La startup svedese anch.AI raccoglie 1,8 milioni di euro per accelerare l’adozione responsabile dell’IA all’interno delle organizzazioni
 
anch.AI , una startup con sede a Stoccolma che offre una piattaforma per accelerare l’adozione responsabile dell’IA all’interno delle organizzazioni, ha annunciato mercoledì di essersi assicurata un finanziamento di 2,1 milioni di dollari (circa 1,8 milioni di euro) in finanziamenti Seed guidati da Benhamou Global Ventures (BGV).

Al round hanno partecipato anche investitori, tra cui Terrain Invest, Magnus Rausing, Kent Janér e Fredrik Andersson. La società svedese prevede di utilizzare il fondo per sviluppare ulteriormente la sua piattaforma di governance dell’IA etica integrata orizzontalmente.

 
anch.AI è stata fondata da Anna Felländer nel 2018 originariamente come un think tank multidisciplinare di ricerca e consulenza. 

“Le soluzioni di intelligenza artificiale sono spesso sviluppate in un silo senza una supervisione tecnica, legale, etica e aziendale integrata, il che apre le porte a rischi costosi e dannosi per l’azienda”, afferma Anna Felländer, fondatrice di anch.AI. 

Tuttavia, l’anno scorso anch.AI si è orientata verso lo sviluppo di una piattaforma di valutazione del rischio per le aziende per garantire che il loro uso dell’IA sia etico e conforme alle normative imminenti nell’Unione Europea. Le aziende non conformi potrebbero incorrere in multe fino al 6% del loro fatturato globale o 30 milioni di euro, afferma il comunicato stampa. 


Aggiunge: “Abbiamo sviluppato la piattaforma anch.AI per la visibilità e l’orchestrazione dell’IA da parte delle imprese, identificare i rischi e le loro cause profonde e porre rimedio alle aree di esposizione”.

Offre controlli etici
Per garantire l’allineamento con i valori etici collettivi e la conformità alle normative esistenti e future, l’azienda svedese offre screening, valutazione, mitigazione e reporting su un’unica piattaforma coerente. 

anch.AI afferma che la metodologia di valutazione deriva dalla ricerca multidisciplinare per rilevare e rimediare ai rischi etici nelle soluzioni di IA delle aziende .

La società anch.AI invita le organizzazioni a completare il suo controllo gratuito dello stato di salute dell’IA etica , che scopre l’esposizione della loro organizzazione a violazioni etiche e legali. 

D’altra parte, il team di ricerca dell’ex Centro per la sostenibilità dell’intelligenza artificiale continuerà a perseguire la ricerca multidisciplinare nell’Istituto di ricerca indipendente per l’IA sostenibile di recente fondazione, guidato da Ricardo Vinuesa, Ph.D. e ricercatore di intelligenza artificiale presso il Royal Institute of Technology in Svezia.

“Siamo entusiasti di continuare la nostra ricerca sull’IA sostenibile per garantire che i valori umani siano mantenuti al centro, mentre la piattaforma anch.AI si concentra sull’ampliamento della propria offerta alle aziende”, afferma Vinuesa, Direttore dell’Istituto di ricerca per l’IA sostenibile.

Investitore
Con sede in California, Benhamou Global Ventures è una società di capitale di rischio in fase iniziale. Il VC si concentra su tecnologie cloud, reti virtuali e software-defined, applicazioni basate sulla produttività, sicurezza informatica, mobilità e Internet of Things (IoT). 

“anch.AI sta sperimentando una piattaforma di governance dell’IA etica, la prima del settore, che fornisce il miglior equilibrio tra velocità, scelta e sviluppo dell’IA etica”, ha affermato Anik Bose, partner generale di BGV. “Riteniamo che il rischio dell’IA rappresenti un gigante dormiente nel nostro settore e la piattaforma anch.ai può avere un impatto importante nell’affrontare queste sfide etiche come un’unica fonte di verità”.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi