Home / chatbot / Il Premio Alexa 2021 punta sui chatbot multitasking

Il Premio Alexa 2021 punta sui chatbot multitasking

I chatbot multitasking sono la nuova sfida del premio Amazon Alexa

Nel 2016, Amazon ha lanciato il Premio Alexa , una sfida annuale per creare chatbot basati sull’intelligenza artificiale in grado di mantenere una conversazione coerente e coinvolgente di 20 minuti su argomenti popolari. Da esso sono scaturite numerose innovazioni, tra cui la comprensione del linguaggio naturale, la generazione di risposte neurali, la modellazione della conoscenza del senso comune e le tecnologie per la politica del dialogo, che hanno portato a conversazioni più fluide e coinvolgenti. Ispirata da questo successo, Amazon lancia oggi una nuova sfida volta a incoraggiare gli sviluppatori a creare esperienze in grado di gestire attività multistep, multimodal e multiturn.

La pandemia sembra avere un utilizzo sovralimentato delle app vocali, che era già in aumento . Secondo uno studio di NPR ed Edison Research, la percentuale di possessori di dispositivi abilitati alla voce che utilizzano i comandi almeno una volta al giorno è aumentata tra l’inizio del 2020 e l’inizio di aprile. Ma l’aumento dell’adozione non è stato correlato a un aumento della sofisticazione tecnologica degli assistenti vocali, almeno per alcuni aspetti. Ad esempio, le app vocali rimangono in gran parte incapaci di rispondere a più di una domanda alla volta con una singola risposta, il che può essere particolarmente frustrante negli ambienti aziendali in cui il multitasking è il normale corso degli affari.

La nuova sfida del Premio Alexa, la sfida TaskBot, ha lo scopo di promuovere la ricerca in questa direzione. Si concentra sul miglioramento delle esperienze multimodali , cercando di stimolare lo sviluppo di flussi di lavoro di completamento delle attività “immersivi” e “intelligenti”. Secondo Amazon, l’obiettivo è promuovere chatbot in grado di portare gli utenti dal punto A al punto B, sia che stiano cucinando o scrivendo un rapporto, o anche completando progetti DYI in casa.

Come per la sfida iniziale del Premio Alexa, dieci team di studenti universitari saranno selezionati per competere per borse di ricerca, dispositivi abilitati per Alexa, servizi di cloud computing Amazon Web Services gratuiti e altro ancora. Il periodo di presentazione delle domande inizierà il 17 marzo e si estenderà al 16 aprile e la TaskBot Challenge durerà tre anni, con un focus iniziale sui domini della cucina e del miglioramento della casa.

“La sfida incorpora le esperienze dei clienti multimodali, quindi oltre a ricevere istruzioni verbali, i clienti con dispositivi con schermo Echo, come Echo Show 10, potrebbero anche ricevere istruzioni dettagliate, immagini o diagrammi che migliorano la guida alle attività, “Amazon ha spiegato in un comunicato stampa . “Il cliente potrebbe chiedere ad Alexa come riparare un graffio su un’auto. Il chatbot chiederà quindi al cliente più domande sulla sua attività, quindi fornirà in modo interattivo istruzioni e spiegazioni dettagliate per ogni passaggio o, potenzialmente, modificherà il suo piano in base all’input del cliente. Al termine dell’interazione, al cliente verrà chiesto di valutare quanto è stato utile quel chatbot con l’attività e avrà la possibilità di fornire un feedback in forma libera per aiutare i team a migliorare il proprio chatbot. “

Un migliore multitasking e multimodalità potrebbe incoraggiare le aziende precedentemente riluttanti ad adottare assistenti vocali per dare una seconda occhiata alla tecnologia. In un recente sondaggio condotto su 500 responsabili delle decisioni aziendali e IT negli Stati Uniti, Francia, Germania e Regno Unito, il 28% degli intervistati ha affermato di utilizzare tecnologie vocali e l’84% prevede di utilizzarle nel prossimo anno.

Gli assistenti vocali come Google Assistant, Cortana, Alexa e Oracle Digital Assistant possono analizzare il vocabolario specifico dell’azienda e trarre intelligenza da applicazioni aziendali come la gestione delle risorse aziendali, la gestione delle relazioni con i clienti e i sistemi delle risorse umane. Sono anche in grado di automatizzare attività come la pianificazione di riunioni, l’impostazione di promemoria e l’assistenza nell’impostazione di teleconferenze, nonché la trascrizione di riunioni video e vocali.

Alexa for Business , che ha fatto il suo debutto alla conferenza re: Invent di Amazon Web Services, consente agli utenti aziendali di pianificare sale riunioni con servizi di terze parti come Cisco, Polycom e Zoom. Sono anche in grado di condividere informazioni sull’itinerario, controllare i messaggi di posta vocale e vedere rapidamente se sono disponibili sale riunioni.

“Le aziende stanno utilizzando le funzionalità di Alexa sul posto di lavoro e l’home office per aumentare la produttività, migliorare l’esperienza della sala riunioni e delle videochiamate e implementare ambienti di ufficio senza tocco”, ha dichiarato a VentureBeat Aaron Rubenson, VP di Amazon Alexa Voice Service e Alexa Skills intervista precedente. “I dipendenti possono utilizzare comandi vocali come” Alexa, partecipa alla mia riunione “o” Alexa, sono in ritardo “per partecipare a chiamate o inviare email ai colleghi … Quando i dipendenti iniziano a tornare al lavoro e riprendono i viaggi, i clienti utilizzano anche Alexa for Business per fornire un’alternativa a mani libere per l’utilizzo di dispositivi condivisi come touch screen, controlli dell’illuminazione e termostati “.

Il Premio Alexa ha avviato lo sviluppo di alcune delle funzionalità disponibili per i clienti di Alexa for Business, tra cui un filtro dei contenuti espliciti e un generatore di risposte neurali. Amazon afferma che il generatore di risposte neurali, che esamina le storie delle conversazioni e trova argomenti per informare le risposte generate, ha portato a una maggiore soddisfazione tra gli utenti di Alexa. Come un esempio calzante, gli utenti hanno avuto quasi 10 milioni di interazioni con i chatbot originati dal Premio Alexa negli ultimi tre anni, secondo la società.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi