Home / AI in Azienda / Watson di IBM non proprio buono al Memorial Sloan Kettering Cancer Center

Watson di IBM non proprio buono al Memorial Sloan Kettering Cancer Center

Watson di IBM ha dato raccomandazioni non sicure per il trattamento del cancro
I medici hanno alimentato scenari ipotetici, non dati reali dei pazienti

Il supercomputer Watson di IBM ha fornito raccomandazioni non sicure per il trattamento di pazienti affetti da cancro, secondo i documenti esaminati da Stat . Il rapporto è l’ultimo segno che Watson, una volta esaltato come il futuro della ricerca sul cancro, è rimasto molto al di sotto delle aspettative.

Nel 2012, i medici del Memorial Sloan Kettering Cancer Center hanno collaborato con IBM per formare Watson per diagnosticare e curare i pazienti . Ma secondo i documenti dell’IBM datati la scorsa estate, il supercomputer ha dato spesso dei consigli sbagliati, come quando suggeriva che a un malato di cancro con gravi emorragie veniva somministrato un farmaco che poteva causare un peggioramento dell’emorragia. (Un portavoce del Memorial Sloan Kettering ha detto che questo suggerimento era ipotetico e non inflitto a un vero paziente).

“Questo prodotto è un pezzo di s-“, ha detto un dirigente dell’ospedale Jupiter in Florida ai dirigenti di IBM, secondo i documenti . “L’abbiamo comprato per il marketing e con la speranza che tu raggiungessi la visione. Non possiamo usarlo per la maggior parte dei casi. ”

I documenti provengono da una presentazione di Andrew Norden, ex vice capo salute di IBM Watson, proprio prima che lasciasse la compagnia. Oltre a mostrare l’insoddisfazione dei clienti, rivelano anche problemi con i metodi. Watson for Oncology avrebbe dovuto sintetizzare enormi quantità di dati e fornire nuove idee. Ma risulta che la maggior parte dei dati forniti ad esso sono dati ipotetici e non reali. Ciò significa che i suggerimenti fatti da Watson si basavano semplicemente sulle preferenze di trattamento dei pochi medici che fornivano i dati, non sulle reali conoscenze acquisite dall’analisi dei casi reali.

Un portavoce di IBM ha dichiarato a Gizmodo che Watson for Oncology ha “supportato l’assistenza per oltre 84.000 pazienti” e sta ancora imparando. Apparentemente, non sta imparando le cose giuste.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi