Ian Goodfellow ha criticato la politica aziendale e ha affermato che il suo team avrebbe bisogno di maggiore flessibilità per tornare

Goodfellow è noto per l’invenzione dei GAN.
 
Chiunque abbia la memoria più acuta probabilmente ricorderà l’ arrivo di Ian Goodfellow in Apple nel 2019 . Il professionista ha lasciato Google per diventare Direttore del Machine Learning ( ML) a Cupertino ed è diventato rapidamente uno dei nomi più importanti dell’azienda nel campo… fino ad ora.

Secondo la giornalista Zoë Schiffer di The Verge , Goodfellow ha recentemente rassegnato le dimissioni da Apple. E no, non è stato per un invito di un’altra società o per fondare una sua società: il direttore se n’è andato perché non era d’accordo con la politica di  tornare al lavoro in presenza.


In una nota inviata ai suoi colleghi, Goodfellow ha affermato di “credere fermamente che una maggiore flessibilità sarebbe la migliore politica” per il ritorno del suo team negli uffici. Secondo Schiffer, il regista era oggi l’esperto di machine learning più citato di Apple, ovvero un talento che mancherà sicuramente alle ambizioni di Apple.

Il ritorno alle linee guida del lavoro faccia a faccia di Apple, come è noto, è stato oggetto di critiche all’interno dell’azienda stessa. Apple ha definito un regime ibrido progressivo , in cui i dipendenti sarebbero tornati negli uffici inizialmente per uno o due giorni alla settimana, aumentando il carico di lavoro faccia a faccia nell’arco di pochi mesi, una politica considerata più severa di quella di concorrenti come Google e Meta , che ha persino stabilito il lavoro a distanza come opzione definitiva per alcuni team.

Il gruppo Apple Together, composto da dipendenti Apple, ha recentemente pubblicato una lettera aperta in cui critica le linee guida di Apple, sottolineando che il ritorno al piano di lavoro in presenza non tiene conto delle esigenze di ciascun team e potrebbe sminuire le (così dure) coltivata) diversità nel suo personale.

Un sondaggio alla cieca, nel frattempo, ha mostrato che il 56% dei dipendenti Apple sta cercando lavoro altrove, un numero alimentato dall’insoddisfazione per il ritorno al lavoro faccia a faccia, secondo l’azienda. E abbiamo già parlato qui dell’occasione in cui Apple ha provato a togliere i canali nel suo Slack che, tra l’altro, parlava di lavoro a distanza e di tornare in ufficio.

Vediamo quindi se la partenza di Goodfellow manterrà i piani di Apple o se l’azienda prenderà provvedimenti per evitare di perdere più talenti.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi