Home / Economia / RingCentral acquisisce DeepAffects, startup di intelligenza artificiale conversazionale

RingCentral acquisisce DeepAffects, startup di intelligenza artificiale conversazionale

RingCentral , una società che crea strumenti di comunicazione e collaborazione basati su cloud per l’azienda, ha acquisito DeepAffects, startup di intelligenza artificiale conversazionale .

Fondata nel 2003, RingCentral, con sede a Belmont, in California, sviluppa una gamma di prodotti cloud per le aziende , tra cui software per contact center, telefoni aziendali e sistemi di messaggistica, videoconferenze e altro ancora. Come con altre piattaforme che hanno consentito alle aziende di passare al lavoro a distanza durante la pandemia, RingCentral è andata molto bene per tutto il 2020, con entrate dagli abbonamenti aumentate di un terzo e il prezzo delle azioni più che raddoppiato negli ultimi 12 mesi fino a un massimo storico di $ 387 oggi.

Gartner aveva previsto in precedenza che entro il 2021, il 15% di tutte le interazioni con il servizio clienti sarà gestito interamente dall’intelligenza artificiale, con un aumento del 400% rispetto al 2017. Sebbene ciò riguardi tutte le forme di comunicazione, dagli impegni sui social media alle richieste di posta elettronica e alla chat web dal vivo, il telefono continua a svolge un ruolo importante nelle interazioni con i clienti in uscita e in entrata, nonché nelle comunicazioni interne, ed è qui che entra in gioco DeepAffects.

Fondata a Milpitas, in California, nel 2017, DeepAffects si propone di creare “il nuovo standard per l’intelligenza vocale”. Ciò include la creazione di stampe vocali, che possono essere utilizzate per identificare le persone da pochi secondi di audio, riconoscimento di più altoparlanti, parlato in testo, riconoscimento delle emozioni, rilevamento dell’intento e metriche conversazionali. Si tratta di consentire alle aziende di analizzare tutte le loro conversazioni vocali ed estrarre approfondimenti, il che è particolarmente pertinente quando le aziende passano al lavoro remoto oa un modello ibrido. Ad esempio, l’analisi di DeepAffects può mostrare rapporti “parla per ascoltare”, rivelando chi ha parlato o ascoltato di più in una riunione, o forse chi ha posto più domande.

La piattaforma DeepAffects supportava già nativamente una serie di piattaforme di comunicazione popolari, tra cui Zoom, Webex, GoToMeeting e RingCentral stesso. RingCentral ha affermato che questo accordo le consentirà di offrire “videoconferenze più intelligenti” ai suoi clienti, tra cui Oakland A’s, Orange, Canal +, BMJ e Columbia University.

I termini dell’accordo non sono stati divulgati, sebbene DeepAffects avesse raccolto solo un piccolo $ 200.000 in finanziamenti di avviamento , secondo i dati di Crunchbase , il che significa che era improbabile che fosse un affare che ha rotto il libretto degli assegni. In effetti, RingCentral ha affermato che l’acquisizione non avrebbe avuto un “impatto finanziario sostanziale” nel suo anno.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi