Home / Società / In che modo l’intelligenza artificiale può aiutarci a capire e ottimizzare le opzioni di fertilità

In che modo l’intelligenza artificiale può aiutarci a capire e ottimizzare le opzioni di fertilità

In che modo AI può aiutarci a capire e ottimizzare le opzioni di fertilità

Solo negli Stati Uniti, 7,3 milioni di persone si trovano ad affrontare l’infertilità.
Univfy usa l’intelligenza artificiale per aiutare le donne a capire quali sono le loro probabilità di fertilità

Oggi 23 aprile 2019 è l’inizio della Settimana nazionale di sensibilizzazione contro l’infertilità. La NIAW è stata istituita con lo scopo di sensibilizzare alla significativa mancanza di accesso ai servizi di fertilità e sostenere che milioni di donne e uomini vivono ogni anno. Solo negli Stati Uniti, 7,3 milioni di persone si trovano ad affrontare l’infertilità.

Per molti, navigare nell’infertilità è scoraggiante e pieno di incertezze. Le donne che devono affrontare l’infertilità devono prendere decisioni che le riguardino socialmente, emotivamente e finanziariamente con pochissime informazioni personalizzate per guidarle. Quando la posta in gioco è così alta, come facciamo a sapere che stiamo facendo le scelte migliori per noi stessi e ottenendo il miglior consiglio?

Aiutare le donne a capire le loro quote ovunque

Univfy usa l’intelligenza artificiale per aiutare le donne a capire quali sono le loro probabilità di fertilità, in base al suo profilo completo di salute e ai dati del suo centro di FIV. Questo approccio personalizzato migliora l’esperienza dei pazienti indirizzando le donne al miglior percorso di trattamento più velocemente e con minori costi o rischi finanziari, migliorando nel contempo l’efficienza di ciascuna pratica di fecondazione in vitro. La loro tecnologia utilizza i dati IVF di una clinica e i risultati per sviluppare un modello di previsione specifico per la clinica che è scientificamente validato contro una parte dei suoi dati che non è stata utilizzata per sviluppare il modello.

Mylene Yao, cofondatore e CEO di Univfy condivide: “All’inizio della mia carriera come OB / GYN, specializzato in infertilità, ho incontrato molte donne che stavano lottando per imparare che loro ei loro partner non potevano concepire da soli. Hanno fatto delle domande molto ragionevoli: cosa sta causando? Quali sono le mie possibilità di avere un bambino con FIV? “Per un medico, è difficile dare numeri precisi per aiutare le donne a fare scelte informate e sapere cosa è meglio nel loro caso specifico.

Mentre dirigeva progetti di ricerca sulla medicina riproduttiva finanziati da NIH come assistente professore alla Stanford University , il Dr. Yao si è unito al Professor Wing Wong, un biostatistico famoso in tutto il mondo ed esperto di apprendimento automatico e statistica bayesiana. Nella loro ricerca , utilizzando l’apprendimento automatico, hanno trovato che il 60-80% dei pazienti aveva maggiori probabilità di successo con la fecondazione in vitro rispetto a quanto tradizionalmente previsto in base all’età. La loro ricerca ha portato alla rivelazione che l’età rappresentava solo il 50% della previsione di successo della fecondazione in vitro.

“Il mio cofondatore e mi sono sentito in dovere di portare la nostra tecnologia sul mercato per rendere la FIV più accessibile e di successo. Le previsioni accurate e personalizzate del successo della FIV consentono alle donne e ai loro medici di pianificare meglio un ciclo di trattamento, piuttosto che mettere tutte le loro speranze e risorse su un singolo ciclo di fecondazione in vitro “, afferma Yao.

Rendere la fertilità finanziariamente (ed emotivamente) vitale

Ancora più importante, il dottor Yao si è reso conto che i loro modelli di previsione del successo IVF possono essere utilizzati per costruire programmi finanziari minimizzare il rischio finanziario dei pazienti di perseguire la FIVET. Univfy combina AI e fintech per migliorare l’esperienza dei pazienti e per espandere il successo e l’accessibilità dell’IVF. Applicando l’apprendimento automatico, il rapporto Univfy PreIVF offre al paziente la sua probabilità personalizzata di successo della FIV convalidata rispetto al suo profilo di salute e ai dati del suo fornitore. Univfy può qualificare fino all’80% dei pazienti con FIV per un programma di rimborso, consentendo ai fornitori di garantire un rimborso nella sfortunata circostanza in cui non hanno un bambino in cura.

Univfy affronta anche le esigenze emotive dei pazienti con fertilità, supportando la consulenza clinica attraverso rapporti personalizzati offerti gratuitamente dai fornitori ai pazienti. “Il nostro obiettivo finale è quello di aiutare più pazienti con fertilità ad utilizzare con successo la FIV e di essere in grado di permettersi i necessari cicli di fecondazione in vitro (se necessario) per massimizzare il tasso di assunzione di una persona”, afferma il dott. Yao.

Il business della fertilità

Osservando l’ampio spazio fertile, possiamo vedere una grande trazione tra gli investitori . Nel giro di poche settimane abbiamo visto eventi di raccolta fondi significativi, con Extend Fertility che ha raccolto 15 milioni, Kindbody altri $ 15 milioni e Carrot Fertility che ha raccolto $ 11,5 milioni per aiutare i datori di lavoro a offrire un migliore supporto alla fertilità, tra gli altri. “Questo è fantastico perché lo spazio fertile è un’area di importanti opportunità di crescita e gli investimenti sono fondamentali per democratizzare l’accesso alle cure per la fertilità”, afferma Yao.

Altre donne parlano apertamente delle loro lotte infertili e cercano di capire meglio i loro corpi per prendere il controllo della propria salute e fertilità. “Questo ha contribuito a creare una maggiore domanda”, afferma Yao, e aggiunge che c’è una forza critica dietro la democratizzazione della salute della fertilità che ottiene scarsa attribuzione nei media: per oltre trent’anni, a partire dal primo bambino concepito con IVF (e molti tentativi falliti che lo hanno preceduto), i medici e gli scienziati hanno usato la scienza, l’innovazione e la perseveranza per spingere le frontiere della salute riproduttiva – spesso assumendo lo spirito imprenditoriale di rischiare i propri guadagni personali per stabilire scoperte nella fecondazione in vitro.

Con un facile accesso a “materiali di consumo” di qualità commerciale, testati di qualità e servizi di supporto come i test genetici degli embrioni, IVF è diventato più disponibile, scalabile e può essere consegnato con maggiore successo. Poiché i centri di IVF più affermati dimostrano il successo finanziario, gli investimenti per ampliare ulteriormente e innovare i servizi di fertilità sono drammaticamente scacciati. Gli investitori sono grandi ascoltatori di ascoltatori con molti criteri per la riduzione degli investimenti. Possono sentire l’ecosistema della FIV che li chiama ora, dice Yao.

Il futuro è accesso per tutti

Yao vuole creare un futuro in cui donne, uomini e coppie – indipendentemente dal loro stato civile, dal genere o dall’orientamento sessuale – possano accedere ai servizi di assistenza sanitaria riproduttiva necessari per soddisfare il loro desiderio umano e il bisogno di avere una famiglia. L’IA come fattore abilitante sta già portando un impatto positivo sulla fiducia dei pazienti nei loro medici, sulla trasparenza, sulla personalizzazione delle cure, sulla convenienza e, man mano che vengono resi disponibili più dati sulla nascita, saranno dimostrate anche le percentuali di successo del trattamento.

Siamo ad un punto critico, in cui i risultati di decenni di sforzi clinici, scientifici e imprenditoriali possono essere notevolmente migliorati dalla tecnologia per soddisfare i bisogni e le esigenze di una generazione millenaria più assertiva, potenziata dai social media e dal movimento #MeToo.

Nota dell’autore: in questo articolo, limitiamo la discussione dello spazio fertile al trattamento della fertilità (in particolare) per le donne, i loro partner e la comunità LGBTQ che hanno bisogno di assistenza medica per avere una famiglia. Lo spazio più ampio per la salute riproduttiva, comprese le app di ovulazione, il congelamento delle uova e altri servizi riproduttivi, verrà affrontato nei brani successivi.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi