Le migliori alternative a GitHub da provare nel 2022
GitHub si rivolge a oltre 73 milioni di utenti.
 
Secondo un rapporto di Statista , il mercato dei servizi open source dovrebbe raggiungere una valutazione di mercato di 30 miliardi di dollari quest’anno. Oggi, GitHub è il repository di riferimento per la comunità tecnologica per adottare, collaborare, creare e discutere progetti di codice open source. GitHub si rivolge a oltre 73 milioni di utenti e ospita 200 milioni di repository privati ​​e pubblici a novembre 2021. Inoltre, la piattaforma di controllo della versione offre tracciamento preciso dei bug, collaborazione in tempo reale, documentazione e hosting di pagine Web.

Di seguito, esaminiamo piattaforme di hosting alternative che stanno guadagnando popolarità nello sviluppo open source.

GitLab
GitLab Inc offre il software DevOps, GitLab, a circa 30 milioni di utenti registrati. Go, Ruby on Rails e Vue.js alimentano il suo stack tecnologico. GitLab segue un modello di sviluppo open-core e la funzionalità principale viene rilasciata con una licenza open-source (MIT). Nel frattempo, funzionalità come proprietari di codici, assegnatari di più problemi, scansione delle dipendenze, ecc. sono sotto una licenza proprietaria.

L’unica piattaforma DevOps fornisce soluzioni chiavi in ​​mano per la pianificazione, il confezionamento, il rilascio, la protezione e la gestione delle applicazioni. Inoltre, GitLab ha un sito web dedicato al progetto e un wiki del progetto integrato. 

 

Bitbucket
Bitbucket è un’altra piattaforma di hosting basata su Git per repository open source. Supportata da Atlassian, la piattaforma funge da sportello unico per pianificare progetti, collaborare al codice, testare e distribuire.

Le funzionalità di Bitbucket come il monitoraggio intelligente, le distribuzioni flessibili e il monitoraggio dei problemi aiutano a migliorare il flusso di lavoro. Offre anche una whitelist IP e una scansione di sicurezza Snyk integrata per aumentare l’aspetto della sicurezza.

Bitbucket ha repository privati ​​gratuiti illimitati e si integra perfettamente con app di terze parti come JIRA e Trello ecc.

 

Launchpad
Sviluppato e mantenuto da Canonical Ltd, Launchpad è una piattaforma di hosting di codice open source utilizzata dagli sviluppatori per creare, testare, collaborare e gestire il codice. La piattaforma basata su Python consente agli sviluppatori di tracciare e risolvere i bug. Puoi condividere segnalazioni di bug, stati, patch e commenti oltre i confini del progetto. Launchpad ti consente di sviluppare, promuovere e pubblicare software, collaborare con altri progetti e sviluppatori e creare comunità utilizzando team e mailing list.

 

SourceForge
SourceForge è una delle prime piattaforme open source. Gli sviluppatori possono selezionare Git o Mercurial come sistema di controllo della versione nella piattaforma. Rispetto a GitHub, SourceForge segue una struttura completamente diversa per un progetto. SourceForge consente agli utenti di ospitare pagine sia statiche che dinamiche. La popolare directory della piattaforma collega quasi 30 milioni di visitatori e serve oltre 2,6 milioni di download di software al giorno.

 

Beanstalk
Beanstalk aiuta gli sviluppatori a gestire i repository di codice sorgente ed è progettato per migliorare il flusso di lavoro di sviluppo. Fornisce funzionalità come il rilevamento dei problemi, i riepiloghi delle e-mail, la revisione del confronto, la cronologia dei commit e dei file, ecc. Inoltre, Beanstalk ha l’autenticazione a due fattori e garantisce la sicurezza tramite record IP e applicando password complesse per gli account con autorizzazioni di livello.

 

RhodeCode
RhodeCode è una piattaforma di gestione del codice sorgente aziendale che fornisce il controllo della versione tramite i repository Mercurial, Git e SVN. Offre un’interfaccia Web e API per controllare l’accesso al codice sorgente, gestire gli utenti e condurre revisioni del codice. Consente inoltre il fork, le richieste pull e le revisioni del codice tramite un’interfaccia web. Inoltre, la piattaforma applica gli strumenti e le integrazioni esistenti all’intera base di codice.

RhodeCode è scritto in Python utilizzando il Pylons Framework che viene eseguito come applicazione autonoma su un server dedicato (o in un cloud privato) per gestire più repository all’interno di un’organizzazione. RhodeCode CE è una piattaforma gratuita in cui un numero illimitato di utenti può accedere a tutti i repository, mentre RhodeCode EE è a pagamento e crea integrazioni aziendali su CE.

 

Gitea
Gitea è un pacchetto software forge open source utilizzato per lo sviluppo di hosting con controllo della versione tramite Git. Il sito Web fornisce funzionalità collaborative come revisione del codice, monitoraggio dei bug e wiki. Supporta il self-hosting e fornisce un’istanza pubblica gratuita di prima parte. Gitea può essere ospitato su tutte le piattaforme supportate da Go, inclusi Linux, macOS e Windows. Open Collective finanzia il progetto.

  .

GitBucket
GitBucket è un clone di GitHub creato su Scala ed è compatibile con tutte le API di GitHub. La migrazione da GitHub è semplice grazie all’hosting del repository tramite HTTPS o SSH. Le principali funzionalità di Git bucket includono richieste pull, visualizzatore di repository, tracker dei problemi, documentazione e wiki.
 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi