Home / Hardware AI / Gli occhi bionici collegati a Internet

Gli occhi bionici collegati a Internet

Gli occhi bionici collegati a Internet cambieranno la società
Speculazione sull’ultimo indossabile a un passo dalle protesi neurali invasive

È passato solo poco più di un decennio dal lancio del primo iPhone, ma i dispositivi mobili hanno già avuto un impatto enorme come nei seguenti casi.
Ha distrutto intere industrie portando a società per un valore di miliardi di dollari come Uber e il suo rifacimento dei trasporti.
Ha svolto un ruolo chiave nel coordinamento e nella condivisione di immagini e video in movimenti politici come la Rivoluzione verde iraniana.
Dare forma alla crescita e alla struttura di intere società, come in Cina, India o Africa, dove le aree meno sviluppate aggirano il normale sviluppo di Internet cablato a favore del salto diretto alla trasmissione dei dati attraverso le torri cellulari.
La crescita esponenziale degli smartphone è stata integrata da una crescita ancora più impressionante di dispositivi indossabili come gli smartwatch.
Man mano che la tecnologia di elaborazione diventa più potente, più economica e più piccola, possiamo aspettarci che i dispositivi indossabili diventino ancora più onnipresenti nella nostra vita quotidiana e svaniscano in modo da non essere più visibili. Tuttavia, giocheranno una parte ancora più grande della nostra vita.
Fino a che punto questo continuerà?
Credo che l’umanità avrà presto un intervento chirurgico discrezionale per sostituire i nostri occhi con occhi bionici collegati a Internet.
Qui speculerò sulle affascinanti implicazioni di come gli occhi bionici influenzeranno la vita quotidiana e la società.
Dove gli occhi bionici si adattano alla progressione della tecnologia
Lenti a contatto intelligenti
Poiché l’elettronica flessibile, le batterie più efficienti e più piccole e la stampa 3D aumentano con raffinatezza, sarebbe naturale che le lenti a contatto intelligenti apparissero prima agli occhi bionici poiché potrebbero essere più tecnologicamente fattibili, più economiche e molto meno invasive.
In effetti, la Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) ha già finanziato molti progetti di ricerca per questi componenti fondamentali per le lenti a contatto in contesti accademici e ci sono già stati finanziamenti e prototipi per gli occhi bionici, sebbene in una fase preliminare.
È solo questione di tempo prima che questi contatti diventino disponibili, economici e diffusi. Mi aspetto che le grandi aziende tecnologiche utilizzino la ricerca finora e avanzino rapidamente, li producano, li distribuiscano e li vendano e costruiscano tecnologie software correlate per migliorare l’hardware puro.
Immagina come gli smartphone potrebbero alla fine dissolversi ed esistere nei tuoi occhi. In molti modi, queste lenti a contatto intelligenti sono il ponte verso e si sovrapporranno con molte funzioni e implicazioni dell’occhio bionico. Tuttavia, un occhio bionico completo che può trasmettere più dati e interfacciarsi direttamente con il nervo ottico può avere ancora molto più potenziale.
Protesi Neurali
Gli occhi bionici possono essere visti come lo stadio di transizione verso protesi neurali invasive e neo-neocorteccia. Questa fase di transizione può coinvolgere tutti i contesti che spaziano, biomedico, tecnologico, legale e persino filosofico.
Abbiamo già protesi neurali sotto forma di impianti cocleari che si legano direttamente ai neuroni nel cervello per aiutare le persone a sentire.
Alcune altre protesi neurali possono includere una stimolazione elettrica per il sollievo delle convulsioni epilettiche. Esistono forme rudimentali come l’applicazione di un forte campo elettrico o, più specificamente, una forte stimolazione transcranica in corrente continua in alcune aziende come Halo Neurosciences
Questi apriranno la strada a protesi neurali molto più invasive e drammatiche come quelle che migliorano la cognizione o la memoria. L’occhio bionico svolgerà un ruolo cruciale in quella transizione.

Occhi bionici – Hardware
Velocità di trasmissione dati
Il nervo ottico umano può trasmettere i dati nell’ordine di decine di gigabit al secondo, quindi questo sarebbe il limite del throughput dei dati, che non è molto limitante.
Decine di gigabit al secondo sarebbero sufficienti per farlo sembrare reale, sia che il dispositivo sensoriale sia un occhio umano naturale o un occhio bionico artificiale. Ma c’è più sfumatura della pura trasmissione di dati, ed è così che il cervello elabora tali informazioni e come appaiono alla nostra coscienza.
Interazione con il cervello
I dati sensoriali visivi non vengono elaborati consapevolmente, almeno all’inizio, ma piuttosto relegano i neuroni di livello inferiore sulla corteccia visiva con neuroni specializzati per rilevare caratteristiche di livello inferiore come bordi e forme. Questi possono quindi essere convertiti in forme più complesse prima di raggiungere moduli cerebrali di livello superiore come l’identificazione di oggetti astratti, la conversione in linguaggio se necessario e la consapevolezza cosciente.
Gli occhi bionici possono essere più che semplici “occhi” per acquisire dati sensoriali, ma ci aiuteranno fondamentalmente a comprendere meglio come gli organi sensoriali modificanti come l’occhio possono influenzare il cervello stesso.
Macchine fotografiche
Le telecamere sull’occhio bionico sarebbero piuttosto sofisticate in futuro, se i successivi miglioramenti della fotocamera dei telefoni Apple e Samsung sono indicativi. In effetti, le fotocamere in bundle con i loro smartphone potrebbero benissimo essere le fotocamere della più alta qualità che molti abbiano mai posseduto.
Le videocamere forniscono dati visivi in ​​tempo reale dallo sviluppo circostante proprio come gli occhi normali, ma possono avere capacità extra non presenti negli occhi normali e possono consentire la realtà aumentata molto più semplificata rispetto agli smartphone.
Ad esempio, le persone sarebbero in grado di vedere nell’infrarosso o nell’ultravioletto, e non solo nello spettro visivo. La realtà aumentata sembrerebbe molto più reale e credibile.
Le informazioni sulla realtà aumentata potrebbero coinvolgere la tecnologia sull’occhio bionico stesso o visualizzare dati da Internet. Potrebbe esistere una modalità Internet pura in quanto tutti gli stimoli visivi in ​​streaming attraverso il nervo ottico coinvolgono solo lo streaming di dati e non includono alcun dato dall’ambiente circostante.
Altri usi
Poiché gli occhi bionici sarebbero molto più grandi delle lenti a contatto, c’è molto altro hardware che può essere impacchettato in essi, come microprocessori avanzati, imaging termico, teleobiettivi, batterie ricaricate da movimento meccanico o energia solare e persino essere una messa in scena di stoccaggio e consegna punto per vari farmaci.
Gli occhi bionici potrebbero fungere da gateway autonomo per Internet attraverso connessioni via wireless, Bluetooth o torri cellulari. L’archiviazione locale privata nei terabyte integrati nell’occhio stesso può essere accessibile molto più velocemente ed evita di dover archiviare file di dati sensibili o di grandi dimensioni sul cloud.
Tuttavia, sembra che i dati che fluiscono attraverso l’occhio stesso cambieranno il gioco. Questi dati possono provenire da dispositivi indossabili supplementari come rilevatori di sostanze chimiche, radiazioni e aria. Tali informazioni potrebbero anche provenire da Internet, a cui possiamo ora rivolgerci per considerare le piattaforme e i servizi futuri che sarebbero disponibili agli occhi bionici connessi a Internet.

Bionic Eyes – Software e applicazioni
È utile considerare contesti specifici in cui gli occhi bionici possono essere usati per pensare a modi più ampi in cui la società può cambiare.
Navigazione
Tutte le nostre attuali app con realtà aumentata sarebbero un candidato naturale per diventare realtà aumentata che risiede negli occhi bionici.
Immagina di fornire un comando vocale della tua destinazione finale e un’app si apre con frecce luminose insieme ad altre informazioni di viaggio come il tempo o la distanza rimanenti mentre guidi, vai in bici o cammini.
Tuttavia, potrebbero esserci app che sono più native degli occhi bionici e offrono più capacità rispetto a uno smartphone.
Questi potrebbero includere informazioni puramente informative, come i contorni evidenziati dei pedoni in una strada affollata o gli indirizzi e i nomi delle strade durante il viaggio.
Potrebbe anche essere basato sull’interazione, ad esempio la possibilità di concentrarsi su voci di menu nel campo visivo per navigare nel menu e selezionare, oppure concentrarsi su un luogo nel campo visivo per zoomare in modo telescopico o persino vedere attraverso i muri se le telecamere dall’altra parte del muro esiste.
Comunicazione e prospettiva di prima mano
Ora abbiamo telefono e videoconferenza che forniscono un po ‘di presenza realistica, ma gli occhi bionici potrebbero offrire un’esperienza molto più coinvolgente di essere effettivamente lì di persona a interagire con gli altri.
Questa presenza virtuale sarebbe utile in molti contesti. Ad esempio, in medicina un chirurgo umano potrebbe guardare attraverso gli occhi di un altro per aiutarli ad addestrarli. È interessante notare che questo non fornirebbe un altro set di occhi, ma fornirebbe un altro cervello per lo stesso paio di occhi.
Questa esperienza immersiva potrebbe essere registrata, archiviata indefinitamente e persino condivisa. Immagina di vedere il mondo attraverso gli occhi di un’altra persona? O riprodurre una registrazione della propria visione o della visione di un’altra persona a velocità diverse come 0,5x o 2x? Potresti davvero rivivere la vita di un’altra persona attraverso i loro occhi.
Viaggio
Esistono video YouTube impressionanti, alcuni in 4k o 8k che hanno una risoluzione così alta che ti danno la sensazione di provare effettivamente ciò che viene visualizzato sullo schermo.
Tuttavia, questo non è ancora coinvolgente poiché esiste all’interno dei contorni dello schermo di un monitor che occupa solo una piccola parte della vista generale. Ora immagina invece che al posto di quel monitor, se è completamente immersivo alla risoluzione della visione umana?
Ciò potrebbe essere migliorato poiché il video può fornire funzionalità di zoom e riproduzione a velocità diverse. Potresti immaginare di zoomare nel vedere le api o le formiche sulla superficie di un fiore, forse anche fino a un livello simulato su scala atomica.
Potrebbe benissimo essere che “viaggiare” attraverso escursioni filmate ben prodotte potrebbe persino essere superiore al viaggio effettivo. Se vuoi un’esperienza più autentica, potrebbe essere vista attraverso gli occhi di una persona reale che sperimenta tutto in tempo reale.
Guardare le stelle
Esistono app che ti consentono di visualizzare il cielo notturno in realtà aumentata utilizzando i dati effettivi ottenuti dal telescopio spaziale Hubble e altri osservatori spaziali e terrestri.
Queste app ti consentono anche di ingrandire qualsiasi parte del cielo notturno. Puntare la fotocamera del tuo smartphone con funzionalità GPS insieme a un giroscopio sensibile allo spazio ti consente di “vederli” attraverso pareti, soffitti e pavimenti. Guardare la stessa scena attraverso gli occhi bionici sarà molto più coinvolgente.
Queste informazioni in streaming su Internet e attraverso il nervo ottico attingerebbero agli exabyte di dati del telescopio e includerebbero anche risorse educative.
Con il selettore dell’ora, è possibile inserire qualsiasi data e ora specifiche, insieme alla velocità, e guardare il cosmo in un momento diverso da quello attuale e in tempi diversi. Simile al viaggio, può essere molto più interessante vedere il cielo notturno attraverso la realtà virtuale o la realtà aumentata che con la visione normale. Ad esempio, potresti accelerare le cose e vedere le stelle che ruotano sull’asse del polo nord o riprodurre il freddo arazzo danzante di Aurora Boreale.
Divertimento
Naturalmente, tutti questi aumenterebbero la portata dell’intrattenimento sotto forma di film, videogiochi e persino pornografia.
Sono sicuro che l’industria pornografica sarebbe uno dei maggiori vincitori e che i dati relativi alla pornografia consumerebbero gran parte dei dati che fluiscono attraverso le reti Internet e i nervi ottici.
Medico
Quelli con varie fobie come altezze o Disturbo Post Traumatico da Stress possono scoprire che tutti gli usi dell’attuale realtà aumentata o virtuale potrebbero essere molto più realistici e utili nell’aiutarli ad affrontare l’afflizione.
La telemedicina che è molto più realistica può risparmiare notevolmente sui costi di trasporto e rendere la consegna dell’assistenza sanitaria molto più efficiente.
Militare
I soldati strettamente collegati potrebbero essere più consapevoli degli altri membri della squadra potendo vedere immediatamente la visione di un altro proiettata da sola, il che può aiutare a fornire una valutazione di una situazione tattica. La “altra” visione non deve necessariamente essere un altro essere umano ma potrebbe essere un drone o un altro mezzo di sorveglianza.
I droni controllati a distanza dall’altra parte del mondo avrebbero un’integrazione ancora più stretta tra il pilota di controllo e l’attuale drone militare con munizioni vive.
Solo un campione
Le idee considerate qui sono solo un esempio di possibilità.
L’elenco qui può includere molti altri campi e immergersi molto più in profondità. Considerando quali app future potrebbero essere un argomento di interi set di post stessi. Volevo solo speculare su una rapida panoramica di quali potrebbero essere gli usi realistici e pratici degli occhi bionici connessi a Internet.
Gli occhi bionici cambieranno il gioco, in termini di vita quotidiana, come mostrato qui, ma avranno un potenziale dirompente per molti settori e opportunità per le nuove imprese.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi