Gli utenti di OpenSea perdono NFT per un valore di 1,7 milioni di dollari in un attacco di phishing
OpenSea ha smentito l’attacco originato dai nuovi contratti.
 
Ben 32 utenti OpenSea hanno perso centinaia di NFT per un valore di 1,7 milioni di dollari il 19 febbraio in un attacco di phishing. 

“Non crediamo che sia collegato al sito Web di OpenSea. Sembra che finora 32 utenti abbiano firmato un payload dannoso da un utente malintenzionato e alcuni dei loro NFT siano stati rubati”, ha affermato Devin Finzer , CEO e co-fondatore di OpenSea .

Finzer ha affermato che l’hacker “ha 1,7 milioni di dollari di ETH nel suo portafoglio dalla vendita di alcuni degli NFT rubati “. Alcuni degli NFT rubati erano stati restituiti. 

L’attacco è avvenuto quando OpenSea stava aggiornando i suoi sistemi contrattuali. L’aggiornamento del contratto per rimuovere gli NFT inattivi sulla piattaforma è arrivato con una scadenza di una settimana. A poche ore dall’annuncio del suo aggiornamento da parte di OpenSea, sono emerse notizie di attaccanti che hanno hackerato le NFT da inserire nella lista. Tuttavia, OpenSea ha smentito l’attacco originato dai nuovi contratti. 

Peckshield, un servizio di sicurezza blockchain, ha stimato che siano stati rubati fino a 254 token, inclusi NFT di Decentraland e Bored Ape Yacht Club. OpenSea è il più grande mercato NFT del mondo con una valutazione di 13 miliardi di dollari a gennaio. 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi