Perché l’IA è la migliore amica di una piccola impresa

L’intelligenza artificiale si sta rapidamente facendo strada nel livello delle piccole e medie imprese (PMI) dell’economia, con le stesse promesse e le stesse insidie ​​che ha portato alle grandi organizzazioni. 

Sia sul cloud che nel data center tradizionale, i nuovi servizi e le versioni software stanno portando strumenti avanzati di intelligenza artificiale ai meno potenti in formati a basso costo e facili da usare che non richiedono competenze rare e costose per funzionare .


Sebbene questi strumenti offrano la capacità di spingere numerosi processi SMB sulla corsia preferenziale, offrendo un’ancora di salvezza alle aziende che hanno bisogno di tutto l’aiuto possibile quando competono contro i giganti dell’e-commerce, sono comunque come qualsiasi altra tecnologia: c’è un diritto modo di usarli e un modo sbagliato.

Ma con gli sviluppi che avvengono così rapidamente e il caso d’uso dell’IA per le PMI ancora poco chiaro, come possono i proprietari di piccole imprese scegliere le piattaforme con il potenziale più alto? E quanto sarà facile cambiare direzione, se necessario?

Intelligenza artificiale pronta
Mihai-Alexendru Cristea, di Romania’s Business Review , ha recentemente evidenziato diversi modi in cui l’IA si sta sviluppando sul palcoscenico delle PMI. Sono prontamente disponibili applicazioni che vanno da CRM e risorse umane al web e alla progettazione di loghi, consentendo alle organizzazioni di adattarsi rapidamente alle mutevoli condizioni aziendali. In alcuni casi, questi strumenti sono costruiti su architetture low-code/no-code, consentendo al personale non tecnico di accenderlo semplicemente e iniziare a usarlo. Allo stesso tempo, le piattaforme di chatbot consentono ai lavoratori di rinunciare ai menu drag-and-drop e ad altri artefatti dell’interfaccia utente tradizionale a favore di un approccio più colloquiale.
Sebbene l’aiuto offerto dall’IA ai dipendenti sia lodevole, la maggior parte delle piccole imprese dovrebbe sfruttare la tecnologia per migliorare l’esperienza del cliente. Grace Lau , Director of Growth Content presso la piattaforma di comunicazione Dialpad, ha osservato di recente che l’IA può aiutare le PMI ad aumentare rapidamente le proprie capacità di CX senza spendere troppo. 

Le soluzioni di chatbot e di auto-aiuto supportate dall’intelligenza artificiale funzionano 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e si sono dimostrate molto abili nell’affrontare la stragrande maggioranza delle interazioni con i clienti o nell’indirizzare rapidamente i chiamanti all’esperto o al decisore appropriato. Inoltre, l’IA supera le soluzioni tradizionali in termini di velocità, precisione e soddisfazione generale, portando a una migliore fedeltà al marchio, processi più efficienti e un aumento delle vendite.

Per raggiungere questo livello di successo, tuttavia, la piattaforma AI deve essere progettata e addestrata in modo adeguato. Ciò richiede una chiara strategia di implementazione, che includa un percorso dell’utente ben mappato e un mezzo efficiente per tenere traccia delle prestazioni e correggere i processi che portano a risultati negativi. A livello fondamentale, uno dei vantaggi chiave che l’IA offre rispetto al software tradizionale è la capacità di imparare dai propri errori e ottimizzare costantemente i processi alla ricerca di esperienze migliori e più personalizzate.

L’IA giusta per le piccole imprese 
I proprietari di piccole imprese dovrebbero anche capire che esistono diversi tipi di IA e non tutti sono adatti alle esigenze dell’impresa tipica. Nella maggior parte dei casi, afferma il consulente tecnologico Xavier Finch , le PMI distribuiranno una versione di IA ristretta, che deriva da programmi altamente specializzati progettati per svolgere compiti specifici. Questi sono i tipi di sistemi che consentono di risparmiare tempo e denaro eseguendo operazioni noiose e dispendiose in termini di tempo e aiutano persino a identificare nuovi mercati e nuove opportunità di business. L’IA generale, d’altra parte, è la tecnologia dietro le macchine pensanti che cercano di imitare i processi elettrochimici del cervello umano. Questa è roba molto più inebriante ed è ancora in fase di sviluppo in varie forme. Al momento, è meglio lasciare questo tipo di IA agli esperti.
Poiché le piccole imprese generalmente non hanno le risorse e le competenze per gestire ecosistemi di intelligenza artificiale in piena regola, la maggior parte si rivolge a soluzioni pronte all’uso come servizi basati su cloud o piattaforme ospitate localmente con ampio supporto cloud. Sebbene questi potrebbero non offrire il livello di personalizzazione e flessibilità di un sistema su misura, lo sviluppatore di software di monitoraggio del tempo Timely sottolinea che forniscono un’implementazione rapida e semplice per mettere le piccole imprese sulla strada dell’automazione. In molti casi, questi strumenti sono disponibili in abbonamento per un minimo di $ 10 al mese per utente, con opzioni più ricche di funzionalità disponibili per meno di $ 20/m/u, e ciò consente alle organizzazioni di scalare le implementazioni al proprio ritmo.

La buona notizia per le PMI è che non è troppo tardi per iniziare con l’IA. In effetti, coloro che agiscono ora possono ancora essere considerati all’avanguardia di questa ondata di tecnologia rispetto alla maggior parte degli altri a questo livello economico. E per qualsiasi piccola organizzazione che spera di diventare un giorno uno dei giganti, non utilizzare l’IA il prima possibile è probabilmente l’errore più grande nel piano aziendale.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi