Le API sono interfacce utilizzate per fattorizzare i moduli software in una singola applicazione o sistema informativo aziendale. Nell’ultimo decennio, le API si sono evolute per diventare conformi a REST e si basano su formati standard come Extensible Markup Language (XML) e JavaScript Object Notation (JSON).

L’uso dell’API per l’IA non è nuovo, ma la tecnologia è diventata piuttosto solida con le grandi aziende tecnologiche e le startup che entrano nella mischia. 

Ecco le migliori API AI nel 2022.

Vertex AI 
Vertex AI di Google è un’interfaccia utente unificata per l’intero flusso di lavoro ML. Riunisce i servizi cloud di Google per la creazione di ML sotto un’interfaccia utente e un’API unificate. Di conseguenza, gli sviluppatori possono facilmente addestrare e confrontare i modelli utilizzando il training del codice personalizzato o AutoML e archiviarli in un repository di modelli centrale. La soluzione dispone di API pre-addestrate per visione, video e linguaggio naturale. Consente inoltre l’integrazione end-to-end per dati e intelligenza artificiale. Vertex AI Workbench è integrato con BigQuery, Dataproc e Spark e supporta anche tutti i framework open source e funziona con TensorFlow, PyTorch e scikit-learn. Inoltre, Vertex AI supporta tutti i framework ML e le branch AI tramite contenitori personalizzati per l’addestramento e la previsione.

API OpenAI
L’ API OpenAI può essere utilizzata per qualsiasi attività che implichi la comprensione o la generazione di codice o linguaggio naturale. Gli sviluppatori possono mettere a punto i modelli personalizzati e utilizzarli per la generazione di contenuti, la ricerca semantica e la classificazione. Il completamentoendpoint è al centro dell’API OpenAI che fornisce un’interfaccia semplice ma estremamente flessibile e potente ai propri modelli. I modelli possono comprendere ed elaborare il testo scomponendolo in token. Il numero di token elaborati in una determinata richiesta API dipende dalla lunghezza degli input e degli output. L’API è alimentata da modelli con diverse capacità e fasce di prezzo. I modelli di base GPT-3 includono Curie, Davinci, Babbage e Ada. La serie Codex di Open AI, discendente di GPT-3, è stata addestrata sul linguaggio naturale e sul codice.

Cognitive Services  
Servizi cognitivi di Azure consente a sviluppatori e data scientist di tutti i livelli di abilità di aggiungere facilmente funzionalità di intelligenza artificiale alle proprie app. La soluzione dispone di API per il parlato, la lingua, la visione e la decisione. I servizi cognitivi possono essere distribuiti dal cloud all’edge con i container. Consente un uso responsabile con strumenti e linee guida leader del settore. L’API decisionale di Servizi cognitivi di Azure consente decisioni più rapide e intelligenti. Il rilevatore di anomalie consente di identificare potenziali problemi in anticipo e il moderatore di contenuti aiuta a rilevare contenuti potenzialmente offensivi o indesiderati. Inoltre, l’API di personalizzazione consente la creazione di esperienze ricche per ogni utente.

Distributed AI 
Secondo IBM, IA distribuita è un paradigma informatico che aggira la necessità di spostare grandi quantità di dati e offre la possibilità di analizzare i dati alla fonte. Le API distribuite di intelligenza artificiale sono un insieme di servizi Web RESTful con dati e algoritmi di intelligenza artificiale per supportare le applicazioni di intelligenza artificiale negli ambienti di cloud ibrido, distribuito ed edge computing. Sono offerte di accesso anticipato di IBM Research per abilitare l’IA in ambienti distribuiti. Le API sono di uso generale e supportano più modalità di dati: ad esempio, acustico, visivo, sensori, registri di rete, linguaggio naturale e serie temporali. Le API AI distribuite aiutano gli sviluppatori ad affrontare le sfide non banali associate all’ottimizzazione della gestione dei dati e della gestione dei modelli nel cloud e nei framework distribuiti. Le API più utilizzate nell’ambito dell’IA distribuita includono Coreset API, Federated DataOps API, API Model Fusion e API Model Compression. La versione di prova ha un limite di utilizzo di 100 API/giorno e 20 API/ora.

Wit.ai 
Wit.ai è un motore NLP estensibile per sviluppatori. È open-source ed è stato acquisito da Facebook (ora chiamato Meta). La soluzione consente agli sviluppatori di creare dispositivi e applicazioni conversazionali per testo e voce. L’azienda fornisce API di apprendimento rapido e un’interfaccia semplice per comprendere la comunicazione umana da ogni interazione. Aiuta ad analizzare il messaggio complesso e trasformarlo in dati strutturati. Aiuta anche a prevedere l’insieme di eventi in base all’apprendimento dai dati raccolti. Wit.ai è una delle API più potenti utilizzate per comprendere il linguaggio naturale. È una piattaforma SaaS gratuita e dispone di un supporto per la storia che consente di visualizzare l’esperienza dell’utente. Wit.ai supporta client Node.js, client Ruby, client Python e API HTTP.

 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi