Protai raccoglie un round di semi da 8 milioni di dollari per fornire una piattaforma basata sulla proteomica per una scoperta di farmaci più rapida e accurata 
USA – inglese 
Consentendo la visualizzazione di nuovi livelli di biologia delle malattie a livello proteico, Protai sta fondamentalmente rimodellando il processo di scoperta e sviluppo di farmaci
 Protai , una startup per la scoperta di farmaci basata sull’intelligenza artificiale, ha annunciato oggi la sua uscita dallo stealth, insieme a un round di finanziamento seed da 8 milioni di dollari guidato da Grove Ventures e  Pitango HealthTech. Il finanziamento sarà utilizzato per sviluppare ulteriormente la piattaforma di Protai, accelerare i suoi programmi di scoperta e rafforzare le sue partnership con le aziende farmaceutiche.

Nonostante il contributo significativo delle informazioni a livello di genoma agli sforzi di ricerca e sviluppo di farmaci, queste informazioni non riescono a rappresentare lo strato funzionale della cellula riflesso e dominato dalle proteine. Questa mancanza di comprensione funzionale dei meccanismi molecolari di una malattia è una delle principali carenze dell’attuale processo di scoperta e sviluppo di farmaci.

Protai ha costruito una piattaforma basata sull’intelligenza artificiale end-to-end che mappa in modo completo il decorso di una malattia a livello proteico, migliorando la capacità di osservare la funzione cellulare e migliorando così il modo in cui vengono scoperti nuovi farmaci. Questo approccio efficace consente a Protai di aumentare l’accuratezza nella scoperta di farmaci e migliorare il processo di sviluppo, risparmiando sostanzialmente tempo e abbassando i costi di ricerca e sviluppo.

“La piattaforma di Protai è come una bussola unica per dirigere la scoperta di farmaci”, ha affermato Eran Seger , CEO e co-fondatore di Protai. “Stiamo mappando sistematicamente le malattie a livello proteico per creare uno strato completamente nuovo di informazioni funzionali che ci consenta di identificare obiettivi terapeutici e diagnostici per combattere meglio un’ampia gamma di malattie complesse”.

Protai ha creato il database proteomico più grande e diversificato al mondo con oltre 50.000 campioni clinici armonizzando grandi set di dati clinici, nonché campioni sani provenienti da vari organi e indicazioni. Ciò consente a Protai di stabilire una linea di base per poi simulare accuratamente i processi funzionali biologici per una varietà di malattie e accelerare la ricerca e lo sviluppo di farmaci attraverso fasi cliniche e precliniche.

“Protai sta guidando un cambiamento di paradigma nella scoperta di farmaci basata sulla proteomica creando una nuova classe di dati di alta qualità che in precedenza non erano disponibili per i ricercatori e i professionisti dello sviluppo di farmaci”, ha affermato Ittai Harel , General Partner di Pitango Venture Capital. “Siamo orgogliosi di supportare i fondatori e l’azienda, poiché ci aspettiamo che la sua tecnologia avanzata promuova lo sviluppo efficace di nuovi farmaci e biomarcatori”.

“Il nostro investimento in Protai evidenzia il crescente impegno di Grove Ventures per il potenziale dell’IA nel migliorare la scoperta e lo sviluppo di farmaci”, ha affermato Lior Handelsman , General Partner di Grove Ventures. “Siamo felici di collaborare con questo team eccezionale e siamo fiduciosi che Protai farà un enorme balzo in avanti nel modo in cui vengono selezionati i candidati ai farmaci e nel modo in cui le persone vengono trattate e curate”.

A proposito di Protai

Protai consente la scoperta di farmaci con proteomica e intelligenza artificiale per sbloccare nuovi livelli di intuizioni biologiche e combattere malattie complesse. La piattaforma di Protai ha fatto un passo avanti nel risolvere il modo in cui i farmaci candidati vengono creati e convalidati, facilitando la scoperta di farmaci più rapida e avanzata. Protai è supportato dai fondi VC leader della missione Grove Ventures e Pitango HealthTech. L’ azienda con sede a Tel Aviv è stata fondata da Eran Seger e Kirill Pevzner , entrambi imprenditori esperti e dirigenti tecnologici, ed ex alunni del corpo informatico dell’intelligence israeliana. Il comitato consultivo di Protai comprende ricercatori di proteomica e apprendimento automatico di fama mondiale, tra cui il Prof. Tami Geiger, esperto nella ricerca sulla proteomica del cancro presso il Weizmann Institute of Science, il professor Alexey Nesvizhskii , leader mondiale nella proteomica computazionale dell’Università del Michigan e il professor Avi Ma ‘ayan, direttore del Mount Sinai Center for Bioinformatics presso la Icahn School di Medicina al Monte Sinai ed esperto nell’applicazione dell’apprendimento automatico per la scoperta di farmaci.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi