man mano che le richieste di dati si complicano, vedremo le aziende chiedersi: “Possiamo ottenere memoria con metà della potenza della DRAM” o “Possiamo ottenere memoria con un’interfaccia diversa da mettere in comune tra i server?” Il vero interesse è nell’innovazione al di là di CPU e GPU. Nel 2021, vedremo le aziende alla ricerca di nuovi tipi di soluzioni come la memoria di classe storage e la virtualizzazione della memoria per soddisfare queste esigenze in continua evoluzione.

Kris Baxter, Vicepresidente aziendale e Direttore generale della divisione Embedded di Micron
Per il 2021, metti da parte l’autonomia per un secondo e pensa ai sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS). COVID ha frenato l’adozione aggressiva che avremmo potuto vedere diversamente nello spazio della mobilità; le persone sono titubanti riguardo ai trasporti pubblici e al ridesharing. Siamo anche molto lontani dall’avere la tecnologia per essere completamente autonomi. Abbiamo visto Tesla allontanarsi dalle affermazioni autonome ed evidenziare ADAS di Livello 2 e Livello 3. Vediamo un aumento in quello spazio: controllo della velocità adattivo, mantenimento della corsia, frenata automatica, sistemi di monitoraggio del conducente. Il mercato globale sarà molto forte nel 2021, non per i veicoli autonomi, ma per la digitalizzazione dell’abitacolo.

Crediamo ancora che i veicoli autonomi entreranno per primi nell’impresa: robo-taxi, applicazioni di autotrasporto a lungo raggio, aree che possono permettersi i costi associati all’autonomia.

E con l’esplosione dei dati automobilistici, assisteremo anche a uno spostamento verso la centralizzazione del calcolo dei veicoli. C’è una transizione architettonica in cui passeremo dall’avere un’architettura frammentata con singole ECU intorno all’auto a un singolo controller di dominio.

La consegna dei droni decollerà in tempo, ma probabilmente non nel 2021 . Avere droni che volano in giro, lasciare pacchi non è qualcosa di cui la maggior parte dei consumatori è super entusiasta. Quindi la tecnologia potrebbe esserci, ma dobbiamo prima lavorare attraverso i regolamenti e l’adozione da parte della società. Stessa cosa con la guida autonoma: quante persone si sentiranno a proprio agio con i semirimorchi autonomi che condividono la stessa strada delle loro famiglie?

La fabbrica autonoma non sarà completamente realizzata nel 2021. Si potrebbe pensare che con l’attuale ambiente COVID vedremmo un’accelerazione delle fabbriche autonome, ma c’è ancora molto da fare sul modo in cui le fabbriche utilizzano dispositivi edge e IoT e analizzano quei dati. E la sicurezza è stata un ostacolo critico. Nel 2021 assisteremo alla richiesta di piattaforme unificate plug-and-play, end-to-end, edge-to-cloud in grado di gestire, connettere e proteggere dispositivi integrati intelligenti. Questo è il fulcro mancante che le fabbriche autonome devono realizzare appieno.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi