Il “Wendyverse” è un ristorante praticamente insapore
I marchi di fast food si stanno arrampicando per unirsi al Metaverse perché… ragioni
 
Dall’inizio del boom NFT del 2021, i marchi hanno cercato di trovare modi per capitalizzare l’hype. In particolare, i marchi di fast food si stanno disperatamente affrettando a partecipare, ma stanno rapidamente scoprendo la mancanza di casi d’uso nel crossover tra risorse digitali e fast food. Il risultato è stato una serie di progetti NFT non necessari, come Big Mac Rubik’s Cube di McDonald’s , Taco Bells Taco GIFS e 1 Byte Favorites di Pizza Hut . Voglio dire, chi non vorrebbe vantarsi di possedere una fetta di pizza pixelata?

Ora, i marchi sono di nuovo all’opera, cadendo su se stessi nella frenesia di unirsi al Metaverse e stanno iniziando a fornire progetti altrettanto inutili.
 
Il 2 aprile, Wendy’s ha aperto le porte virtuali del “Wendyverse” e ci ha dato un’idea di come sarà il mondo dei fast food digitali. L’azienda ha collaborato con Meta per lanciare il progetto, che prevede un ristorante virtuale situato in una piazza cittadina virtuale a marchio Wendy. Gli utenti possono passeggiare (leggi: fluttuare in giro), interagendo con un flusso di bibite Fanta virtuale e un campo da basket virtuale, dove gli utenti possono tirare a canestro con un “Baconator” virtuale. (Almeno questa è una versione molto più sana .)

La presa? Non c’è niente da mangiare in questo fast food.

Quando non puoi ordinare cibo, né per il mondo reale né per via digitale, l’intero concetto sembra consistere nel tentativo di inserire un piolo quadrato in un foro rotondo.

Tuttavia, Wendy’s è fiduciosa che il progetto, descritto come la “prima fase” della sua strategia Metaverse, sia un’impresa utile. In una dichiarazione, il chief marketing officer Carl Loredo ha dichiarato : “Veramente il primo nel suo genere, il Wendyverse unisce il meglio di oggi con il domani per presentarsi ai nostri fan in tutto il mondo, con un Frosty e patatine fritte in mano”.

L’aspetto che avrà il progetto una volta terminato è un’ipotesi di tutti; forse gli utenti possono ordinare attraverso il mondo virtuale e averlo consegnato a casa loro? O i futuri avatar avranno bisogno delle stesse necessità nel mondo digitale di cui hanno bisogno i veri umani, come cibo, acqua e sonno? Questo aprirà la strada a lavori come lavoratori virtuali, al servizio di quelli all’interno del Metaverso? Qualunque sia la forma che assume, non lo sapremo per qualche tempo. Il vicepresidente di Meta di Metaverse, Vishal Shah, ritiene che la visione completa potrebbe essere “anni di distanza”.

McDonald’s ha già richiesto 10 brevetti relativi al metaverso , inclusa l’esplorazione della possibilità di consegnare cibo online e di persona e vendere più NFT. Sembra che i conducenti di consegna dovranno abituarsi alle persone che rispondono alla porta con un visore Oculus. Panera ha depositato un marchio il giorno prima di McDonald’s per servizi simili, inclusi intrattenimento, NFT, un programma di premi Metaverse e la proprietà del nome “Paneraverse”. Yum! Brands, che possiede diversi marchi di fast food, ha presentato più domande di marchio per prodotti e servizi NFT e metaverse. Chipotle sta già facendo pubblicità nel Metaverso attraverso la popolare piattaforma di gioco Roblox. Il resto seguirà. Parlando con Forbes, l’avvocato dei marchi Josh Gerben ha osservato : “Penso che vedrai tutti i marchi a cui puoi pensare di presentare questi documenti entro i prossimi 12 mesi”.
 
Ma pone ancora la domanda… perché?

Naturalmente, i marchi si rivolgeranno al tropo abusato della “comunità”. Nicky Bell, vicepresidente del negozio creativo di Meta, lo ha già presentato per il Wendyverse, dicendo: “Costruire questo mondo è un ottimo esempio di come i marchi possono presentarsi in Horizon Worlds in modi intenzionali e significativi con le loro comunità”.

Ma fai un passo indietro e chiediti, cosa c’è di significativo in questo?

È sempre lo stesso avatar fluttuante di base per Nintendo Wii, che interagisce con un paesaggio dall’aspetto blando pieno di cose che offrono poco a parte un breve momento di “eh, fantastico”. Inoltre, chi vuole far parte di una comunità di Wendy? Non sono scarpe da ginnastica alla moda, marchi di fascia alta o una dichiarazione sociale: è una catena di fast food. Sta cadendo nella stessa trappola che la maggior parte dei concetti di Horizon World di Meta ha finora: non riesce a dimostrare perché è necessario, quali vantaggi offre agli utenti e che non è solo un altro progetto progettato per risucchiare fino all’ultimo punto di dati da quelli al suo interno.

Preferirei passare il mio tempo in un vero Wendy’s – e questo sta dicendo qualcosa.
 

wendy’s metaverse

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi