Home / Economia / Snapchat ha comprato Voca.ai

Snapchat ha comprato Voca.ai

Snap ha acquisito Voca.ai, che produce agenti vocali basati su AI per i call center

Snapchat è l’app consumer per eccellenza: con una serie di filtri divertenti, incoraggia le persone a inviare messaggi divertenti e che scompaiono agli amici e ha un’ampia base di utenti più giovani. Ma potrebbe la società madre Snapstai cercando modi per sfruttare la sua trazione nel mondo dei consumatori – con l’app che ora vede 249 milioni di utenti attivi ogni giorno – con l’ingresso in più servizi per le imprese?

TechCrunch ha appreso e confermato che Snap sta acquisendo una startup chiamata Voca.ai , che costruisce assistenti vocali basati su AI per i servizi di assistenza clienti,per $ 120 milioni: $ 70 milioni in contanti più $ 50 milioni in azioni. Aggiornamento: un’altra fonte vicina insiste sul fatto che il prezzo è di soli $ 70 milioni, calcolando tutti gli elementi dell’accordo. Stiamo ancora scavando su questo …

“7 clienti su 10 preferiscono ancora parlare con un agente”, osserva Voca sul suo sito. “Voca offre conversazioni naturali, simili a quelle umane che ti lasceranno a chiederti se hai parlato con un agente virtuale o umano.” La piattaforma funge da sorta di sistema di triage, che gestisce semplici query in entrata e quindi passa senza problemi agli agenti per problemi più complessi.

Un portavoce di Snap ha rifiutato di commentare questo articolo e i messaggi inviati ai fondatori di Voca – Einav Itamar e Alan Bekker – non sono stati restituiti. Ma abbiamo confermato il prezzo e ci occupiamo di più fonti vicine alla transazione.

Voca.ai, fondata in Israele con uffici anche a New York – aveva raccolto circa 6 milioni di dollari – compreso un round strategico di American Express Ventures nell’ottobre 2019. Altri investitori includono lool ventures e Flint Capital.

È degno di nota il fatto che la startup abbia già un elenco sostanziale di clienti e afferma di supportare “milioni di conversazioni”. Nello specifico nell’ottobre dello scorso anno, ha rilevato che stava elaborando circa 2 milioni di chiamate / conversazioni al mese in verticali che includono servizi bancari, telecomunicazioni, assicurazioni e legali. I clienti includono Toshiba, Amdocs, FirstClass Capital e Boost Health Insurance, tra gli altri.

Abbiamo chiesto in giro, e finora non è chiaro cosa Snap intenda fare con Voca.ai, ma ci sono un paio di strade che vale la pena prendere in considerazione.

In primo luogo, c’è un possibile angolo di servizi aziendali / aziendali. Su questo fronte, l’accordo arriva in un momento molto interessante. Tutti i servizi virtuali hanno registrato un forte incremento di attività quest’anno, con la pandemia – e la spinta alla salute pubblica in generale per ridurre i contatti di persona – spingendo più persone a gestire gli affari online che mai.

E questo sta spingendo le aziende che creano app tecnologiche rivolte ai consumatori per diversificare e commercializzare le loro piattaforme come un modo unico per interfacciarsi tra aziende e clienti. Un esempio chiave di ciò è stato Facebook, che ha aggiunto più strumenti a Messenger, WhatsApp e Instagram per rendere le app più utili alle aziende che non vogliono solo presentarsi ai clienti, ma anche utilizzare le app per gestire le loro domande e potenzialmente vendere loro cose.

Ha registrato una crescita del 52% dei ricavi nell’ultimo trimestre ( Q3 ) e $ 679 milioni di affari non sono nulla da annusare, è una mossa naturale e logica per lui considerare come potrebbe costruire più servizi aziendali in Snapchat e diversificare i propri entrate insieme a quello.

Nella sua home page per i suoi servizi alle imprese, la società osserva che “Le persone usano Snapchat per comunicare con gli amici, costruire relazioni, giocare e imparare. Ispira l’azione con annunci digitali a schermo intero che aumentano la consapevolezza, guidano le conversioni e generano risultati reali per le aziende di tutte le dimensioni “. Non è difficile pensare che questi imperativi aziendali possano estendersi anche a “guidare le conversazioni”.

Vale anche la pena sottolineare che la piattaforma di Voca.ai è particolarmente rilevante nel mercato attuale. All’inizio della pandemia COVID-19, le aziende sono state rapidamente sopraffatte dalle richieste dei clienti in entrata – molte arrivavano online ma attraverso tutti i canali – e successivamente hanno cercato modi convenienti per gestire quei volumi molto più elevati e inaspettati di chiamate in entrata e domande. Voca.ai fa parte dell’ondata di startup che stanno cercando di fornire quella soluzione, tramite robot vocali basati su AI per completare i team di assistenza clienti esistenti.

In secondo luogo, Snap potrebbe essere interessato a Voca.ai come un modo per creare interazioni migliori per i propri clienti. Ha lavorato su uno sforzo hardware, in particolare i loro Spectacles che applicano filtri AR a ciò che vedi e ti consentono di scattare foto e video che possono essere condivisi su Snapchat, un dispositivo interattivo, realizzato da Snap, che indossi.

L’aggiunta di una migliore interfaccia di comando vocale e di una piattaforma per fare più che semplici comandi per gli Spectacles, ma per creare e gestire altre esperienze, potrebbe essere un altro posto in cui la tecnologia di Voca.ai potrebbe essere utilizzata. (E per essere sicuri, le interfacce vocali per Spectacles non si escludono a vicenda dal tipo di lavoro che Voca già svolge, e in definitiva puntano al potere di avere un’interfaccia vocale per aiutare con qualsiasi tipo di interazione in futuro.)

Ma sembra che se Spectacles è la casa dei Voca, sarà un gioco lungo. Gli occhiali sono ora (a novembre 2019) alla loro terza generazione , ma non sono un punto di discussione importante per l’azienda. Snap non ha menzionato l’hardware, né gli occhiali né gli occhiali nemmeno una volta nella sua dichiarazione dei guadagni più recente, e sono passati anni da quando ha aggiornato i numeri di vendita degli occhiali, dopo averli lanciati nel 2017 e alla fine annotato i costi di circa $ 40 milioni dopo le vendite sono scese ben al di sotto delle aspettative .

Indipendentemente da ciò che farà il team di Voca, Snap è una startup affascinante e probabilmente molto intelligente.

Ha fatto una serie di accordi interessanti per raccogliere IP nel settore dell’intelligenza artificiale, ma gran parte di ciò è stato nell’area della visione artificiale, ad esempio per creare filtri foto e video e altre applicazioni di realtà aumentata per rafforzare Snapchat e Spectacles . Hanno incluso Looksery , AI Factory e Cimagine , che sembra essere un’altra startup fuori Israele. Quest’ultima mossa mostra che, per un’app che ha posto un’enfasi enorme sulle immagini, anche la voce ha un posto.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi