Home / Intelligenza artificiale pericolo / Come proteggere gli uomini dall’intelligenza artificiale video

Come proteggere gli uomini dall’intelligenza artificiale video

Come proteggere gli esseri umani in una società completamente automatizzata

Cosa succede quando ogni lavoro viene sostituito da una macchina?

Parte del numero AI di Real-World
Le persone sono state preoccupate per le macchine che assumono posti di lavoro per un tempo molto lungo. Già nel 1930 , John Maynard Keynes avvertiva del nuovo flagello della disoccupazione tecnologica, che definiva “disoccupazione dovuta alla scoperta di mezzi per economizzare l’uso del lavoro che superava il ritmo con cui possiamo trovare nuovi impieghi per il lavoro”. In breve, automatizzando noi stessi da una busta paga.

La paura è diventata più potente nell’era del software. In una recente storia , alcuni aggiornamenti di automazione hanno finito per rendere ridondanti 20 lavoratori in una piccola azienda di modellazione 3D. Un recente studio di McKinsey ha stimato che circa la metà degli attuali posti di lavoro potrebbe essere automatizzata e prevede che entro il 2030 400 milioni di posti di lavoro in tutto il mondo saranno automatizzati nel nulla.

Ambientato sullo sfondo di miglioramenti continui dell’IA, l’immagine sembra abbastanza semplice: le macchine diventano un po ‘più abili ogni giorno e ogni ulteriore punta di intelligenza porta qualche altro lavoro alla portata dell’automazione. Ma la realtà è più complessa, operando su una scala molto più ampia. Nella maggior parte dei casi, non stiamo automatizzando i singoli lavori ma interi settori, dal momento che soddisfiamo più delle nostre esigenze attraverso software massicciamente scalabili.

È un enorme cambiamento nel modo in cui funziona la società, e non deve essere cattivo. Dobbiamo solo guardare il quadro generale.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi