Home / Economia / L’Intelligenza Artificiale contro i marchi falsi e i prodotti contraffatti

L’Intelligenza Artificiale contro i marchi falsi e i prodotti contraffatti

Come l’IA può aiutare a eliminare i prodotti contraffatti dal mercato
Con i mercati di e-commerce saturi di marchi di fascia alta, le varianti più economiche di questi prodotti sono diventate comuni nel tempo. Inoltre, molti consumatori si sono costantemente lamentati di ricevere prodotti contraffatti dai loro acquisti online, portando a varie azioni politiche .

I prodotti falsi stanno diventando onnipresenti in tutte le categorie: dall’elettronica e dai mobili all’abbigliamento e ai cosmetici. Ma c’è un modo per rilevare i prodotti contraffatti prima che raggiungano un cliente o addirittura elencati su un sito Web?

Una serie di iniziative come l’ AntiCounterfeiting Coalition (IACC) guidata da Amazon e l’ Alleanza anticontraffazione di Big Data Alibaba sono emerse negli ultimi anni per combattere questo problema. Inoltre, numerose startup hanno utilizzato l’ analisi delle immagini e del testo basata sull’intelligenza artificiale per creare soluzioni che consentano alle parti interessate di scoprire, frenando così questa minaccia.

Combattere i prodotti contraffatti con l’analisi delle immagini basata sull’intelligenza artificiale
Aziende come DataWeave con sede a Seattle e Neurotags con sede a Pune hanno messo a punto soluzioni uniche che rendono più semplice l’autenticazione dei prodotti per garantire che solo gli articoli originali raggiungano il mercato.

DataWeave , ad esempio, utilizza il deep learning (DL) per rilevare ed eliminare prodotti falsi dai siti Web di e-commerce. Lanciata nell’aprile 2018, la sua soluzione di rilevamento dei prodotti contraffatti basata sull’intelligenza artificiale viene addestrata su milioni di immagini di catalogo di prodotti che utilizzano i framework di deep learning NVIDIA GeForce GTX 1080 e Caffe .


In un post sul blog , Anshul Garg, un ex specialista di AI della società, ha illustrato come utilizza la tecnologia per identificare le caratteristiche del prodotto nella categoria della moda. Chiamato “Fashion Tagger”, è programmato per assegnare automaticamente le etichette ai prodotti con granularità. Nell’immagine di un fashion blogger di seguito, lo strumento ha generato il seguente output:

FISSALO
Secondo la società, l’algoritmo consente di rilevare facilmente i prodotti contraffatti nelle immagini del catalogo utilizzando la sua soluzione proprietaria. Garg lo spiega in tre semplici passaggi:

Le prime macchine del treno ad acquisire le immagini circostanti utilizzando la rilevazione e la segmentazione di oggetti basate su reti neurali.
Queste immagini vengono quindi convertite in 0 e 1 e alimentate in una rete neurale addestrata su milioni di immagini acquisite da varie fonti.
Per aumentare ulteriormente questo, eventuali informazioni di testo vengono elaborate per migliorare l’accuratezza dell’output. Ciò può includere segnali non visivi come il tipo di tessuto nelle descrizioni dei prodotti, ecc.

FISSALO
Secondo quanto riferito , questo sistema ha un’accuratezza superiore al 95% nel rilevamento di prodotti contraffatti. Non c’è da stupirsi quindi che DataWeave sia stata una delle “50 migliori applicazioni innovative dell’IA” di Nasscom per questa soluzione mesi dopo il suo lancio.

“I nostri clienti in tutto il mondo utilizzano la nostra tecnologia per confrontare i loro prodotti con quelli dei loro concorrenti”, afferma Garg. “I nostri strumenti offrono grandi confronti granulari in base all’attributo del prodotto, consentendo di frenare i prodotti contraffatti sul mercato”, aggiunge.

E mentre la soluzione di DataWeave ha servito bene i suoi clienti negli ultimi due anni, NeuroTags ha adottato un approccio diverso che consente ai marchi di tracciare il loro prodotto mentre viaggiano attraverso la catena di approvvigionamento, fino a raggiungere il consumatore.

Secondo un rapporto , la società fornisce tag che possono essere scansionati utilizzando le capacità native di uno smartphone per ottenere informazioni su un prodotto, che possono essere ulteriormente utilizzate per accertarne l’autenticità. Esistono due tipi di tag: aperti e protetti. Mentre chiunque può eseguire la scansione del tag aperto visibile sul prodotto, è possibile accedere ai tag protetti dopo aver acquistato un prodotto. I tag sono collegati da un algoritmo e un’intelligenza artificiale sul cloud: se qualcuno tenta di replicarli, il prodotto copiato viene invalidato, garantendo così l’eliminazione dei prodotti contraffatti.

FISSALO
Come funziona? L’azienda fornisce ai propri prodotti un ID univoco sotto forma di codice QR o tag RFID. Ognuno di questi è continuamente monitorato da un cloud supportato da AI, per cui il suo viaggio dal magazzino ai clienti viene registrato in una dashboard per l’analisi.

Costruito da un team esperto di Google, Amazon, PayPal, Visa e Yahoo, questa tecnologia anti-contraffazione in attesa di brevetto monitorata dall’IA consente ai consumatori di scansionare i prodotti per determinarne l’autenticità prima di effettuare un acquisto.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi