Home / APP Ai / BVUE di Binah.ai app che monitora in tempo reale la tua salute

BVUE di Binah.ai app che monitora in tempo reale la tua salute

AI Health Startup cattura fino a 15 segni vitali tramite la fotocamera del telefono

Guarda nella fotocamera per trenta secondi. Hai appena fornito al telefono informazioni sufficienti per controllare la frequenza cardiaca, la saturazione di ossigeno, la frequenza respiratoria, la variabilità della frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, il livello di stress e forse altri 15 indicatori di salute a livelli di affidabilità di livello medico.

Ora immagina di farlo 50 volte al giorno senza nemmeno pensarci.

E avere i risultati incanalati nel tuo motore personale di intelligenza artificiale medica per monitorare eventuali segni di cattiva salute, pronto a informare il tuo medico se qualcosa sembra fuori dall’ordinario. Come la temperatura più alta, che potrebbe indicare febbre, influenza … o Covid-19.

Fa parte della visione di Binah.ai , una startup israeliana della salute che utilizza intelligenza artificiale di fascia alta e telecamere di fascia bassa integrate in tutti i nostri telefoni e laptop per monitorare continuamente la salute. La tecnologia di spedizione attualmente dell’azienda acquisisce cinque segni vitali. Altri dieci sono in fase di sviluppo e alla fine la società afferma che saranno circa 20, comprese le misurazioni dei livelli di alcol nel sangue e forse anche i livelli di glucosio, colesterolo ed emoglobina.

“Qualsiasi proprietario di smartwatch conosce quelle luci lampeggianti sul retro dell’orologio”, mi ha detto il fondatore e CEO David Maman in un recente episodio del podcast TechFirst . “Quelle luci lampeggianti … possono monitorare minuscoli cambiamenti di colore sulla tua pelle. E quei piccoli cambiamenti di colore forniscono un’indicazione riguardo al flusso sanguigno dietro la pelle. “


Analizzando quel flusso sanguigno tramite la fotopletismografia (PPG), una tecnologia che risale al 1938, Apple può monitorare la tua frequenza cardiaca. Fitbit può controllare la tua saturazione di ossigeno. E Samsung può misurare alcuni aspetti dei tuoi livelli di stress.

“Invece di inviare un raggio di luce, quello che stiamo facendo, stiamo effettivamente analizzando l’intensità del riflesso della luce che proviene dalle tue guance all’obiettivo della fotocamera”, dice Maman. “E possiamo farlo su uno smartphone, su un laptop, su un tablet, persino su una smart TV.”

Il processo non richiede nemmeno una grande fotocamera ad alta definizione. 30 fotogrammi / secondo con un processore decente ti porteranno lì, il che significa che gli smartphone obsoleti o di fascia bassa funzioneranno, e anche le webcam dei laptop andranno bene.

Il modello di business di Binah consiste nel concedere in licenza la tecnologia, non nel portarla sul mercato stesso. E la tecnologia è già utilizzata da aziende di tutto il mondo, tra cui Sompo , una delle più grandi compagnie di assicurazioni in Giappone, che utilizza la tecnologia per monitorare salute, benessere e depressione. Un ospedale di Montreal sta utilizzando le stesse funzionalità per controllare i segnali sanitari dei pazienti in un ambiente di persona ma senza contatto, rendendo l’assistenza ai pazienti affetti da Coronavirus più sicura e rapida. Tutto sommato, Maman afferma che 7 milioni di persone in tutto il mondo hanno la tecnologia Binah in esecuzione sui loro telefoni per valutare vari aspetti della loro salute.

Altri potenziali clienti includono fornitori di telemedicina: immagina di prendere un polso, livelli di ossigeno nel sangue e altri segni vitali durante la visita di un medico a distanza, rendendo molto più probabile che un operatore sanitario diagnostichi correttamente un paziente che non arriva mai effettivamente nello studio del medico .

Il monitoraggio della pressione sanguigna, che non è ancora disponibile ma per cui Binah ha depositato diversi brevetti, ha ovvie applicazioni per i pazienti cardiaci e altre condizioni di salute.

“Abbiamo lavorato molto duramente con sette diversi ospedali in tutto il mondo al fine di creare il set di dati di cui abbiamo veramente bisogno, che è fondamentalmente una persona con una misurazione della pressione sanguigna invasiva o una misurazione della pressione sanguigna basata sul bracciale, ed è il viso esposto alla fotocamera con il nostro propria applicazione di registrazione “, mi ha detto la mamma. “E una volta che siamo stati in grado di creare questo database sufficiente di quasi 13.000 persone, siamo stati in grado di modellarlo correttamente. Quindi stiamo generando 1.400 funzioni artigianali dal segnale PPG. E sì, lo so che è hardcore. “

I livelli di alcol nel sangue sono un altro test che secondo la mamma arriverà presto.

Questo, dice, sarebbe fantastico per l’app aziendale di un’azienda di trasporti, per garantire che i camionisti siano sobri prima di guidare. O per Uber o Lyft, che aiuterebbero i passeggeri a sapere che i loro autisti non sono sotto l’influenza di troppi drink.

Le piattaforme per il benessere potrebbero utilizzare il software, afferma Maman, per misurare i livelli di stress e consigliare i propri clienti o pazienti.


Tutto ciò, ovviamente, solleva la questione della privacy del paziente. Questa tecnologia nelle mani di un’azienda adtech che potrebbe indirizzare gli annunci in base alle tue condizioni mediche sarebbe un disastro. E le compagnie di assicurazione che utilizzano i dati a tua insaputa o autorizzazione costituirebbero una grave violazione della privacy. Tutta l’elaborazione avviene sul dispositivo, dice Maman, e poiché viene raccolta dalla fotocamera, i sistemi operativi devono chiedere il permesso per usarla e una luce generalmente indica quando la fotocamera è accesa.

“Come Binah, non vediamo mai i dati che lasciano il telefono in alcun modo”, dice Maman. “Tutto è solo per i nostri clienti.”

In altre parole, dovrai fidarti che le app a cui dai il permesso di utilizzare la fotocamera per valutare la tua salute utilizzeranno i dati solo in modi approvati. Ma almeno i tuoi dati sanitari risiedono solo nei loro sistemi, non in più posti.

Una possibilità interessante con un accesso così facile ai dati sanitari è la protezione dalle pandemie nazionali, forse tramite app come le app di tracciamento Covid-19 abilitate da Google e Apple.

“E se, mentre guardi Instagram, o guardi un video su YouTube, o semplicemente controlli la posta, verrai scansionato perché c’è una fotocamera frontale che ti guarda”, chiede Maman. “Quindi, se puoi estrarre tutti i tuoi segni vitali 50 volte al giorno, così tutti coloro che possiedono uno smartphone avranno queste informazioni … e se tutte queste informazioni, solo i metadati, sì, nessuna caratteristica identificabile, fossero poi aggregate per l’Organizzazione mondiale della sanità? “


Il risultato, probabilmente, sarebbe che le organizzazioni sanitarie potrebbero sapere se una percentuale della popolazione in un’area specifica sta subendo variazioni di salute – ad esempio aumento della temperatura – e sarebbero in grado di isolare pandemie e crisi sanitarie molto più rapidamente.

Ma avrebbe sicuramente un costo in termini di privacy. Tutti dovrebbero avere fiducia che i dati sarebbero infatti aggregati, non attribuibili personalmente. E, come in ogni cosa, probabilmente ci sarebbero stati cattivi attori.

Come in tutte le cose, da un grande potere derivano grandi responsabilità.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi