Home / Società / Igloo Software terzo rapporto annuale sullo stato del lavoro digitale

Igloo Software terzo rapporto annuale sullo stato del lavoro digitale

Igloo Software, il principale fornitore di soluzioni di lavoro digitali, ha pubblicato il suo terzo rapporto annuale sullo stato del lavoro digitale, che esplora il modo in cui i dipendenti collaborano e comunicano nei moderni luoghi di lavoro.

Lo studio ha rilevato che poco più della metà (51%) dei dipendenti ha evitato di condividere un documento con un collega perché non è riuscito a trovarlo o ha pensato che sarebbe stato troppo difficile da trovare – la percentuale più alta mai registrata da quando Igloo ha iniziato questo studio tre anni fa. Inoltre, il 54% dei lavoratori remoti ha interrotto almeno una riunione a causa di problemi tecnici e il 51% dei dipendenti ammette di essere stato sopraffatto dalla quantità di messaggi non correlati al lavoro inviati in app come Slack e Microsoft Teams. Tuttavia, il motivo di preoccupazione non finisce qui, poiché il 57% ammette di utilizzare almeno un’applicazione non approvata da società per comunicare o condividere informazioni sull’azienda.

“Ora più che mai, è fondamentale che i dipendenti dispongano degli strumenti di cui hanno bisogno per comunicare e collaborare efficacemente, ma anche per interagire con i loro colleghi all’interno dell’organizzazione”, ha affermato Mike Hicks , CMO di Igloo Software. “Dato che lavorare da remoto è diventata la nuova realtà, ha messo in luce i vantaggi di una situazione lavorativa da casa, così come le sfide della fatica delle app, uno scarso equilibrio tra vita privata e vita privata e una serie di rischi per la sicurezza dei dati . Questo studio scopre queste principali sfide e l’impatto sull’impegno e sulla cultura dei dipendenti, insieme a intuizioni su come la leadership possa sostenere al meglio la forza lavoro remota a lungo termine. “

Oltre ad esplorare le complicazioni del lavoro a distanza, il sondaggio esamina in modo approfondito le abitudini e gli incidenti della comunicazione digitale . Altri risultati del rapporto includono:

Il 39% ha inviato un messaggio a un collega che vorrebbe non aver fatto, compreso tutto, da una nota d’amore alle informazioni sensibili dell’azienda condivise con le persone sbagliate.
Il 65% ha condiviso e archiviato in modo improprio documenti e informazioni sensibili, il che può portare a rischi e potenziali violazioni della sicurezza.
Il 62% dei dipendenti intervistati fa ancora affidamento sulla condivisione di e-mail e file per le proprie esigenze di comunicazione e collaborazione.
“Siamo a un crocevia nell’efficacia del posto di lavoro moderno con circa 2,3 trilioni di dollari previsti per la trasformazione digitale entro il 2023 secondo IDC, insieme a crescenti segni di frustrazione dei dipendenti con i risultati e i risultati di tali iniziative”, ha detto Jason Hahn, CEO di Igloo Software. “È chiaro che non possiamo uscire da questo problema. Dobbiamo ripensare il nostro approccio, gli strumenti che utilizziamo e le nostre aspettative su come i dipendenti interagiscono con la tecnologia. Questo è il terzo anno consecutivo che Igloo ha condotto questo rapporto e mentre ci sono prove che sono stati fatti alcuni miglioramenti verso migliori strumenti e pratiche di comunicazione e collaborazione, ci sono ancora molte sfide che la forza lavoro deve affrontare. Comprendere queste sfide e gli impatti che hanno sull’impegno e sulla produttività dei dipendenti, mette le organizzazioni in una posizione migliore per affrontarle come parte delle loro iniziative di trasformazione digitale “.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi