La startup di intelligenza artificiale tunisina InstaDeep raccoglie $ 100 milioni da AI Capital, BioNTech, Google
InstaDeep , una startup di intelligenza artificiale con sede a Tunisi e Londra che crea sistemi decisionali per risolvere i problemi del mondo reale, ha raccolto 100 milioni di dollari in finanziamenti di serie B guidati da Alpha Intelligence Capital e CDIB.


Al round hanno partecipato BioNTech (l’azienda dietro il vaccino COVID-19 di Pfizer), Chimera Abu Dhabi, DB Digital Ventures di Deutsche Bahn, Google, G42 e Synergie.

InstaDeep è stata fondata da Karim Beguir e Zohra Slim nel 2014. La startup tunisina, con sede a Londra e  uffici a Parigi, Tunisi, Lagos, Dubai e Città del Capo, utilizza tecniche avanzate di machine learning per portare l’IA alle applicazioni all’interno di un ambiente aziendale.

Beguir, l’amministratore delegato,  ha affermato che l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico dell’azienda risolvono una serie di sfide.

Possono variare da una grande compagnia di navigazione che trova il modo di trasportare in modo efficiente migliaia di container a una stazione ferroviaria, con oltre 30.000 chilometri di ferrovia, cercando di automatizzare la programmazione per 10.000 treni. Altri esempi sono la progettazione di terapie avanzate con componenti di silicio e di instradamento su un circuito stampato.


Questi tipi di problemi, sebbene in diverse verticali, hanno delle somiglianze. InstaDeep utilizza l’apprendimento per rinforzo, una sorta di apprendimento automatico che aiuta a progettare strategie di ottimizzazione e ad affrontarle contemporaneamente .

In una dichiarazione, la società ha affermato che sta attualmente lavorando a un prodotto moonshot per automatizzare la programmazione ferroviaria con Deutsche Bahn . L’operatore ferroviario è il più grande d’Europa. 

Due anni fa, InstaDeep ha stretto una collaborazione strategica pluriennale con BioNTech per lanciare un laboratorio di innovazione AI congiunto . Il mandato del laboratorio era quello di implementare gli ultimi progressi nell’IA e nel ML per sviluppare nuove immunoterapie.

Uno dei suoi migliori sforzi è arrivato alla fine di novembre, quando ha creato un sistema di allerta precoce (EWS) per rilevare le varianti SARS-CoV-2 ad alto rischio . Secondo un rapporto di FT, questo EWS ha identificato più del 90% delle varianti designate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in media due mesi prima del tempo e ha rilevato Omicron tre giorni prima che fosse classificato come una variante preoccupante dall’OMS.

InstaDeep collabora anche con le divisioni di ricerca sull’intelligenza artificiale di Google per creare un sistema di rilevamento precoce per le epidemie di locuste del deserto in Africa; ha lavorato su iniziative di intelligenza artificiale e ha pubblicato ricerche congiunte con DeepMind e Google Research.

Un tema comune a queste partnership è che tutte e tre le organizzazioni sono investitori nel nuovo round di finanziamento di InstaDeep .

“Dato che sono i nostri partner e clienti, sono stati in grado di vedere in prima persona ciò che la piattaforma InstaDeep e il team possono ottenere”, ha affermato Beguir. “Quindi lo vediamo come una pietra miliare significativa e anche una sorta di voto di fiducia nelle nostre capacità e nei prodotti che stanno investendo avendo lavorato a stretto contatto con noi per anni su problemi difficili”.

Karim Beguir (CEO di InstaDeep)
Beguir e Slim hanno avviato InstaDeep dal 2014 al 2018, reimmettendo i ricavi dei clienti nel business acquisendo nuovi talenti ed espandendosi. Nel 2019, la startup tunisina ha raccolto un round di serie A da 7 milioni di dollari dalla società panafricana di private equity AfricInvest e da Endeavour Catalyst con sede a New York per ridimensionare i suoi sistemi.

InstaDeep si è affermata come un’azienda globale che utilizza l’IA per risolvere problemi complessi con un valore monetario significativo. Ad esempio, costruire un chilometro di ferrovia costa  centinaia di milioni di dollari . Quindi, fornire un sistema intelligente, che è una delle applicazioni di InstaDeep, in grado di ottimizzare il traffico ferroviario e gestire meglio i vincoli, è altamente commerciabile.

Con il nuovo finanziamento, la società di intelligenza artificiale aziendale prevede di accelerare il lancio di prodotti di intelligenza artificiale dirompenti nel settore delle biotecnologie, della logistica, dei trasporti e della produzione elettronica. L’avanzamento della sua infrastruttura informatica, l’espansione negli Stati Uniti e l’assunzione di più talenti è anche nella sua strategia di utilizzo dei fondi .  

InstaDeep ha attualmente oltre 170 dipendenti. Più di 130 sono nei dipartimenti di ricerca AI, ingegneria, ML e DevOps, mentre metà del team ha sede nei suoi uffici africani: Sud Africa, Nigeria e Tunisia.

Quando InstaDeep è stato lanciato, l’Africa non era nella foto e descriveva in dettaglio il contributo dell’IA alla crescita economica globale. E anche se il quadro non è cambiato così tanto, InstaDeep è una delle poche società africane, tra cui Aerobotics del Sud Africa e il gruppo HearX, che cerca di cambiare lo status quo e dare all’Africa voce in capitolo nel plasmare il futuro dell’IA.

“Siamo riusciti a costruire una cultura di standard elevati e dimostrare che i talenti in Africa sono in grado di essere competitivi, lavorare e collaborare con i migliori”, ha affermato Beguir. “Questa è la storia che siamo stati in grado di coltivare. E oggi siamo orgogliosi di avere un team che ora è in più paesi in Europa, Medio Oriente e Africa, ma ha alcuni ricercatori africani di intelligenza artificiale molto appassionati, ingegneri che danno un contributo tangibile”.

Beguir ha menzionato nella chiamata che all’epoca InstaDeep ha iniziato con “due laptop, $ 2.000 e molto entusiasmo”, molti investitori e curiosi all’interno dello spazio tecnologico e dell’IA africano dubitano dell’obiettivo dell’azienda di collaborare con artisti del calibro di DeepMind e Google.

Ma se la tecnologia ci ha insegnato qualcosa, la posizione non rappresenta un ostacolo all’acquisizione di clienti globali . E questo vale di più per l’intelligenza artificiale e la tecnologia deep tech, purché le aziende abbiano accesso a conoscenze, talento con esperienza e una comunità di intelligenza artificiale aperta.

Beguir, metà tunisino e metà francese, è cresciuto nel paese nordafricano ma ha studiato ingegneria e matematica in Francia e negli Stati Uniti .

Dopo una carriera classica, Beguir ha affermato di aver avviato InstaDeep per dimostrare che il talento africano potrebbe essere competitivo, fare la differenza nella tecnologia avanzata e collaborare e competere con i migliori al mondo.

“È possibile creare un’azienda competitiva a livello globale con forti radici africane, ma anche ben integrata nel mondo, lavorando su una vera innovazione tecnologica profonda e facendo cose che non sono state fatte prima”, ha affermato il CEO. “Questa è stata la nostra storia finora e non vediamo l’ora di portarla al livello successivo con i nostri investitori e partner e cercare di avere un impatto positivo sugli ecosistemi in cui operiamo e su tutti i partner con cui lavoriamo”

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi