Perché tutti fanno automobili?
Apple, Xiaomi, Samsung, Huawei, Google, Sony e LG hanno avviato innovazioni nel settore automobilistico dei veicoli elettrici.
 
Negli ultimi anni, aziende produttrici di smartphone e tecnologie come Apple, Oppo, Xiaomi, Samsung, Huawei e Google hanno iniziato a investire nell’industria automobilistica elettrica.

Dal 2000, Apple ha richiesto 248 brevetti relativi alle automobili. Di recente, l’azienda ha assunto l’alto dirigente di Lamborghini , Luigi Taraborrelli, per aiutarli a sviluppare un design per la loro auto. Centinaia di membri di Ford, Tesla, Volvo e Rivian si sono uniti e hanno lasciato l’azienda negli ultimi anni, inclusi i responsabili del design di McLaren, Porsche, Aston Martin e BMW.

 
Oppo sta ora facendo offerte per lo spazio delle auto elettriche e sta lavorando per sviluppare la sua prima auto completamente elettrica. L’azienda prevede di lanciare la propria auto entro il 2024. Con il suo più grande stabilimento di produzione di smartphone a Noida, l’azienda si sta ora espandendo nell’industria automobilistica e prevede di entrare nel mercato con scooter elettrici e motociclette elettriche.

Anche il produttore cinese di smartphone Xiaomi ha annunciato i propri piani per la costruzione di quattro modelli di auto elettriche. Il fondatore di Xiaomi Lei Jun dovrebbe presentare il primo prototipo nell’agosto 2022. In un discorso, Jun ha affermato che il loro obiettivo è distinguersi nel settore automobilistico intervenendo con veicoli elettrici automatizzati e a guida intelligente.

Nel gennaio 2022, Sony ha esposto il suo prototipo di SUV, “Sony Vision-S”, per mettere l’azienda davanti a Apple, Google e Baidu nel settore automobilistico. L’azienda è nota per le sue innovazioni rivoluzionarie come il Walkman e la PlayStation e ora, concentrandosi sui veicoli autonomi, l’integrazione di funzionalità di gioco e intrattenimento potrebbe essere perfetta.

 

Samsung, Huawei, LG
 

“Il momento in cui le auto saranno riconosciute come gadget elettronici sarebbe il momento in cui Samsung produrrà automobili”, ha affermato Kwon Yong-joo, professore di design automobilistico e dei trasporti presso la Kookmin University. Dopo un grande successo in quasi tutti i settori, Samsung ha recentemente fatto passi da gigante per accendere la sua prontezza nel mercato dei veicoli elettrici.

Huawei ha recentemente dichiarato che stanno anche entrando nel settore automobilistico ma non costruiranno la propria auto. Eric Xu, il presidente a rotazione dell’azienda, ha affermato che si concentreranno sulla tecnologia ICT per aiutare le case automobilistiche. L’azienda, insieme al China Automotive Technology and Research Center (CATARC), si sta integrando con l’industria automobilistica per lanciare AR-HUD, luci per auto intelligenti e display per luci intelligenti.

La berlina Mercedes-Benz EQS EV sarà dotata del sistema di infotainment (IVI) sviluppato da LG , che è un display Pillar to Pillar (P2P) che si estende sul cruscotto. La società di soluzioni di componenti per veicoli (VS) di LG Electronics si sta concentrando sul diventare il principale sviluppatore di soluzioni di connettività, infotainment e ADAS.

 

Società di condivisione di corse
 

Nel 2021 Arrival ha sviluppato un prototipo di auto elettrica monovolume progettata per Uber. Uber si impegna a diventare una piattaforma completamente elettrica a emissioni zero entro il 2040 a livello globale, con il 100% di corse effettuate su veicoli a emissioni zero.

Il 15 agosto 2021, Bhavish Aggarwal, CEO di Ola , ha annunciato il lancio del suo scooter elettrico. Nel 2022, la società ha annunciato che il suo team lancerà la sua auto elettrica entro il 2024. Ola mira a costruire un’auto sostenibile ad alte prestazioni per competere con le aziende rivali.

 

Perché le auto, perché adesso?
 

Nel 2008, Tesla Motors ha rilasciato “Roadster”, la loro prima auto completamente elettrica. Dopo la pandemia, l’azienda è riuscita a installare stazioni di ricarica negli Stati Uniti e in Europa e costruire Gigafactory per la produzione di batterie e veicoli.

Con le Nazioni Unite che rivendicano l’allerta rossa sui cambiamenti climatici, c’è stato un aumento delle auto elettriche e di altre tecnologie ad alta efficienza energetica nel mercato. Le aziende tecnologiche di ogni estrazione stanno intervenendo per rendere il più sostenibile possibile l’industria meno rispettosa dell’ambiente.

Mohit Mittal, partner di Praxis Global Alliance, ha affermato che il governo indiano sta promuovendo la produzione localizzata di batterie e celle attraverso lo schema PLI (incentivo legato alla produzione) per la produzione di chimica cellulare avanzata (ACC). Di conseguenza, diversi nuovi attori e produttori si stanno facendo strada nello spazio dei veicoli elettrici in India.

Nel 2021, l’industria indiana dei veicoli elettrici ha assistito a un investimento di 6 miliardi di dollari e si prevede che attrarrà 20 miliardi di dollari entro il 2030 . 

Le aziende produttrici di smartphone come Oppo, Xiaomi e Huawei hanno raggiunto un punto di saturazione nelle loro piccole e dettagliate invenzioni nei telefoni e nei prodotti IoT. Con il governo che ora incentiva la produzione e la produzione di veicoli rispettosi dell’ambiente, queste aziende hanno deciso di passare all’industria automobilistica.

Attori affermati dell’industria automobilistica come Maruti, Mahindra e TATA Motors sono un passo avanti rispetto alle società di software, ma mancano delle innovazioni creative e tecnologiche in cui LG, Sony e altre società sono disposte a investire.

Inoltre, per i consumatori, un aumento della concorrenza nel settore automobilistico dei veicoli elettrici comporterà un calo dei prezzi dei veicoli. Incoraggerà inoltre ulteriori innovazioni e migliorerà l’ecosistema generale.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi