Google annuncia i progressi dell’IA nel text-to-video, nella traduzione linguistica e altro ancora
 
Unisciti a noi il 9 novembre per imparare come innovare con successo e raggiungere l’efficienza migliorando le competenze e scalando gli sviluppatori cittadini al Summit Low-Code/No-Code. Registrati qui . 
In un evento di Google AI questa mattina presso gli uffici dell’azienda Pier 57 a New York City, Google ha annunciato una serie di progressi nell’intelligenza artificiale (AI), tra cui l’ IA generativa , la traduzione linguistica, l’IA sanitaria e la gestione dei disastri.

L’evento si è anche concentrato fortemente su una discussione sui suoi sforzi per costruire un’IA responsabile , in particolare in relazione al controllo e alla sicurezza, aiutando a identificare l’IA generativa e “costruire per tutti”. 

Da Honeywell alle startup Come i leader stanno guidando una crescita prevedibile con l’IA
“Vediamo così tante opportunità davanti a noi e ci impegniamo a garantire che la tecnologia sia costruita al servizio dell’aiuto alle persone, come qualsiasi tecnologia di trasformazione”, ha affermato il CEO di Google, Sundar Pichai, in un video condiviso con i partecipanti. “L’intelligenza artificiale comporta rischi e sfide: ecco perché Google si è concentrato sull’intelligenza artificiale responsabile fin dall’inizio, pubblicando principi di intelligenza artificiale che danno priorità alla sicurezza e alla privacy delle persone rispetto a qualsiasi altra cosa”. 

Google presenta la combinazione Imagen Video – Phenaki
Basandosi sul lavoro da testo a video annunciato il mese scorso, Google ha condiviso il primo rendering di un video che condivide entrambi gli approcci di ricerca da testo a video complementari dell’azienda: Imagen Video e Phenaki. Il risultato combina la capacità di Phenaki di generare video con una sequenza di messaggi di testo con i dettagli ad alta risoluzione di Imagen.


Il primo rendering di video di Google generato da Imagen Video e Phenaki
“Penso che sia incredibile che possiamo parlare di raccontare storie di lunga durata come questa con video in super risoluzione, non solo da un prompt ma da una sequenza di prompt, con un nuovo modo di narrare”, ha affermato Douglas Eck, scienziato principale di Google Research e direttore della ricerca per Brain Team di Google, aggiungendo di essere entusiasta di come i registi o i narratori di video potrebbero utilizzare questa tecnologia. 

Altri progressi dell’IA generativa
Nello spazio del testo, Eck ha anche discusso del motore di dialogo LaMDA e del Wordcraft Writers Workshop, che ha sfidato gli autori professionisti a scrivere narrativa sperimentale utilizzando LaMDA come strumento. Google rilascerà presto un documento di ricerca su questo, ha detto Eck.

“Una chiara scoperta è che l’utilizzo di LaMDA per scrivere storie complete è un vicolo cieco”, ha affermato. “È più utile usare LaMDA per aggiungere spezie.” Anche l’interfaccia utente deve essere corretta, ha aggiunto, fungendo da “editor di testo con uno scopo”. 

Eck ha anche evidenziato gli sforzi di Google per utilizzare l’IA per generare codice, così come la ricerca recentemente introdotta da AudioLM che, senza bisogno di una partitura musicale, estende l’audio da qualsiasi clip audio inserita e DreamFusion, il testo recentemente annunciato Rendering 3D che combina Imagen con le capacità 3D di NeRF.”Non ho mai visto così tanti progressi nello spazio generativo, il ritmo è davvero incredibile”, ha detto.


Google sta costruendo un traduttore vocale universale
Dopo aver esaminato una serie di progressi di Google nella ricerca sull’intelligenza artificiale linguistica , la società ha annunciato uno sforzo per riflettere la diversità delle lingue del mondo e un’ambiziosa puntata alla costruzione di un modello che supporti le prime 1000 lingue del mondo.

Ha anche annunciato che Google sta costruendo un modello vocale universale addestrato su oltre 400 lingue, con “la più ampia copertura del modello linguistico vista oggi in un modello vocale”, afferma l’azienda.

 
Una forte attenzione all’IA responsabile
Dopo gli annunci dell’IA, Marian Croak, vicepresidente dell’ingegneria di Google, e James Manyika, vicepresidente senior di Google-Alphabet, hanno discusso dell’attenzione di Google sull’IA responsabile.

“Penso che se vogliamo essere leader, è estremamente importante spingere lo stato dell’arte su una tecnologia di intelligenza artificiale responsabile”, ha affermato Croak. “Sono appassionato di voler scoprire modi per far funzionare le cose nella pratica. Quindi, alcuni dei modi in cui mettiamo in pratica i principi dell’IA consiste nell’eseguire test contraddittori costantemente e continuamente. Quindi ci assicuriamo anche di definire parametri di riferimento di tipo quantitativo e che possano essere misurati e verificati in tutte le dimensioni della nostra IA. Quindi, lo facciamo anche su base continuativa”.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi