Lo studio rileva che il robot controllato dall’uomo migliora le prospettive per i bambini ospedalizzati
 

Un nuovo studio dell’UCLA dimostra come un robot controllato dall’uomo può incoraggiare una prospettiva positiva e migliorare le interazioni mediche per i bambini ospedalizzati, più di un tablet. 

Lo studio è stato presentato l’11 ottobre alla Conferenza Nazionale dell’American Academy of Pediatrics (AAP) .

Robin – Robot compagno sociale
Il robot compagno sociale si chiama Robin ed è alto poco più di un metro con la capacità di muoversi, parlare e giocare mentre è controllato a distanza dagli umani. 

Il robot è stato utilizzato in studi condotti da specialisti del Chase Child Life Program dell’UCLA Mattel Children’s Hospital. Si trattava di visite video della durata di un’ora con pazienti giovani e Robin è stato confrontato con le interazioni con un tablet standard da ottobre 2020 ad aprile 2021. Lo studio si è concluso con l’intervista dei bambini e dei loro genitori sulle loro esperienze, con il feedback fornito in un focus gruppo. La trascrizione della discussione è stata utilizzata per identificare temi ricorrenti negli studi.

I risultati dello studio
I risultati hanno mostrato che il novanta per cento dei genitori che hanno visitato Robin ha indicato che erano “estremamente propensi” a richiedere un’altra visita. D’altra parte, solo il 60% dei genitori i cui figli hanno interagito con il tablet ha fatto la stessa indicazione.

Un altro risultato interessante è che i bambini hanno riportato un aumento del 29% dell’affetto positivo dopo aver visitato Robin. L’effetto positivo è stato descritto come la tendenza a vivere il mondo in modo positivo e può includere emozioni, interazioni con gli altri e con le sfide della vita. Hanno anche riportato una diminuzione del 33% dell’effetto negativo e i bambini che hanno visitato con un tablet hanno effettivamente riportato una diminuzione del 43% dell’effetto positivo e del 33% dell’effetto negativo.

I genitori i cui figli hanno ricevuto la visita di Robin hanno riferito che i loro figli non hanno avuto alcun cambiamento nell’affetto positivo e una diminuzione del 75% nell’affetto negativo. Per quanto riguarda i bambini che hanno avuto una visita con il tablet, i loro genitori hanno riferito che i bambini hanno avuto un aumento del 16% nell’affetto positivo e nessun cambiamento nell’affetto negativo. 

Alcuni degli altri benefici riportati dagli specialisti della vita infantile che hanno supervisionato le visite includevano una maggiore dimostrazione di intimità e interattività durante il gioco. Hanno anche riferito di un maggiore controllo sulla loro esperienza ospedaliera e di forti legami di amicizia. 

Justin Wagner, MD, è un chirurgo pediatrico presso l’UCLA Mattel Children’s Hospital e autore senior dello studio.

“Il nostro team ha dimostrato che un robot compagno sociale può andare oltre le chat video su un tablet per darci un modo più fantasioso e profondo per rendere l’ospedale meno stressante”, ha affermato Wagner. “Mentre la pandemia continua, i nostri pazienti si sentono ancora ansiosi e vulnerabili in una varietà di modi, quindi è fondamentale essere il più creativi possibile per rendere le loro esperienze più facili quando hanno bisogno del nostro aiuto”.

“Abbiamo visto l’effetto positivo nei bambini, nelle loro famiglie e negli operatori sanitari”, continua Wagner. 

C’era anche un maggiore senso di intimità e attenzione per il paziente quando si trattava del personale, nonché un maggiore coinvolgimento del personale nell’assistenza sociale.

Alcune delle sfide includevano un tempo limitato per gli incontri con i pazienti e una curva di apprendimento per il funzionamento del robot. Secondo il team, l’incorporazione di questo tipo di robot sociale può supportare e beneficiare i giovani pazienti in un ambiente di cura multidisciplinare pediatrico ospedaliero. `

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi