Realtime Robotics , una società che sviluppa una tecnologia che consente ai robot di alterare i propri movimenti in ambienti dinamici e in rapido movimento, ha raccolto 31,4 milioni di dollari in una serie di finanziamenti.

Fondata a Boston nel 2016, Realtime Robotics ha affermato di aver sviluppato un processore in grado di creare “piani di movimento senza collisioni” in millisecondi, aiutando i robot industriali e altri veicoli autonomi a pianificare ogni loro mossa e ad alterare la rotta se necessario.

 
Mentre Realtime Robotics si rivolge ad ambienti strutturati in cui le posizioni e le posizioni degli oggetti sono note, sono gli ambienti non strutturati e gli spazi di lavoro imprevedibili in cui le cose diventano particolarmente interessanti.

In situazioni in cui coesistono altri robot, macchinari in movimento, oggetti statici e umani, questo può rivelarsi difficile per i robot incaricati di un lavoro particolare: se un braccio robotico può muoversi in qualsiasi numero di direzioni mentre contemporaneamente rotola lungo un piano di fabbrica, come farà? reagire a un carrello elevatore che spara dal nulla? O come può collaborare in sicurezza con altri robot nello stesso spazio senza sbattere l’uno contro l’altro?

Questo è ciò che Realtime Robotics si propone di risolvere, consentendo alle aziende di generare automaticamente una “rete di potenziali piani di movimento” che si adattano istantaneamente ai cambiamenti degli ambienti, rimuovendo la complessità ingegneristica coinvolta nel dover configurare manualmente tutte le possibili varianti.

 
Ci sono prove più che sufficienti del profondo impatto che l’intelligenza artificiale e l’automazione stanno già avendo su catene di montaggio , magazzini di e -commerce e altri verticali . Il mercato dell’automazione industriale è stato classificato come un settore da 164 miliardi di dollari nel 2020, una cifra che si prevede raddoppierà entro sei anni. Ciò che Realtime Robotics e simili stanno cercando di raggiungere è portare la percezione e le reazioni a livello umano alle macchine che operano in ambienti dinamici o pericolosi, anticipando la loro prossima mossa prima che debbano farcela.

In precedenza, Realtime Robotics aveva raccolto circa 16 milioni di dollari e, con altri 31,4 milioni di dollari in banca, la società ha affermato che prevede di espandere la propria portata nell’automazione della logistica di magazzino. Ha aggiunto che prevede anche di continuare sulla sua traiettoria esistente, che finora è stata focalizzata sull’industria automobilistica, consentendole di attirare aziende come Ford nel suo elenco di primi partner, mentre Hyundai, Toyota e Mitsubishi hanno già investito anche nella robotica in tempo reale.

Investitori nella serie di Realtime Robotics Un round includeva i nuovi arrivati ​​HAHN Automation, SAIC Capital Management, Soundproof Ventures, Heroic Ventures, insieme ai sostenitori esistenti Toyota AI Ventures, Sparx Asset Management, Omron Ventures, Scrum Ventures e Duke Angels.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi