Home / Economia / Path To AI Utopia: Sam Altman, fondatore di OpenAI e il piano “Ricchezza per tutti”

Path To AI Utopia: Sam Altman, fondatore di OpenAI e il piano “Ricchezza per tutti”

Path To AI Utopia: Sam Altman, fondatore di OpenAI, elabora un piano “Ricchezza per tutti”
 
Se tutti possiedono una fetta della creazione di valore americana, tutti vorranno che l’America faccia meglio.
 
Come utilizzare gli studi salariali nell’intelligenza artificiale e nella scienza dei dati?
“In appena 10 anni, l’intelligenza artificiale potrebbe generare abbastanza ricchezza per pagare ogni adulto negli Stati Uniti $ 13.500 all’anno “.

 
Sam Altman, il co-fondatore di OpenAI, ha recentemente condiviso le sue intuizioni e alcuni avvertimenti sull’imminente rivoluzione tecnologica dell’IA che sconvolgerà “tutto”. Altman crede che i programmi per computer saranno presto in grado di leggere documenti legali, dare consigli medici, lavorare in catena di montaggio, ecc. Possiamo intuire che l’ottimismo di Altman ha molto a che fare con il recente successo di GPT-3. GPT-3 da solo è stato responsabile dell’avvio di oltre una mezza dozzina di startup da un milione di dollari ed è pronto a rivoluzionare molti settori, incluso ML (si pensi: AutoML). 

Nel suo blog, Altman, ha affermato che il futuro della tecnologia sarà molto più significativo della scoperta del fuoco o dell’invenzione di una ruota. Nel 2018, il CEO di Google Sundar Pichai ha affermato che l’ intelligenza artificiale è più “profonda” del fuoco o dell’elettricità. Mentre la grande tecnologia ha per lo più una visione ottimistica dell’IA, la Valley ha la sua parte di Cassandre che sparano colpi di avvertimento sull’apocalisse dell’IA. 

La tua esperienza necessaria! Compila il nostro veloce Sondaggio

Altman ha concettualizzato un sistema tecnologico per un’equa distribuzione della ricchezza. In un certo senso, sta sostenendo un reddito di base universale (UBI). Detto questo, il reddito di base universale non è un concetto nuovo. Ma aggiungere l’intelligenza artificiale al mix può fare una grande differenza. 

Hot assume UBI
“Il reddito universale sarà necessario nel tempo se l’IA assumerà la maggior parte dei lavori umani”.

Elon Musk
“Ora è il momento di definire un nuovo contratto sociale per la nostra generazione. Dovremmo esplorare idee come il reddito di base universale per dare a tutti un cuscino per provare cose nuove”.

Mark Zuckerberg, CEO, Facebook
“Con l’accelerazione dell’intelligenza artificiale e di altre nuove tecnologie… la sperimentazione di idee come il reddito di base sarà ancora più importante negli anni a venire”.

Richard Branson, fondatore, Virgin Group
Musk e pochi altri sono sempre stati scettici nei confronti della tecnologia. Musk vuole persino preparare l’umanità per un’acquisizione dell’intelligenza artificiale con la sua società di chip cerebrali Neuralink . Parlando degli impatti dell’UBI, il co-fondatore di Angel list Naval Ravikant ha affermato che la creatività è l’ultima frontiera. Lunghi periodi di automazione renderanno oscuri i lavori non creativi e, poiché UBI si occupa dei bisogni di base, le persone non hanno altra scelta che creare qualcosa di valore. 

“Alle tre grandi rivoluzioni tecnologiche – agricola, industriale e computazionale – ne aggiungeremo una quarta: la rivoluzione dell’intelligenza artificiale”.

Sam Altman
Ma come si aumenta la ricchezza di un cittadino comune? Secondo Altman, la tecnologia è la risposta. Qualsiasi innovazione ha il potenziale per ridurre il costo di beni e servizi. Pensa ai computer dei primi anni ’70 e alle macchine superiori che abbiamo in tasca. L’innovazione sul fronte dei chip ha reso questi computer potenti e allo stesso tempo convenienti. L’aumento dei prezzi è solitamente attribuito al costo del lavoro all’interno della catena di approvvigionamento. Se un robot può sostituire una mezza dozzina di saldatori in officina, i costi dipenderanno da quanto si è disposti a pagare per il robot. Se i robot, ha scritto Altman, possono costruire una casa su un terreno di proprietà e utilizzare risorse naturali come l’energia solare, il costo di costruzione si ridurrà al costo per l’affitto dei robot. Inoltre, quando l’IA migliorerà, ci saranno robot che faranno robot, tagliando ancora di più i costi. 

Altman suggerisce di tassare il capitale piuttosto che il lavoro. E queste tasse possono essere utilizzate per distribuire proprietà e ricchezza ai cittadini. Altman ha affermato che la sua idea non è nuova, ma è più critica che mai poiché le applicazioni di intelligenza artificiale superano le loro contemporanee. “Se tutti possiedono una fetta della creazione di valore americana, tutti vorranno che l’America faccia meglio”, ha scritto Altman.

“Dovremmo quindi concentrarci sulla tassazione del capitale piuttosto che del lavoro, e dovremmo usare queste tasse come un’opportunità per distribuire direttamente proprietà e ricchezza ai cittadini”.

Sam Altman
Appuntare carriere e speranze alla legge di Moore suona come un’utopia, e anche Altman lo ammette. Crede inoltre che la rivoluzione dell’IA compenserà l’interruzione generando nuovi posti di lavoro. Lavori, di cui non abbiamo ancora sentito parlare (pensa: rodentologo urbano). Ecco perché il co-fondatore di OpenAI sottolinea la creazione di un sistema che risulterà in una società “meno divisiva” e consentirà a tutti di partecipare ai suoi guadagni. Secondo lui, questa rivoluzione tecnologica è un’eventualità e nulla può fermarla. La rivoluzione sarà ulteriormente accelerata man mano che le macchine che rendono le macchine più intelligenti. Ad esempio, GPT-3 di OpenAI è stato utilizzato per generare codice di apprendimento automatico, un’idea di avvio da un milione di dollari in sé. Un’applicazione può mettere a rischio molti lavori di sviluppo.

Non si torna indietro, motivo per cui Altman ha presentato conseguenze cruciali di questa rivoluzione dell’IA:

Creazione di ricchezza fenomenale. 
Il prezzo di molti tipi di lavoro scenderà verso lo zero una volta che un’IA sufficientemente potente “si unirà alla forza lavoro”.
Il mondo cambierà drasticamente. Quindi c’è l’urgenza di una politica.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi