Da alcuni anni la creazione di opere d’arte impressionanti è stata una delle tante applicazioni popolari nel mondo dell’IA. Inoltre, i GAN ( Generative Adversarial Network ) sono stati comunemente applicati da ricercatori e artisti per compiti artistici, tra cui la creazione di opere d’arte, trasferimenti di stile, la conversione di fotografie in bellissimi dipinti e altro ancora.

In uno dei casi più popolari, nel 2018, una rete generativa del contraddittorio (o GAN) ha generato un ritratto intitolato “Edmond De Belamy” è stato venduto per $ 432.500, che era 40 volte l’aspettativa iniziale. Prima di immergerci nel modo in cui l’IA sta facendo un’enorme differenza nel mondo dell’arte , diamo un’occhiata ad alcune delle ultime innovazioni artistiche basate sull’intelligenza artificiale che si sono fatte strada nel 2020.

Sketch-and-Paint GAN (SAPGAN)

Recentemente, la studentessa universitaria Alice Xue dell’Università di Princeton ha proposto un modello basato su GAN – SAPGAN – che genera dipinti di paesaggi cinesi da un capo all’altro, senza alcun input condizionale. SAPGAN è composto da due GAN , SketchGAN per la generazione di mappe dei bordi e PaintGAN per la successiva traslazione da bordo a pittura. Secondo i ricercatori, uno studio di 242 persone sul Visual Turing Test rivela che i dipinti SAPGAN vengono scambiati per opere d’arte umane con una frequenza del 55%, superando significativamente i dipinti rispetto ai GAN di base .

GANKsy Street Art

I creatori di GANKsy hanno formato una rete neurale StyleGAN2 utilizzando il portfolio del famoso artista di strada Banksy. GANKsy è stato creato a settembre di quest’anno ed è stato sottoposto a un faticoso regime di formazione AI utilizzando centinaia di foto di street art per migliaia di iterazioni per diventare l’artista a pieno titolo. Attualmente, 256 capolavori sono in vendita, a partire da 1 sterlina.

AI Gahaku

AI Gahaku è uno strumento online per artisti AI che ha la capacità di trasformare una normale fotografia in pittura rinascimentale. Nel marzo di quest’anno, uno sviluppatore full-stack con sede a Tokyo di nome Sato ha introdotto questo strumento di intelligenza artificiale tramite la piattaforma di micro-blogging Twitter.

AI Art Studio: piattaforma

Presentato a maggio di quest’anno, Playform è uno studio di AI Art che consente agli artisti di sperimentare ed esplorare l’uso dell’IA generativa come parte del loro processo creativo. Secondo le fonti, l’obiettivo del suo sviluppatore è quello di rendere l’IA accessibile agli artisti, realizzando diverse sfide che stanno affrontando artisti e creativi quando si avvicinano a questa tecnologia.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi