7bridges raccoglie 17 milioni di dollari per la piattaforma automatizzata della catena di approvvigionamento

La startup londinese di logistica intelligente 7bridges ha raccolto 17 milioni di dollari (12,5 milioni di sterline) in un round di finanziamento guidato dal fondo di venture capital Eight Roads.

Gli investitori esistenti Local Global e Crane hanno fornito ulteriori fondi nel round di Serie A, insieme a ulteriori investimenti da Maersk Growth.


La startup ha affermato che utilizzerà il capitale extra per far crescere il suo team commerciale e per garantire più clienti per la sua tecnologia proprietaria.

Fondata nel 2016 da Philip Ashton e Matei Beremski, la piattaforma di 7bridges raccoglie i dati logistici di un’azienda in un unico posto e quindi utilizza l’intelligenza artificiale (AI) per automatizzare e ottimizzare i processi della catena di approvvigionamento.

Ad esempio, il suo software è in grado di trovare il sito di spedizione, il percorso e il vettore ottimali per un ordine e crea ed etichetta automaticamente i documenti associati.

La startup afferma che la sua piattaforma può integrarsi con le catene di approvvigionamento di un’azienda in due settimane e fornisce un ritorno sull’investimento in sole quattro settimane.

La tecnologia è utilizzata da aziende in settori che spaziano dalla vendita al dettaglio, alla produzione e al farmaceutico.

7bridges cercherà di trarre vantaggio da due anni di problemi della catena di approvvigionamento esacerbati dalla pandemia di Covid-19 che causano carenze di prodotti che vanno dai semiconduttori agli alimenti.

“Sfruttando la nostra intelligenza artificiale per prendere decisioni coerenti rapide e adattive attraverso canali, categorie di prodotti, aree geografiche e fornitori di servizi, siamo in grado di trasformare molteplici elementi della catena di approvvigionamento, dalla pianificazione all’esecuzione, dalla logistica inbound e outbound, dall’ottimizzazione dell’inventario al cliente esperienza”, ha affermato Philip Ashton, CEO e co-fondatore di 7bridges.

Nel 2020 la società ha raccolto 3,4 milioni di dollari in un round di finanziamento iniziale, portando i fondi totali raccolti da 7bridges a 20,4 milioni di dollari.

“Quasi tutti gli spedizionieri devono affrontare sfide significative nella catena di approvvigionamento dovute all’aumento dei costi e a un contesto normativo in evoluzione e non dispongono degli strumenti e del know-how per affrontarle”, ha affermato Davor Hebel, managing partner e capo di Eight Roads in Europe. “7bridges sta creando una nuova categoria di software di ottimizzazione del valore per la logistica che storicamente è stato un servizio disponibile solo da consulenti per i più grandi caricatori”.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi