Home / APP Ai / OpenAI i prezzi : ora diventa molto caro

OpenAI i prezzi : ora diventa molto caro

I piani tariffari per l’API di OpenAI sono disponibili e non sono economici

OpenAI ha recentemente rivelato i piani tariffari previsti per la sua API che consente agli utenti di accedere a strumenti di intelligenza artificiale molto pubblicizzati come GPT-3 , che ha fatto notizia da quando la società l’ha lanciato.

Tuttavia, il prezzo non è facile per le tasche. Sebbene sia stato inizialmente lanciato in una beta gratuita di due mesi, gli utenti dovranno ora scegliere tra quattro diversi piani tariffari a partire da ottobre. Secondo un post su Reddit , i piani sono i seguenti:

Esplora : Livello gratuito: 100.000 token o una prova di tre mesi, a seconda di quale si utilizza per primo.
Crea: $ 100 al mese per 2 milioni di gettoni, più 8 centesimi per ogni 1.000 gettoni aggiuntivi.
Build : $ 400 al mese per 10 milioni di gettoni, più 6 centesimi per ogni 1.000 gettoni aggiuntivi.
Scala : contatta OpenAI per i prezzi.
Il post ha fornito ulteriori informazioni in quanto fornirà 2 milioni di token pari in termini di numero di documenti / libri / ecc., Che equivale all’incirca a 3.000 pagine di testo. E quella regolazione fine è attualmente disponibile per il piano tariffario Scale. Ha affermato che i costi sono soggetti a modifiche.

OpenAI durante il rilascio di giugno aveva affermato che, a differenza della maggior parte dei sistemi di intelligenza artificiale progettati per un solo caso d’uso, l’API oggi fornisce un’interfaccia generica “testo in entrata, in uscita testo”, consentendo agli utenti di provarla praticamente su qualsiasi attività in lingua inglese . Inoltre può seguire attività come ricerca semantica, riepilogo, analisi del sentiment, generazione di contenuti, traduzione e altro.


Di recente abbiamo trattato un articolo su come l’accesso limitato a GPT-3 può influire sulla sua efficienza. Pur mirando a garantire la sicurezza contro applicazioni pericolose, contraddice la visione dell’azienda di condividere le conoscenze con la comunità. Secondo l’ azienda , l’algoritmo è troppo complicato per gli sviluppatori su cui lavorare.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi