Ecco come si evolverà il metaverso
 
Il metaverso trasformerà il modo in cui le persone interagiscono con il mondo attraverso tre fasi sovrapposte, ognuna con le proprie influenze distintive su tecnologia, mercato e caratteristiche del prodotto.
Immagine: Adobe Stock
In questo momento, il metaverso sembra essere ovunque e da nessuna parte, allo stesso tempo propagandato come la prossima grande innovazione e criticato come troppo pubblicizzato e troppo promettente . Ma cos’è esattamente il metaverso e quale estremità dello spettro è più vicina alla realtà?

Esistono molte definizioni diverse del metaverso, ma Gartner lo definisce come “Uno spazio condiviso virtuale collettivo, creato dalla convergenza di realtà fisica e digitale virtualmente migliorata”. Da questo punto di vista, il metaverso è persistente, fornisce esperienze immersive avanzate e, una volta maturato, fungerà da ecosistema indipendente dal dispositivo per ulteriori innovazioni.

Maggiori informazioni sull’innovazione
NVIDIA passa in testa al pacchetto AI con software, hardware e app avanzati
Le interfacce Brain Computer possono essere il futuro, ma saranno sicure?
Gli investimenti nell’IA sono aumentati vertiginosamente nel 2021, ma restano grossi problemi
Come assumere un architetto IoT (TechRepublic Premium)
La transizione al metaverso maturo sarà simile ai precedenti cambiamenti tecnologici, come la rivoluzione industriale o l’era mobile, in quanto la sua evoluzione introdurrà una nuova serie di leader tecnologici mentre potenzialmente sostituirà alcuni dell’era precedente. Il metaverso sarà un passo evolutivo nello sviluppo di Internet, agendo come uno spazio collettivo e condiviso nato dalla convergenza di contenuti ed esperienze digitali fisiche e persistenti.

Pertanto, ci sarà un solo metaverso nello stesso senso in cui esiste un solo Internet; proprio come nessuna singola entità o organizzazione possiede o controlla Internet, lo stesso si applicherà al metaverso.

Il metaverso si evolverà attraverso tre fasi sovrapposte: emergente, avanzato e maturo. Ecco cosa devono sapere i leader tecnologici su ciascuna di queste fasi e sulle influenze distintive della tecnologia, del mercato e del prodotto/servizio che le definiranno.

Immagine: Gartner
Fase 1: metaverso emergente
Il metaverso emergente è lo stadio in cui ci troviamo ora, costituito dagli attuali prodotti e servizi disponibili in commercio come social network, giochi online, e-commerce, criptovalute e NFT. A seconda della loro applicazione, queste tecnologie possono soddisfare una o più caratteristiche del metaverso (persistente, collaborativo, decentralizzato e interoperabile) ma il metaverso emergente è incompleto.

Ad esempio, non esiste interoperabilità tra diversi prodotti e servizi attualmente commercializzati come “metaverso”. Questo non perché vi sia una carenza in una di queste offerte, ma perché non esiste uno standard per l’interoperabilità. Pertanto, tutte le tecnologie e le applicazioni esistenti che oggi vengono chiamate “metaverse” sono in realtà soluzioni o miniverses pre-metaverse, ispirate al metaverse.

Per ottenere l’adozione tradizionale, qualsiasi potenziale concorrente del metaverso deve supportare le funzionalità fornite da queste tecnologie esistenti in modo conveniente e trasparente. Ad esempio, le attuali esperienze immersive di realtà aumentata (AR) e realtà virtuale (VR) offrono scorci da giardino recintato su come apparirà il metaverso. Tali soluzioni sono ancora considerate pre-metaverse, poiché gli utenti non possono spostare il contenuto tra le applicazioni, né sono in grado di spostarsi tra le applicazioni stesse.

Nella fase 1, che durerà almeno fino al 2024, la sfida più significativa per i leader tecnologici sarà la creazione di un business sostenibile e redditizio basato su casi d’uso pre-metaverso, come esperienze AR e VR. In questa era, i leader dei prodotti tecnologici dovrebbero concentrarsi sull’esplorazione e sulla costruzione di precursori del metaverso. Ciascuna delle sue quattro caratteristiche chiave rappresenta un’opportunità e una sfida per definire una strategia di prodotto metaverso. Gli attuali casi d’uso di alto valore, come esperienze AR e VR, app di gioco e navigazione, sono promettenti precursori del metaverso.

VEDI: Cheat sheet di Metaverse: tutto ciò che devi sapere (PDF gratuito) (TechRepublic)

Fase 2: Metaverso avanzato
Le soluzioni metaverse avanzate saranno caratterizzate dalla convergenza di tecnologie viste nella fase emergente. Questa fase dovrebbe verificarsi tra il 2024 e il 2027.

Questa convergenza ispirerà anche nuove tecnologie che saranno necessarie per abilitare soluzioni metaverse mature, come i metodi per collegare gli spazi fisici e digitali in modo navigabile.

Le tecnologie di calcolo spaziale sono uno di questi esempi e saranno presenti in primo piano in questa fase. Ad esempio, ciò potrebbe includere tecnologie per legare il contenuto digitale persistente a quello fisico, come colorare digitalmente statue greche e romane, o per definire la posizione e l’orientamento di un oggetto digitale in uno spazio fisico, come avere un segno digitale rivolto nel modo corretto su una strada.

Durante questa fase si svilupperà anche la tecnologia che popola lo strato informativo del metaverso. Ciò include innovazioni che catturano, creano e integrano contenuti digitali da sovrapporre al mondo fisico, come la tecnologia per rilevare e mappare persone, luoghi, cose e processi. Ciò coinvolgerà anche le tecnologie dei grafi che stabiliscono processi e relazioni tra questi elementi.

Diverse altre tecnologie sviluppate in modo indipendente devono maturare per supportare la fase avanzata del metaverso, tra cui:

Tecnologie dei sensori, fusione dei sensori e tecnologie che consentono l’integrazione dei dati. Questi forniranno ai sistemi un grado più elevato di contesto per rendere utili i contenuti geoposti e indicizzati.
Prodotti che offrono funzionalità aziendali in pacchetto, come API che forniscono piattaforme e funzionalità di prodotto su cui altre organizzazioni possono basarsi. Ciò consentirà offerte metaverse componibili, allontanandosi dall’approccio in silos basato su app alle “superapp”.
Interfacce utente multimodali: faciliteranno la transizione verso esperienze indipendenti dal dispositivo, consentendo al tempo stesso modi nuovi e intuitivi di interagire con un mondo misto fisico-digitale.
Edge AI e edge computing: saranno necessari per il rilevamento (come la visione artificiale) dell’interazione (come l’elaborazione del linguaggio naturale) e il rendering di contenuti ad alto volume o di alta qualità.
Nella fase 2, mentre gli elementi costitutivi del metaverso maturano gradualmente, i leader tecnologici devono evolvere i portafogli di prodotti per supportare le esperienze del metaverso, ad esempio lavorando con gruppi di standard e protocolli per definire e monitorare l’interoperabilità. Poiché nessuna singola organizzazione costruirà il metaverso, è importante che i provider si uniscano o creino un ecosistema di partner per la fornitura di contenuti e servizi.

VEDI: Politica etica dell’intelligenza artificiale (TechRepublic Premium)

Fase 3: Metaverso maturo
Il metaverso maturo vedrà la maggior parte delle applicazioni con funzionalità che consentono esperienze collaborative e multisorgente. Il contenuto interoperabile attraverso le esperienze digitali indicherà l’arrivo del metaverso maturo.

Ad esempio, considera di avere una nota digitale aggiornata dinamicamente ancorata a un oggetto fisico, come un semaforo, a cui i tecnici potrebbero accedere e aggiornare. I cittadini possono accedere a un livello esteso di questo contenuto per segnalare dettagli, come un’interruzione, e poiché il contenuto è ancorato digitalmente, tutti i cittadini possono vedere quando è stata segnalata l’interruzione invece di duplicare gli sforzi.

La decentralizzazione dei dati consentirà anche aggiornamenti dei contenuti localizzati in tempo reale. Come estensione di ciò, i lavoratori cittadini possono rispecchiare lo scenario di interruzione in un’esperienza puramente digitale per simulare le interruzioni del traffico e del servizio per vedere l’impatto dovuto all’interruzione e al processo di riparazione. Questo scenario può essere utilizzato anche per le parti interessate geograficamente distribuite per collaborare in tempo reale, consentendo flussi di lavoro sincroni.

Gartner prevede che contenuti persistenti, orientati spazialmente e indicizzati potrebbero essere adottati dai primi promotori già nel 2028, ma le caratteristiche di mercato di un metaverso maturo si evolveranno oltre il 2030.

Dal 2028 in poi, la visione e il potenziale del metaverso diventeranno molto più chiari e facili da gestire sia per le organizzazioni che per i singoli utenti. Sarà basato su casi d’uso e applicazioni di ispirazione scoperti nella Fase 2, rafforzati dalla maturazione di tecnologie adiacenti come 5G, visione artificiale, tecnologia immersiva e valute digitali. In quanto tali, verranno compresi gli aspetti e le funzionalità dei sistemi necessari per rendere possibile un metaverso maturo, aprendo opportunità significative a livello di infrastruttura, ei fornitori si sfideranno per creare la spina dorsale di un sistema trasformativo e potenzialmente onnipresente.

I leader tecnologici che valutano la crescita e l’impatto delle tecnologie e delle tendenze emergenti che consentono le esperienze del metaverso prestano molta attenzione a questo spettro di evoluzione. Considera le opportunità di interazione, contenuto e infrastruttura disponibili per determinare in quale fase entrare nel mercato. Ci saranno molte opportunità e sfide per i leader di prodotto per interagire con clienti e partner man mano che queste tecnologie maturano, ma è importante considerare il potenziale impatto ora poiché potrebbe richiedere modifiche ai modelli di business per sfruttare efficacemente le future opportunità del metaverso.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi