Home / Economia / Dove sono finite le startup di robotica

Dove sono finite le startup di robotica

Perché non vediamo più startup di robotica
 
Nell’aprile 2019, la startup di robotica con sede a San Francisco Anki ha chiuso i battenti dopo aver dichiarato bancarotta. Nei nove anni della sua esistenza, l’azienda ha sviluppato giocattoli robotici popolari come Overdrive, Cozmo e Vector. Il CEO Boris Sofman ha accusato la chiusura dell’azienda di un pasticcio di finanziamento dell’ultimo minuto.

Lo stesso anno, un’altra azienda di robotica, Jibo, fallì. In particolare, la rivista Time ha pubblicizzato l’omonimo social bot di Jibo come una delle migliori innovazioni del 2017. L’incapacità di raccogliere fondi in tempo ha portato anche all’uscita senza cerimonie di Jibo.

Sia Anki che Jibo erano promettenti startup. Sebbene Schaft, Rethink Robotics e Mayfield Robotics di proprietà di Google abbiano mostrato un grande potenziale, alla fine anche loro hanno ceduto. Se la storia è un’indicazione, la robotica come azienda è difficile da sostenere.

Avvio della robotica
Nel 2020, un affascinante video di robot che ballano al ritmo del successo del 1962 “Do You Love Me” ha fatto breccia in Internet. Il cast dell’ensemble nel video proveniva dalla casa di Boston Dynamics . L’azienda è molto popolare per i suoi robot di servizio agili e intelligenti.

 
Tuttavia, Boston Dynamics ha subito gravi perdite negli ultimi anni. Nell’anno fiscale, conclusosi a marzo 2020, la società aveva registrato una perdita netta di 103 milioni di dollari, un aumento del 60% rispetto all’anno precedente. Successivamente, il gigante automobilistico Hyundai è venuto in soccorso di Boston Dynamics e ha acquisito una quota di maggioranza della società.

Allora, cosa spiega il triste destino di alcune delle aziende pioniere nel campo della robotica? 

La lotta delle aziende di robotica per tenere la testa fuori dall’acqua rispetto alle fiorenti aziende di intelligenza artificiale è davvero uno studio in contrasto. Negli ultimi 12 mesi, le startup focalizzate sull’intelligenza artificiale hanno raccolto un totale di 73,4 miliardi di dollari . Nello stesso periodo (fino all’11 marzo 2021), le startup di robotica hanno raccolto 6,3 miliardi di dollari , una cifra irrisoria in confronto.

Lo sviluppo dell’hardware è difficile e la robotica lo è ancora di più. Lo sviluppo di robot richiede competenze e competenze che abbracciano diversi domini, tra cui software, meccanica, elettronica, ingegneria elettromeccanica e assemblaggio complesso. Far eseguire alle macchine semplici azioni come salire le scale o spostarsi in una stanza senza imbattersi in un ostacolo può essere un compito piuttosto arduo. Questo è uno dei motivi per cui la maggior parte dei robot è stata confinata a compiti limitati e ripetitivi come nel caso dei robot industriali stazionari e dei robot semi-autonomi.

 La mancanza di domanda di robot al di fuori di una manciata di settori come la logistica e gli ospedali è stata citata come un’altra delle principali ragioni del rallentamento . La riduzione della portata della robotica come attività sostenibile ha costretto investitori e imprenditori a ripensare. Inoltre, la robotica è un campo ad alta intensità di capitale. Affinché qualsiasi impresa abbia successo, deve rispondere a un’esigenza specifica del mercato. La maggior parte delle aziende di robotica deve spendere milioni per sviluppare robot per casi d’uso specifici. Il ROI sulle risorse spese in ricerca e sviluppo è tutt’altro che ottimale, il che rende difficile sostenere il business.

Qual è il prossimo
Nonostante l’incombente incertezza sul campo, i rapporti suggeriscono che l’industria della robotica potrebbe crescere da 76,6 miliardi di dollari nel 2020 a 176,8 miliardi di dollari nel 2025. Tuttavia, si può notare che, a differenza delle startup focalizzate sull’intelligenza artificiale, le startup di robotica non hanno avuto successo nell’entrare nell’Unicorno. club.

Alcuni dei popolari Unicorni nel campo della robotica includono Automation Anywhere (ha raccolto $ 290 milioni in finanziamenti di serie B e ha una valutazione totale di $ 6,8 miliardi); UIPath, una società di software RPA che ha raggiunto il miliardo di dollari nel 2018; e UBtech Robotics, con sede in Cina, che è probabilmente l’azienda di robotica di maggior successo al mondo.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi