La mamma di Google, la madre di tutti gli algoritmi di ricerca?
Il MUM di Google sta cambiando la “Ricerca” superando le barriere linguistiche su diversi tipi di media. MUM è qui per migliorare la SEO o renderla obsoleta?
 
Nel 2021, Prabhakar Raghavan, Senior Vice President di Google, ha annunciato il lancio di un nuovo modello di intelligenza artificiale chiamato Multitask Unified Model (MUM) all’evento Google I/O . Mentre il nuovo modello funziona sul framework T5, che è simile a BERT (Bidirectional Encoder Representation Transformer), MUM è superiore a BERT di 1000 volte . Il MUM di Google sta cambiando il modo in cui funziona il motore di ricerca in quanto va oltre la tradizionale ricerca per parole chiave e coltiva una comprensione più completa della query dell’utente. Mentre ci sono molti articoli sulla tecnologia multi-modello, un articolo: ” Rethinking Search: Making Domain Experts out of Dilettantes”, dimostra l’approccio del modello unificato, che è diverso dai tradizionali sistemi IR poiché il modello recupera e classifica le query all’interno dello stesso componente. 

Secondo Google, MUM può essere applicato in varie attività come il riepilogo di documenti, l’analisi del sentiment, la risposta a domande, ecc. Tali applicazioni hanno reso MUM una priorità importante presso la sede di Googleplex. Con MUM che acquisterà importanza nell’ecosistema di Google, diventerà un fattore chiave nelle classifiche di ricerca? O renderà obsoleta l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO)?

MUM – Stesso cervello, nuova sinapsi
Pandu Nayak, Google Fellow e Vice President of Search, spiega l’affermazione del problema: dover digitare troppe query ed eseguire varie ricerche per ottenere la risposta di cui hai bisogno. MUM è un aggiornamento dell’attuale motore di ricerca ( BERT ) poiché è basato su un trasformatore di trasferimento da testo a testo, uno dei popolari modelli NLP come LaMDA o GPT-3. 

Le competenze di MUM possono essere classificate nei seguenti fattori:

Multimodale –MUM mostra la sua capacità di gestire i dati in più formati. Può analizzare il testo da immagini e video, dandogli un’esperienza multisensoriale. 
Multitasking -MUM ha il potenziale per apportare un cambiamento nel modo in cui Google aiuta gli utenti con attività complesse. Come spiega Pandu Nayak con un esempio, se l’utente fa una domanda su come prepararsi per un’escursione al Monte Fuji, MUM potrebbe non solo fornire i risultati per la domanda particolare, ma andare oltre e includere cose come i regimi di fitness e trovare le giuste attrezzature.
multilingue – MUM è formato in oltre 75 lingue diverse in modo da poter superare le barriere linguistiche e fornire risultati anche se la query viene posta in una lingua diversa.
Il dibattito – MUM influenzerà la ricerca?
Specialisti SEO e marchi aziendali si adattano costantemente agli algoritmi in continua evoluzione del motore di ricerca. Google si è sforzato di portare un’esperienza più naturale al suo motore di ricerca sin dal suo concepimento. Il MUM di Google ha il potenziale per ridurre il tempo e lo sforzo investito dall’utente in ricerche complesse. Gregg Turner , Head of performance marketing presso UNRVLD, parla dell’impatto di MUM sulla SEO mentre suggerisce le implicazioni della capacità di MUM di estrarre contenuti audio, video e immagini rilevanti, essendo enorme per le aziende di contenuti, le agenzie e i creatori autonomi .

Tuttavia, alcuni esperti sono inclini all’idea che MUM sia un indicatore del cambiamento nel modo in cui viene percepita la ricerca. Edwin Toonen , uno specialista di contenuti strategici presso Yoast, indica nel suo post che il motore di ricerca di Google si sta trasformando in un“macchina per la presentazione della conoscenza”. Inoltre, il vicepresidente della ricerca di Google riconosce che la tecnologia non è in gioco al momento. Alla domanda se Google annuncerà quando MUM andrà in diretta su Ricerca, il collegamento di ricerca di Google Danny Sullivan afferma che non rimarranno mamma su MUM.


Il potere del MUM di Google risiede nella sua natura multimodale, multitasking e multilingue. È pronto a rivoluzionare il settore della ricerca, aumentando esponenzialmente l’impatto creato dal suo predecessore BERT nel 2019. Sebbene Google non utilizzi MUM come segnale di ranking di ricerca, formerà MUM su grandi set di dati e lo perfezionerà per applicazioni distinte su set di dati più piccoli. Questo processo è reso evidente dal test di Google del modello per migliorare i risultati della ricerca sui vaccini . In questo esperimento, MUM si è dimostrato efficiente nell’identificare 800 variazioni di nomi di vaccini in oltre 50 lingue in pochi secondi.

Nello scenario attuale, i professionisti SEO dovranno essere in uno stato di cambiamento costante per adattarsi agli algoritmi dei motori di ricerca in continua evoluzione. C’è una possibilità per un futuro in cui i motori di ricerca sono abbastanza evoluti per sperimentare i dati come fa l’utente, colmando così il divario tra i formati delle query e i risultati.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi