L’adozione dell’IA è in ritardo? Potrebbe essere un’interfaccia utente scadente
 

Pensaci: se qualcosa è lento, goffo, eccessivamente complicato, disordinato o incoerente, non vorrai usarlo, giusto? 

Bene, lo stesso vale per le piattaforme  di intelligenza artificiale (AI) .

 
Ottimizzazione delle strategie di sicurezza durante una grave carenza di talenti
Nell’adottarli, le organizzazioni possono tendere ad essere attratte dall’aspetto: il pensiero è che un design lucido ed elegante incoraggerà l’uso. 

In realtà, tuttavia, l’intelligenza artificiale è valida solo quanto la sua interfaccia utente (UI), ha affermato Petr Baudis, CTO, chief AI architect e cofondatore della piattaforma di elaborazione intelligente dei documenti (IDP) Rossum . Sebbene possa sembrare controintuitivo, il pieno potenziale dell’IA si riduce alla funzionalità e alla semplicità. 

 

“Affinché la tecnologia AI sia ampiamente adottata in un’organizzazione, deve avere un’interfaccia utente forte”, ha affermato Baudis. “Altrimenti, la sua frequenza di utilizzo diminuirà e il volume dei clienti ricorrenti diminuirà”.

Valore infinito — se implementato correttamente
A questo punto, l’intelligenza artificiale è praticamente ovunque: sarebbe difficile trovare un caso d’uso in cui la tecnologia non viene applicata in qualche modo. 

“L’intelligenza artificiale ha completamente trasformato il modo in cui le persone lavorano, cosa fanno e come trascorrono il loro tempo, sia dal punto di vista personale che lavorativo”, ha affermato Baudis. “Il valore dell’IA è infinito e il suo utilizzo aumenta giorno dopo giorno.” 

E diventerà sempre più onnipresente: si prevede che le dimensioni del mercato dell’IA cresceranno da $ 86,9 miliardi nel 2022 a $ 407 miliardi entro il 2027, rappresentando un tasso di crescita annuale composto (CAGR) di oltre il 36%. 

Man mano che gli utenti apprezzeranno maggiormente la sua capacità di ridurre l’errore umano, l’IA diventerà sempre più avanzata e potente, il che è fondamentale per la sua stessa natura, ha affermato Baudis. L’intelligenza artificiale ha bisogno di formazione, dati e pratica regolare e utilizzo per risolvere problemi, imparare, migliorare e diventare più intelligente.

“Questo aiuta ad aumentare immensamente il valore della tecnologia AI”, ha affermato Baudis. 

E l ‘” interfaccia utente amichevole ” è fondamentale per questo: la facilità d’uso fa sì che le persone tornino, applichino la tecnologia quotidianamente e la consiglino persino ai loro colleghi. 

In definitiva, l’uso proattivo dell’IA va solo a vantaggio delle organizzazioni. Secondo un recente sondaggio di BCG e MIT Sloan Management Review , quando i lavoratori traggono valore personale dalla tecnologia, c’è una probabilità 5,9 volte maggiore di valore organizzativo. E i dipendenti che traggono valore personale dall’intelligenza artificiale hanno una probabilità 3,4 volte maggiore di essere più soddisfatti del proprio lavoro. 

AI vale il suo sale
 
 

In qualità di principale fornitore di sale in Nord America, l’azienda riceve un flusso costante di ordini di acquisto da una varietà di clienti commerciali e manifatturieri, ha spiegato. E per molto tempo ogni set di documenti ha avuto il proprio formato, rendendo noioso e dispendioso in termini di tempo il processo di immissione dei dati. 

Ma da quando ha integrato Rossum, Morton ha risparmiato fino al 95% del tempo per documento; il suo tempo medio per l’elaborazione dei documenti è di 10 secondi, ha affermato Baudis. 

Il motore, ha affermato, “è stato costruito e addestrato specificamente sui loro ordini di acquisto e fino ad oggi si adatta sempre alla convalida dei dati umani”.

Semplificato, snello
Nella valutazione degli elementi di progettazione dell’IA, le organizzazioni dovrebbero guardare alle loro capacità di costruzione, layout e razionalizzazione, ha consigliato Baudis. 

Ad esempio, se un’interfaccia utente è “travolgente”, con un numero eccessivo di opzioni a discesa o un’interfaccia disordinata, “è probabile che le aziende falliscano”. 

 
I progettisti dell’interfaccia utente devono garantire che le interfacce siano, come ha detto lui, “facili da navigare, coerenti, utilizzare messaggi chiari e accogliere utenti con diversi livelli di abilità”. 

Si tratta di trovare il giusto equilibrio tra aspetto e funzionalità. Non complicare eccessivamente e rendere difficile per gli utenti l’esecuzione di attività comuni. Allo stesso tempo, assicurati che l’identità del marchio sia fluida in tutta l’interfaccia utente. 

“Le esperienze negative dell’interfaccia utente possono danneggiare la reputazione dell’azienda, quindi le organizzazioni devono tenerlo presente quando costruiscono l’interfaccia utente della loro tecnologia AI”, ha affermato Baudis. 

Formazione regolare, feedback
Incoraggiare i dipendenti a utilizzare l’intelligenza artificiale richiede una profonda comprensione del valore della tecnologia unita alla formazione, ha affermato Baudis. Le organizzazioni devono essere in anticipo sulla loro strategia di intelligenza artificiale e condividere come avrà un impatto positivo sulle attività quotidiane dei dipendenti e sull’esperienza complessiva. 

 
Inoltre, le aziende devono essere trasparenti sugli obiettivi e illustrare l’impatto nella vita reale mostrando le metriche che sono migliorate dall’implementazione. Devono inoltre fornire una formazione continua quando vengono aggiunte nuove funzionalità. Inoltre, un sistema di feedback interno può promuovere la condivisione delle migliori pratiche, ha affermato Baudis.

Che si tratti di check-in regolari, un canale Slack dedicato o un documento di best practice in tempo reale, una comunicazione coerente su come utilizzare l’IA in modo più efficace migliorerà le prestazioni complessive e i tassi di adozione. 

Inoltre, un ciclo di feedback dei clienti è fondamentale. “Tutti i clienti e le loro preferenze devono essere tenuti a mente quando si lavora alla creazione di un’interfaccia utente forte”, ha affermato Baudis, “soprattutto quando l’obiettivo dell’IA è rendere la vita più facile e migliore”.

 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi