Pressione su Google mentre Microsoft prevede di aggiungere ChatGPT a Bing 

Sebbene possa sembrare intrigante, ci sono una serie di “ma” intorno alla notizia, riportata per la prima volta da The Information , secondo cui Microsoft sta pianificando di aggiungere ChatGPT generativo basato sull’intelligenza artificiale di OpenAI al suo motore di ricerca Bing piuttosto che mostrare solo i risultati dei collegamenti.

Secondo quanto riferito, la nuova funzionalità, con un occhio verso risposte più complete alle domande, potrebbe essere lanciata entro la fine di marzo. 

 
Google risponde ancora alla stragrande maggioranza delle query di ricerca
Innanzitutto, Google ha mantenuto una quota dell’83% del mercato della ricerca nel 2022, mentre Bing può vantare solo il 9% del volume di ricerca. Mentre Microsoft potrebbe certamente voler sfidare Google, sembra improbabile che ChatGPT possa fare una grossa ammaccatura. 

Inoltre, l’attuale modello di entrate per la ricerca si basa sui risultati dei collegamenti, quindi ci sono domande su come Bing monetizzerebbe la sua funzione ChatGPT. 

Ma l’esperto di marketing digitale Tim Peter ha sottolineato su Twitter che il vantaggio di Microsoft è che possono sovvenzionare il costo di ChatGPT in Bing tramite i loro altri flussi di entrate. “Google guadagna essenzialmente tutti i suoi soldi dagli annunci”, ha twittato . “Senza quelle entrate pubblicitarie, sono un’azienda molto meno preziosa”. 

Google è anche leader nell’innovazione LLM
E Google rimane un leader nei modelli di linguaggio di grandi dimensioni (LLM) , ha aggiunto Emad Mostaque, fondatore di Stability AI, il che significa che sono una forza da non sottovalutare quando si tratta di innovazione  generativa dell’IA .


Tuttavia, ha aggiunto che Google “non lo sta comunicando bene agli azionisti e al mercato ed è eccessivamente cauto qui”. 

Secondo quanto riferito, ChatGPT è il “codice rosso” di Google
Google era già sotto pressione a metà dicembre, quando la CNBC ha riferito che i dipendenti hanno sollevato preoccupazioni in una recente riunione generale sul fatto che la società stesse perdendo il suo vantaggio competitivo nell’intelligenza artificiale (AI) a causa della rapida ascesa di ChatGPT. 

E il New York Times ha riferito pochi giorni dopo che ChatGPT è considerato un “codice rosso” per l’attività di ricerca di Google. 

Per Microsoft, i piani per aggiungere ChatGPT a Bing dimostrano certamente che il suo investimento di 1 miliardo di dollari nel 2019 in OpenAI sta dando i suoi frutti. 


ChatGPT alle prese con problemi di fiducia
Ma vale la pena ribadire che nessuno di questi drammi di ricerca affronta il pericolo nascosto che sta letteralmente alla base di ChatGPT: che i suoi risultati non possono essere completamente attendibili per le query di ricerca. 

A dicembre, anche il CEO di OpenAI Sam Altman è stato costretto ad ammettere i rischi di ChatGPT . 

“ChatGPT è incredibilmente limitato, ma abbastanza bravo in alcune cose da creare un’impressione fuorviante di grandezza”, ha twittato . “È un errore fare affidamento su di esso per qualcosa di importante in questo momento. È un’anteprima del progresso; abbiamo molto lavoro da fare su solidità e veridicità”. 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi