L’anno scorso, la Cina ha stanziato 209 miliardi di dollari per il suo bilancio della difesa. Di recente, l’Esercito popolare di liberazione (PLA) si concentra sulle attrezzature più che sull’addestramento, sul personale e sulla manutenzione. Negli anni ’60 solo il 20% del budget militare era destinato all’equipaggiamento. 

Nel corso degli anni, il Partito Comunista Cinese ha fatto della “modernizzazione” militare una priorità. Secondo un recente rapporto del Center for Security and Emerging Technology (CSET) della Georgetown University, la spesa per l’equipaggiamento del PLA è un eufemismo perché il bilancio militare pubblicato non riportava molte categorie importanti. La spesa militare effettiva è superiore a quanto menzionato.

Il PLA ha integrato l’IA nelle proprie procedure di meccanizzazione per sviluppare varie forme di sistemi di guerra elettronica. 

Veicoli intelligenti e autonomi
Dal lancio dell’UAV da combattimento Wing Loong-1 nel 2009, il PLA ha sviluppato continuamente sistemi intelligenti e indipendenti per la guerra aerea e marittima. Il CSET ha esaminato più di 343 contratti di equipaggiamento AI (PLA), di cui il 35% riguardava veicoli intelligenti o autonomi. I registri degli appalti mostrano che le SOE della difesa (impresa statale) hanno acquistato veicoli COTS (commercial-off-the-shelf) con l’aiuto di una piattaforma di acquisto pubblica nota come Drone Network.

Nel frattempo, la maggior parte dei contratti UAV sono stati diretti verso l’aviazione. CSET ha scoperto che le unità PLA hanno finanziato la ricerca sul volo autonomo e acquistato moduli di interferenza e di elaborazione dati “intelligenti” per gli UAV. Ad esempio, l’Accademia cinese delle scienze (CAS) e lo Shenyang Institute of Automation (SIA) sono sostenuti dallo stato e lavorano alla ricerca sui veicoli intelligenti. Nel 2020, gli istituti hanno ricevuto contratti per la costruzione di un “sistema di prevenzione delle collisioni intelligente 3D” per la scienza e tecnologia aerospaziale cinese (CASC) e “macchine intelligenti per il volo autonomo” per PLA Air Force (PLAAF).

Manutenzione predittiva e logistica
Come gli Stati Uniti, il PLA ha implementato l’IA per la manutenzione e la logistica. Inoltre, secondo CSET, l’11% dei 343 contratti di intelligenza artificiale era incentrato su manutenzione, riparazione, logistica o supporto. Nel frattempo, appaltatori PLA affermati hanno escogitato software basati sull’intelligenza artificiale per rilevare perdite, diagnosi dei guasti e automatizzare gli ordini (magazzini intelligenti). Nel marzo 2020, l’Accademia delle scienze militari ha contattato Anwise Global Technology per creare una piattaforma automatizzata di test del codice.

Oggi, Anwise è il più grande produttore cinese di apparecchiature intelligenti che si concentra esclusivamente sull’aerospaziale e l’elettronica militari. L’azienda ha anche sviluppato applicazioni basate sull’intelligenza artificiale per creare una libreria di prototipi virtuale per la valutazione delle armi aerospaziali.

Intelligence, sorveglianza e ricognizione 
L’IA ha il potenziale per interrompere l’intelligence militare, la sorveglianza e la ricognizione (ISR). È interessante notare che un accordo PLA AI su cinque riguardava l’ISR. L’intelligenza artificiale è ampiamente utilizzata per l’analisi delle immagini geospaziali, l’analisi dei media e l’acquisizione di informazioni.

Nel corso del 2020, CASC e PLASSF hanno inviato ordini per l’acquisizione di apparecchiature per il rilevamento di superfici polarizzate, la misurazione della distanza e i sistemi di fusione di dati multisorgente incorporati nei satelliti. Inoltre, il PLASSF ha firmato un accordo con Beijing Uxsino Software Co per lo sviluppo di un sottosistema di analisi intelligente e percezione delle informazioni geospaziali. 

Simulazione e formazione
In precedenza, l’EPL aveva lottato con la mancanza di aerei , un addestramento improprio, problemi interni durante le operazioni congiunte e una rigida struttura organizzativa. Ora il PLA utilizza i giochi di guerra per simulare la guerra per addestrare gli ufficiali militari al pensiero strategico o per studiare la natura di potenziali conflitti.

Il PLA ha stipulato contratti per lo sviluppo di un software di gioco di guerra proprietario basato sull’intelligenza artificiale utilizzato negli istituti militari e nei programmi educativi. Ad esempio, una società cinese chiamata DataExa ha sviluppato un simulatore di giochi di guerra basato sull’intelligenza artificiale noto come AlphaWar, ispirato ad AlphaStar, un sistema di intelligenza artificiale di DeepMind per la riproduzione di Starcraft.

Riconoscimento automatico del bersaglio (ATR)
Le industrie di tutto il mondo sono passate all’automazione per ridurre i costi e migliorare l’efficienza. Allo stesso modo, il PLA ha affermato che il riconoscimento del bersaglio e il controllo del fuoco sono le caratteristiche più importanti dei moderni sistemi d’arma. Tuttavia, l’utilizzo dell’IA in questo è relativamente nuovo e non ortodosso. Nel 2020, il PLA e le SOE della difesa hanno iniziato a distribuire contratti per il rilevamento del bersaglio basati su immagini radar ad apertura sintetica, algoritmi di riconoscimento del bersaglio per UAV, estrazione di funzionalità, algoritmi di riconoscimento e fusione multi-bersaglio. 

Il PLA implementa il software ATR basato sull’intelligenza artificiale nei veicoli aerei. Oggi, aziende private come Shandong Hie-Tech pubblicizzano i sistemi ATR installati negli UAV . Alla società è stato chiesto di realizzare “UAV e apparecchiature di supporto” nel giugno 2020 per PLA.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi