Home / APP Ai / UMANG il Face ID per le verifiche biometriche, ma siamo pronti?

UMANG il Face ID per le verifiche biometriche, ma siamo pronti?

L’app UMANG introduce Face ID per le verifiche biometriche, ma siamo pronti?

L’app governativa UMANG (Unified Mobile Application for New-age Governance) vuole introdurre l’uso del riconoscimento facciale per la verifica biometrica utilizzando le funzionalità integrate di uno smartphone, secondo recenti notizie .

L’app, lanciata nel 2017, è una piattaforma per usufruire di più di 2000 servizi di e-governance forniti dal governo centrale e statale. È sviluppato dal Ministero dell’elettronica e della tecnologia dell’informazione (MeitY) insieme alla National e-Governance Division (NeGD) per guidare la governance mobile in India.

Quest’anno il traffico sull’app è aumentato drasticamente, soprattutto dopo la pandemia, poiché i movimenti fisici e le interazioni delle persone sono stati ridotti.

L’articolo discute diversi vantaggi dell’introduzione dell’uso delle funzionalità integrate di uno smartphone come gli ID dei volti per la verifica biometrica e ciò che l’India deve considerare per la sua implementazione sicura.

Vantaggi dell’utilizzo di Face ID per la verifica biometrica
UMANG ha reso facile l’accesso a vari servizi di e-governance per gli utenti. Tuttavia, alcuni dei servizi che richiedono l’autenticazione biometrica richiedono che la persona acquisti un dispositivo esterno.

Attualmente, ci sono meno di dieci dispositivi compatibili con l’app e costano da ₹ 2,000 a 4.000. Quindi, l’uso di un’autenticazione biometrica integrata eliminerà la dipendenza dalla disponibilità e dall’accessibilità economica di questi dispositivi.

Non solo può far risparmiare tempo, ma può anche rendere disponibili i servizi nel comfort della propria casa. Ciò è particolarmente utile per le persone anziane che hanno bisogno di evitare di uscire durante la pandemia e per i lavoratori che possono utilizzare l’app in un momento a loro piacimento senza preoccuparsi di un dispositivo esterno.

Allo stesso tempo, un servizio di Aadhaar Card viene aggiunto anche alla propria app UMANG quando si effettua l’accesso. La Aadhaar Card è stata ampiamente adottata poiché sono già state generate oltre 1,27 miliardi di carte di persone. L’uso di Face ID nelle carte Aadhaar renderà il processo di verifica ancora più semplice.

Infine, l’identificazione del furto diventa più facile se il processo dipende da dispositivi biometrici di terze parti poiché gli standard di sicurezza potrebbero non essere gli stessi. Se le funzionalità integrate dello smartphone vengono utilizzate per la verifica biometrica, si otterrà la stessa sicurezza dello smartphone.

Preoccupazioni sull’implementazione di Face ID per la verifica biometrica
La raccolta di qualsiasi dato biometrico, in particolare gli ID dei volti, è diventata motivo di preoccupazione nella comunità dei dati poiché si rendono conto del potenziale danno che può causare in termini di sorveglianza e privacy.

Sono necessarie leggi e regolamenti solidi per salvaguardare la propria libertà e privacy quando i dati personali vengono raccolti dallo Stato. Tuttavia, l’infrastruttura legale esistente in India non affronta questo problema. Anche il disegno di legge sulla protezione dei dati personali del 2019 è stato pesantemente criticato per aver migliorato i poteri di sorveglianza esistenti del governo in quanto consente progetti come programmi di riconoscimento facciale a livello nazionale tra gli altri progetti di sorveglianza.

Pertanto, la funzione Face ID in UMANG non dovrebbe essere introdotta prima che nel paese siano state approvate leggi solide sulla protezione dei dati personali.

In secondo luogo, la politica sulla privacy di Umang consente la condivisione o la divulgazione di informazioni individuali con le forze dell’ordine se “richiesto dalla legge”. Poiché diversi governi statali hanno già iniziato a utilizzare i sistemi di riconoscimento facciale, è importante evidenziare le ripercussioni dell’utilizzo di sistemi di riconoscimento facciale nella polizia.

Oltre alla sorveglianza, ci sono stati molti esempi di errata classificazione nei sistemi di riconoscimento facciale a causa della mancanza di dati inclusivi. Questa è una possibilità a causa della piccola base di utenti in UMANG, poiché solo le persone che possono permettersi gli smartphone possono utilizzare l’app.

Pertanto, indipendentemente da qualsiasi legge, la politica di Umang dovrebbe vietare la condivisione dei dati identificativi del viso o di qualsiasi altra informazione biometrica con le forze dell’ordine. O almeno proibire lo sviluppo di algoritmi di riconoscimento facciale dai dati raccolti tramite l’app.

In terzo luogo, la raccolta di dati sensibili come Face ID dovrebbe avere una forte sicurezza. I database governativi in ​​passato, incluso Aadhaar , non si sono dimostrati sicuri e sono stati vulnerabili agli hacker.

Pertanto, con un’adozione così rapida dell’app UMANG, è imperativo che il governo definisca e segua standard rigorosi di sicurezza dei dati prima di raccogliere tali dati sensibili.

Infine, UMANG non dispone di meccanismi di riparazione. Fornisce un indirizzo e-mail per segnalare i reclami, ma non prevede disposizioni su ciò che accade in caso di uso improprio dei dati personali. L’uso improprio di un database facciale senza conseguenze può avere gravi ripercussioni.

I think tank di politica tecnologica e gli organismi di supervisione in tutto il mondo hanno messo in guardia contro l’uso di tecnologie di riconoscimento facciale, specialmente quelle che possono portare alla sorveglianza di massa. Alcuni hanno persino chiesto un divieto totale fino a quando non saranno affrontati quadri giuridici solidi e meccanismi di riparazione.

Pertanto, sebbene ci siano notevoli vantaggi nell’usare gli ID viso nell’app UMANG, non dovrebbe essere implementato prima che siano stabilite leggi appropriate per limitare l’uso dei dati raccolti tramite ID viso.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi