Stephenson e Vessenes intendono utilizzare la Lamina1 a emissioni zero per fungere da strato di base per l’Open Metaverse.
 
Il leggendario autore di fantascienza Neal Stephenson ha definito la parola “metaverso” nel suo romanzo del 1992 “Snow Crash”. Ora sta collaborando con il pioniere delle criptovalute Peter Vessenes per esplorare ancora di più la sua idea svelando LAMINA1 Blockchain incentrata sul metaverso.


“Il pioniere delle criptovalute Peter Vessenes e il famoso futurista Neal Stephenson stanno annunciando Lamina1, una nuova tecnologia blockchain Layer-1 progettata per il Metaverse con in mente i principi di Web3”, si legge nell’annuncio . 

Il Metaverse è un ambiente urbano virtuale a cui è possibile accedere tramite una rete mondiale in fibra ottica e cuffie per realtà virtuale, come illustrato nel romanzo di Stephenson Snow Crash che celebra quest’anno il suo 30° anniversario.

L’ex presidente della Bitcoin Foundation Vessenes sarà il CEO di Lamian1 mentre Stephenson sarà il presidente della piattaforma.

Entrambi intendono lanciare un nuovo ambiente immersivo basato su Snow Crash, oltre a costruire infrastrutture e strumenti di rilascio per aiutare i produttori di terze parti a creare esperienze Open Metaverse su larga scala.

Vessenes descrive Lamina1 come “un luogo in cui costruire qualcosa di un po’ più vicino alla visione di Neal, uno che privilegia i creatori, tecnici e artistici, uno che fornisce supporto, tecnologia di calcolo spaziale e una comunità per supportare coloro che stanno costruendo il Metaverso”.

Lamina1 fungerà da livello di base per Open Metaverse. La blockchain prevede di implementare una testnet e poi una betanet entro la fine dell’anno. 

Neal vuole aiutare i creatori a essere pagati in modo equo per il loro lavoro, aiutare l’ambiente e vedere emergere un Metaverso veramente aperto piuttosto che la visione del Metaverso avanzata dai monopoli.

Secondo quanto riferito, la catena Lamina1 negativa al carbonio avrà un grande volume di transazioni e un’architettura economica con nuovi meccanismi di ricompensa per assistere gli innovatori e gli imprenditori nella creazione di economie ideali.

Vessenes spera di contribuire alla progettazione economica e tecnologica della visione di Neal che consentirà di sviluppare Lamina1 in modo sostenibile e di implementare rapidamente Lamina1 man mano che i processi per realizzarla si uniscono.

Tony Parisi, l’ex capo dell’AR/VR presso Unity, e il consigliere Rony Abovitz, fondatore di Sun and Thunder, si sono uniti al team di Lamina1 insieme a Stephenson e Vessenes. 

Il co-fondatore di Ethereum Joseph Lubin, Rony Abovitz, Geoff Entress, Jeremy Giffon, Bing Gordon, James Haft, Reid Hoffman, David Johnston, Joseph Lubin, Patrick Murck, Matthew Roszak, Tihan Seale, Peter Vessenes e Wu Ying sono tra gli iniziali del progetto investitori.

Stephenson ha anche condiviso alcune curiosità su Metaverse tramite Twitter. Crede che l’attuale sviluppo del gioco sia ancora incentrato sugli schermi sia per lo sviluppatore che per l’utente e che nel Metaverse verrà utilizzato un metodo ibrido che include sia schermi 2D che tecnologia AR/VR, piuttosto che solo VR.

‘Navighiamo e interagiamo in modo fluido con ambienti 3D estremamente ricchi utilizzando tastiere progettate per macchine da scrivere meccaniche. È steampunk reso reale. Un Metaverse che lasciasse quegli utenti e gli sviluppatori che costruiscono quelle esperienze sarebbe partito con il piede sbagliato”, ha twittato.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi