Home / Economia / La catena di fornitura supply chain 4.0 con l’intelligenza artificiale

La catena di fornitura supply chain 4.0 con l’intelligenza artificiale

Tre usi dell’automazione nella catena di fornitura 4.0

La maggiore disponibilità di tecnologie avanzate ha rivoluzionato il modello tradizionale della catena di approvvigionamento. Supply Chain 4.0 risponde alle aspettative dei clienti moderni facendo affidamento su Internet of Things (IoT), robotica avanzata, analisi dei big data e blockchain. Questi strumenti consentono l’automazione e offrono quindi alle organizzazioni la possibilità di colmare le lacune informative e di abbinare in modo ottimale domanda e offerta.

“La riorganizzazione delle catene di approvvigionamento […] sta trasformando il modello di gestione della catena di approvvigionamento da uno lineare, in cui le istruzioni scorrono da fornitore a produttore a distributore a consumatore e viceversa, a un modello più integrato in cui le informazioni scorrono in modo omnidirezionale modo alla catena di approvvigionamento. ” – Comprendere la catena di fornitura 4.0 e il suo potenziale impatto sulle catene del valore globali

Giganti del settore come Netflix, Tesla, UPS, Amazon e Microsoft fanno molto affidamento sull’automazione all’interno della loro catena di fornitura per guidare i rispettivi settori. Diamo un’occhiata più da vicino a tre potenti casi d’uso dell’automazione.

Tre usi dell’automazione all’interno della catena di fornitura 4.0:

  1. Gestire l’incertezza della domanda
    Un aspetto doloroso degli ecosistemi della catena di approvvigionamento è l’incertezza della domanda e l’incapacità di prevedere accuratamente la domanda. In generale, ciò porta a una serie di problemi di prestazioni, dall’aumento dei costi operativi all’inventario in eccesso e alla capacità di produzione non ottimale. Gli strumenti di automazione possono prevedere la domanda, rimuovere l’incertezza dall’equazione e quindi migliorare l’efficienza operativa in ogni fase della catena di approvvigionamento. Analisi dei big data

è uno strumento consolidato che aiuta le organizzazioni a gestire l’incertezza della domanda. Consiste in un’infrastruttura di raccolta e aggregazione dei dati combinata con potenti algoritmi ML, progettati per prevedere la domanda sulla base di dati storici (o persino in tempo reale). Le moderne soluzioni di archiviazione (come i data lake) consentono di aggregare dati da una varietà di fonti: tendenze del mercato, informazioni sulla concorrenza e preferenze dei consumatori.

Gli algoritmi di machine learning (ML) analizzano continuamente questi dati ricchi per trovare nuovi modelli, migliorare l’accuratezza delle previsioni della domanda e migliorare l’efficienza operativa. Questa è la ricetta che Amazon utilizza per prevedere la domanda di un prodotto prima che venga acquistato e immagazzinato nel loro magazzino. Esaminando tweet e post su siti Web e social media, comprendono le opinioni dei clienti sui prodotti e hanno un modo basato sui dati per modellare l’incertezza della domanda.

La buona notizia è che strumenti di analisi così potenti non sono più limitati ai giganti del settore. Le soluzioni out-of-the-box (come Amazon Forecast ) rendono ampiamente disponibili tali funzionalità a tutte le organizzazioni che desiderano gestire l’incertezza della domanda.

  1. Gestione delle incertezze del processo
    Le organizzazioni che operano nell’odierna filiera produttiva devono gestire processi logistici sempre più complessi. L’ambiente competitivo e le aspettative sempre crescenti dei clienti rendono indispensabile minimizzare le incertezze in tutte le aree della gestione della catena di approvvigionamento.

Dalla produzione e dall’inventario, alla gestione degli ordini, all’imballaggio e alla spedizione delle merci, gli strumenti di automazione possono affrontare le incertezze e ridurre al minimo i difetti di processo. AI, robotica e IoT sono metodi ben noti che facilitano un flusso ottimale di risorse, riducono al minimo i ritardi e promuovono programmi di produzione ottimizzati.

L’Internet of Things (IoT ) sta svolgendo un ruolo importante per superare le incertezze dei processi nella catena di approvvigionamento. Una delle principali applicazioni IoT è il tracciamento accurato di beni e risorse. I sensori IoT vengono utilizzati per il monitoraggio in magazzino, durante le fasi di carico, transito e scarico. Ciò consente applicazioni come il monitoraggio in tempo reale, che aumenta la visibilità del processo e consente ai manager di agire su informazioni in tempo reale. Inoltre, consente di ottimizzare ulteriormente una varietà di altri processi, dalle operazioni di caricamento alla riscossione dei pagamenti.

Gestione e automazione della supply chain
L’IoT migliora la visibilità del processo e consente ai manager di agire in base alle informazioni in tempo reale. Fonte: Canva

Dal 2012, i magazzini logistici di Amazon utilizzano robot basati sull’intelligenza artificiale che stanno facendo una vera magia. Si possono vedere robot e persone che lavorano fianco a fianco attraverso la comunicazione wireless, gestendo ordini unici per dimensioni, forma e peso. Migliaia di robot connessi Wi-Fi raccolgono merce per ogni singolo ordine. Questi robot hanno due ruote motrici che consentono loro di ruotare in posizione, IR per il rilevamento di ostacoli e telecamere integrate per leggere i codici QR sul terreno. I robot utilizzano questi codici QR per determinare la loro posizione e direzione. In questo modo, l’efficienza è aumentata, l’attività fisica dei dipendenti è ridotta e l’incertezza del processo è ridotta al minimo.

Un altro esempio di come l’automazione aiuta a migliorare i processi viene dalla società di trasporto di veicoli CFR Rinkens. Hanno utilizzato l’automazione nei loro dipartimenti di contabilità e fatturazione per accelerare i tempi di elaborazione dei pagamenti. Attraverso le fatture create automaticamente, hanno ridotto i costi e gli errori, il che a sua volta riduce i ritardi.

“Un’area di necessità a cui abbiamo applicato l’automazione era all’interno del reparto contabilità per i fornitori di fatturazione e pagamento. Con tonnellate di fatture in entrata e in uscita, l’automazione qui garantisce che nulla cada attraverso le crepe e i clienti ricevono le fatture in tempo fornendo loro il tempo sufficiente per elaborare il pagamento. ” -Joseph Giranda, CFR Rinkens

Il principale vantaggio dell’automazione è la trasparenza. Ogni fase di una catena di approvvigionamento organizzata elimina le aree grigie per clienti e aziende.

  1. Sincronizzazione tra partner della catena di fornitura e clienti
    Le catene di approvvigionamento digitali sono caratterizzate dalla sincronizzazione tra centinaia di dipartimenti, fornitori, fornitori e clienti. Al fine di orchestrare le attività dalla pianificazione all’esecuzione, le catene di approvvigionamento richiedono che le informazioni siano raccolte, analizzate e utilizzate in tempo reale. Un modo sicuro per raggiungere una catena di fornitura completamente sincronizzata è sfruttare la potenza dell’automazione.

CFR Rinkens utilizza un cruscotto dinamico per tenere traccia delle merci durante la consegna di veicoli in tutto il mondo. Questa dashboard viene automaticamente aggiornata con informazioni pertinenti che aumentano la trasparenza e l’efficienza. L’elevata trasparenza consente un eccellente servizio clienti e soddisfazione.

“All’arrivo di un veicolo, le immagini vengono acquisite e caricate su una dashboard CFR a cui i nostri clienti sono in grado di accedere. Tutti i documenti, le immagini e i movimenti del veicolo vengono visualizzati automaticamente all’interno di questo pannello. Questa automazione aiuta dal lato del servizio clienti perché consente la piena trasparenza e responsabilità per il controllo di qualità, i tempi di consegna e la visibilità in tempo reale. ” -Joseph Giranda, CFR Rinkens

L’automazione offre una soluzione efficace al problema di sincronizzazione con blockchain. Blockchain è un libro mastro digitale distributivo con molte applicazioni e può essere utilizzato per qualsiasi scambio, tracciamento o pagamento. Blockchain consente alle informazioni di essere immediatamente visibili a tutti i partner della catena di approvvigionamento e consente una moltitudine di applicazioni. Documenti, transazioni e merci possono essere facilmente rintracciati. I pagamenti e i prezzi possono anche essere registrati storicamente, il tutto in modo sicuro e trasparente.

Gestione e automazione della supply chain 2
Le catene di approvvigionamento digitali aumentano la trasparenza e l’efficienza. Fonte: Canva

Il colosso navale FedEx si è unito a Blockchain in Transport Alliance (BiTA) e ha lanciato un programma pilota basato su blockchain per aiutare a risolvere le controversie con i clienti. Allo stesso modo, UPS ha anche aderito alla BiTA già nel 2017, raggiungendo una maggiore trasparenza ed efficienza nell’intera rete di partner. Tali casi d’uso reali mostrano il potenziale della tecnologia blockchain e l’impatto che l’automazione può avere sull’intero settore del trasporto merci.

Blockchain aumenta la trasparenza della catena di approvvigionamento e rimuove la latenza delle informazioni per tutti i partner sulla rete. I vantaggi che ne derivano comprendono una maggiore produttività ed efficienza operativa, nonché migliori livelli di servizio. Il suo enorme potenziale rende la blockchain una priorità assoluta per le organizzazioni della catena di approvvigionamento e il loro percorso di automazione digitale.

Conclusione
L’automazione sta giocando un ruolo importante nella definizione dell’ambiente di Supply Chain 4.0. Con strumenti tecnologici pesanti a loro disposizione, le organizzazioni leader stanno facendo passi da gigante verso l’efficienza e la produttività. L’automazione dà loro il potere di accelerare e ottimizzare l’intero percorso della catena di approvvigionamento end-to-end. Inoltre, consente loro di utilizzare i dati a proprio vantaggio e di colmare le lacune informative all’interno della propria rete.

Dove andare da qui?
I dati possono essere l’ostacolo o la soluzione a tutti questi potenziali benefici. Fortunatamente, gli esperti a noleggio su questo sono facili da raggiungere. Blue Orange Digital, un’agenzia di sviluppo AI di prim’ordine a New York, è specializzata in soluzioni di archiviazione dei dati cloud e facilita lo sviluppo dell’ottimizzazione della catena di fornitura. Forniscono soluzioni personalizzate per soddisfare ogni singola esigenza aziendale, ma hanno anche molte opzioni predefinite per i leader della catena di fornitura. Da un punto di vista tecnologico, abbiamo delineato diversi modi per migliorare l’efficienza della catena di approvvigionamento. Nel loro insieme, questi miglioramenti offrono Supply Chain 4.0

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi