La spinta del governo Modi per l’IA
Il PM Modi ha annunciato quattro nuovi schemi digitali: Digital India Bhashini, Digital India Genesis, Indiastack.global e MyScheme.
 
“Se l’India non adotta nuove tecnologie con i tempi che cambiano, rimarrà arretrata; il paese l’ha sperimentato durante la terza rivoluzione industriale”, ha affermato ieri il primo ministro Narendra Modi a Gandhinagar durante l’inaugurazione della Digital India Week 2022.

Il PM Modi ha evidenziato l’importanza della digitalizzazione nel Paese. Ha anche annunciato quattro nuovi schemi digitali: Digital India Bhashini, Digital India Genesis, Indiastack.global e MyScheme.

 
Questo schema consentirà un facile accesso a Internet e ai servizi digitali e aiuterà nella creazione di contenuti nelle lingue indiane. Lo schema si concentrerà anche sulla creazione di soluzioni basate sull’intelligenza artificiale per le lingue indiane e sulla creazione di set di dati multilingue. Il programma Digital India Bhashini incoraggerà il coinvolgimento dei cittadini attraverso un’iniziativa di crowdsourcing chiamata BhashaDaan per costruire questi set di dati.

Genesi dell’India digitale
Digital India GENESIS è l’acronimo di Gen-next Support for Innovative Startups. Intende creare una piattaforma nazionale di avvio di tecnologia profonda per realizzare startup di successo nelle città di livello II e III dell’India. Un fondo di INR 750 Crore è stato dedicato a questo schema.

Indiastack.global
Indiastack.global è un repository globale di progetti governativi chiave come Aadhaar, UPI , Digilocker e Cowin Vaccination Platform. Ciò aiuterà l’India a guidare nella costruzione di progetti di trasformazione digitale su larga scala e aiuterà anche altri paesi alla ricerca di soluzioni tecnologiche simili.

Il mio schema
MyScheme è una piattaforma di scoperta di servizi unica che fornisce accesso ai programmi governativi. Insieme a questo schema, è stato anche annunciato il progetto Meri Pehchaan per fornire un unico set di credenziali a più applicazioni o servizi online.

Iniziative di IA sotto il regime di Modi
Da quando l’ iniziativa Digital India è stata lanciata nel 2015, il governo ha spinto per l’implementazione e la digitalizzazione dell’IA. L’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico vengono attivamente adottati nei servizi governativi e nella loro implementazione.

Con il rapido progresso dell’IA e paesi come la Cina che stanno facendo progressi costanti nella ricerca basata sull’IA, è imperativo che l’India consideri questa tecnologia come una componente fondamentale per lo sviluppo.  

Nel discorso sul bilancio di febbraio 2018, Arun Jaitley ha affermato che Niti Aayog avrebbe guidato un programma nazionale sull’IA e sulla ricerca e sviluppo correlati. Quell’anno, la dotazione di bilancio per Digital India, l’iniziativa ombrello del governo per promuovere l’IA, il machine learning, la stampa 3D e altre tecnologie, è stata quasi raddoppiata a INR 3.073 crore (477 milioni di dollari).

Nel 2020, il ministero dell’IT ha annunciato un concorso AI Solution Challenge per le startup indiane in vari settori come assistenza sanitaria, istruzione, agricoltura, ecc. I primi vincitori di ciascuna categoria hanno ricevuto premi in denaro di INR 20 lakh ciascuno. 

Nell’ottobre 2020, in un’importante iniziativa , il Ministero delle MSME ha annunciato che gli strumenti di intelligenza artificiale e ML sarebbero stati utilizzati per fornire assistenza e soluzioni alle micro, piccole e medie imprese (MSME).

Il ministero delle MSME ha anche affermato che la seconda fase sarà diretta alla riparazione e alla gestione dei reclami in tempo reale. Ciò comprende:

Aumentare le prestazioni delle sale di controllo e degli ufficiali tramite chatbot abilitati all’intelligenza artificiale per una risposta più rapida alle domande;
Fornisci analisi dettagliate in tempo reale sull’intero flusso di lavoro del suo sistema a finestra singola e riparazione dei reclami attraverso il portale Champions per una risoluzione efficace e una maggiore soddisfazione degli stakeholder.
Nel luglio 2021, il Primo Ministro Narendra Modi ha lanciato ‘ AI for All ‘, un sito web dedicato all’IA, in occasione del primo anniversario della Politica Nazionale per l’Educazione 2020 e ha affermato che il sito web renderebbe i nostri giovani orientati al futuro. Questa iniziativa è stata lanciata per creare una comprensione di base dell’IA per ogni cittadino del paese.

Durante il vertice 2020 dell’IA responsabile per l’ambiente sociale (RAISE) , il governo ha organizzato un vertice globale virtuale di cinque giorni per avviare la discussione sulla creazione di solide infrastrutture pubbliche alimentate dall’intelligenza artificiale a beneficio dell’India e di altre nazioni. Il vertice RAISE ha anche visto le prime 15 startup selezionate presentare la loro soluzione di intelligenza artificiale a livello globale.

Nel giugno 2022, Data Tech Labs Inc ha annunciato la campagna “AI for India” alla presenza del ministro dell’Istruzione dell’Unione Dharmendra Pradhan. La suddetta campagna è alimentata da Amazon Web Services (AWS), dal Ministero dell’Istruzione (GOI) e dall’All India Council for Technical Education (AICTE), che mira a formare, certificare e impiegare 25 milioni di indiani in tutto il paese.
Nello stesso mese, il Dipartimento per le pensioni e il benessere dei pensionati ha annunciato l’intenzione di lanciare presto un portale pensionistico unico comune abilitato all’intelligenza artificiale a beneficio dei pensionati e degli anziani. Ciò contribuirà anche all’elaborazione, al monitoraggio e all’erogazione delle pensioni senza interruzioni, ha affermato il ministro dell’Unione Jitendra Singh.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi