Home / Programmazione / Google ha assunto microworker per addestrare il suo controverso Progetto Maven AI tramite un gruppo di crowdsourcing chiamato “Figure Eight”

Google ha assunto microworker per addestrare il suo controverso Progetto Maven AI tramite un gruppo di crowdsourcing chiamato “Figure Eight”

L’accordo di Google con il Pentagono dovrebbe terminare quest’anno

Secondo un nuovo rapporto di The Intercept , Google ha ingaggiato delle persone per contribuire a costruire un controverso programma di intelligenza artificiale che la compagnia stava sviluppando con il Pentagono .

Gli operai sono stati assunti tramite un gruppo di crowdsourcing chiamato “Figure Eight”, che paga 1 dollaro l’ora per le persone che svolgono compiti brevi, apparentemente irragionevoli. Sia che gli individui stessero identificando oggetti in immagini simili a CAPTCHA, sia che svolgessero altre semplici attività, i lavoratori stavano aiutando a formare l’intelligenza artificiale di Google creata come parte di un’iniziativa del Dipartimento della Difesa nota come Progetto Maven.

Project Maven è un progetto del Pentagono destinato a utilizzare l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per differenziare persone e oggetti in migliaia di ore di riprese di droni. Impiegando questi micropestori di crowdsourcing, Google è stato in grado di utilizzarli per insegnare gli algoritmi che stava eseguendo come distinguere tra obiettivi umani e oggetti circostanti.

Secondo The Intercept , questi lavoratori non avevano idea per chi stavano lavorando o quello che stavano costruendo.

Lo scorso giugno, Google ha dichiarato di aver deciso di non rinnovare il contratto con il Dipartimento della Difesa in quanto ha coinvolto Project Maven dopo che oltre 3.000 dipendenti hanno firmato una petizione per protestare contro il coinvolgimento della società nell’iniziativa. L’accordo si concluderà a marzo 2019.

La figura otto, che in precedenza era conosciuta come Crowdflower, è una delle più grandi piattaforme che impiegano i microworker. Nel suo sito web, Figure Eight afferma che la sua piattaforma “combina l’intelligenza umana su vasta scala con modelli all’avanguardia per creare dati di formazione di altissima qualità per i tuoi progetti di machine learning (ML).” Collaborando con questi outfit per micro pozzii, Google potrebbe costruire in modo rapido ed economico la sua intelligenza artificiale.

“Carichi i tuoi dati sulla nostra piattaforma e forniamo annotazioni, giudizi ed etichette di cui hai bisogno per creare verità di base accurate per i tuoi modelli”, si legge nel sito web.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi